Tempo in movimento  3 ore un minuto

Tempo  16 ore

Coordinate 2273

Caricato 23 agosto 2019

Recorded agosto 2019

-
-
2.297 m
1.558 m
0
3,3
6,6
13,16 km

Visto 101 volte, scaricato 4 volte

vicino Sorgenti di Frido, Basilicata (Italia)

Nota percorso: Traversata del Monte Pollino da Sud a Nord (EE), toccando le vette minori del Pollinello (1.820m) e della Serretta del Pollinello (2.044m) - Il tracciato collega due delle vie più belle e varie (e meno frequentate) alla seconda cima (per altezza) del massiccio, la cresta sud e la cresta nord (l'ultima verrà percorso in discesa). Per la magior parte su comodo sentiero, il percorso affronta tratti ripidi, su erba, roccette e con vegetazione fitta (pochi), ma senza alcune difficoltà alpinistiche.

Nota condizioni: Salita intrapresa verso la fine di agosto, con temperature molto alte a valle e cielo quasi sereno.

Tempo effetivamente impiegato: ca. 5 ore per il solo percorso (soste comprese); 16 ore con bivacco.

Punto di Partenza/d'arrivo: Colle dell'Impiso (1.573m), parcheggio

Salita: Da Colle dell'Impiso seguire le indicazioni per Colle Gaudolino e Monte Pollino. Su ampio sentiero si raggiunge una radura con vista sulla cresta nord e le rocce della parete ovest del Monte Pollino. Girare a destra e seguire ancora le indicazioni per Colle Gaudolino, su sterrata e sentiero segnalato. Passato la sorgente Spezzavummola si raggiunge dopo poco l'ampia radura e si prosegue dritto, in leggera discesa, fino all'abbeveratoio.

A questo punto girare a sinistra (indicazioni per Pollinello) e seguire la traccia di sentiero che attraversa la faggeta. Dopo una salita su roccette si raggiunge un punto panoramico con segnavia. Qui il sentiero piega verso sinistra e dopo poco decisamente a destra. Si passa per alcuni giovani pini loricati poco prima di arrivare sulla sella che divide la vetta del Pollinello (1.820m) dalla cresta sud del Pollino (anche Serra del Pollinello).

Ora si gira a sinistra peri entrare in foresta e si sale senza percorso obbligatorio (qualche metro su roccette facili) verso una piccola radura con punto panoramico. Dalla radura si scende per pochi metri nella folta vegetazione per poi continuare di nuovo in salita. Dopo essere uscito dalla foresta si continua (ancora senza percorso obligatorio) per ampia cresta, passando per uno dei pini loricati più caratteristici del parco e raggiungendo la poco marcata vetta della Serretta del Pollinello (2.044m).

Sceso dalla vetta, si continua a salire verso la vetta del Pollino, ora su traccia di sentiero CAI (bianco rosso). Raggiunto un intaglio si scende nel nevaio del Pollino (una delle due doline principali). Dal nevaio mancono pochi metri fino in vetta a quota 2.248m (punto trigonometrico IGM).

Discesa: Dalla vetta si continua in direzione ovest fino a raggiungere un'antecima (cumolo di pietre e sassi). Qui inizia la ripida discesa per la cresta nord (o nord-ovest) su pendio erboso e roccette. Il tracciato segue perlopiù la linea della cresta, così permettendo di godersi il panorama ed evitando comunque dei salti rocciosi e alcune placche insidiose.

Attraversato un piccolo ghiaione (e passando per alcuni splendidi esemplari di pino loricato) si entra in foresta (soltanto a tratti molto fitta). Per un largo costone si scende fino a imboccare il sentiro che collega il Piano di Toscano con Colle Gaudolino (sx faccia a valle). Dopo poco si raggiunge di nuovo l'ampia radura di Colle Gaudolino, dove si riprende il sentiero che porta al punto di partenza Colle dell'Impiso.

Materiale: scarponi da trekking, bastoncini (per la discesa della ripida ed erbosa cresta nord).

View more external

Commenti

    You can or this trail