-
-
2.323 m
1.286 m
0
4,0
8,0
16,02 km

Visto 3415 volte, scaricato 72 volte

vicino Carbonin, Trentino - Alto Adige (Italia)

Monte Piana: magnifica, lunga escursione con grande panorama in ambiente alpino teatro di grandi combattimenti durante la prima guerra mondiale. Questo itinerario lascia visitare il museo all'aperto della grande guerra. I sentieri sono sempre larghi e bene attrezzati
L'inizio è presso il lago di Landro (park gratuito), frontalmente all'albergo-ristorante Flora Alpina - Alpenflora. Si segue la ex ferrovia verso nord per una cinquantina di metri e la si abbandona per seguire una pista che, oltrepassato un ponticello ed attraversate le ghiaie porta al bivio di sentieri n.102 e n.6. Si prosegue diritti per la Val Rienza seguendo il tracciato n.102 per stradina forestale. Dopo aver lasciato a sinistra il sentiero per una palestra di roccia, in corrispondenza della Jagdhutte si abbandona la strada per seguire una pista verso sud che attraversa in quota il torrente Rienza. (indicazioni - segnaletica sent. n.108). Si segue il sentiero per la Val de Rinbianco sino al bivio di m.1730 (indicazioni) dove si segue verso ovest il sentiero n. 111 che risale a tornanti la Val dei Castrade.Il sentiero segnato giunge ad un bivio pochi metri sotto alla vetta Nord del M.Piana dove si prende a destra per giungere con buon sentiero superando trincee ed opere della grande guerra sino alla cima nord del M.Piana.-croce.(ore 4 circa dal park)
L'altopiano del monte è un labirinto di sentierini e trincee ed in caso di nebbia bisogna fare attenzione al sentiero. Si punta ora verso la Capanna Carducci e la Piramide Carducci dalla quale poi una stradina porta giù al rif. Bosi.-ore 1.15 dalla cima nord del M.Piana. (al rifugio arriva un servizio navetta da Misurina)
Dal rifugio Bosi si ritorna inizialmente per la stradina che si abbandona verso ovest per seguire un percorso (attrezzato con passamano) che risale tutto il bordo ovest e raggiunge la Cima Sud del monte (croce) - vi è anche un'antico cippo di confine tra Tirolo e Serenissima Repubblica di Venezia datato 1753. -ore 0.40 dal rifugio.
La discesa avviene per il sentiero dei turisti che lascia ammirare le pareti nord del Piz Popena e del Cristallo. Si supera un tratto attrezzato con una spettacolare scala di legno di una trentina di metri, qualche tratto di sentiero con passamano e quindi la lunga discesa con moltissimi tornanti che riporta nuovamente al lago di Landro. (ore due dalla cima)

Ore 8 circa escluse le soste. Dislivello complessivo m. 1200 - Sviluppo km.16
Cartografia Tabacco 1:25000 GPS-WGS84 n.010 Dolomiti di Sesto

Vetta storica austriaca
Vetta storica italiana - cippo serenissima rep- venezia
Rifugio Bosi
Bivio sentiero n.108

Commenti

    You can or this trail