Tempo in movimento  55 minuti

Tempo  un'ora 37 minuti

Coordinate 737

Caricato 24 novembre 2018

Recorded novembre 2018

-
-
1.068 m
770 m
0
1,2
2,3
4,64 km

Visto 44 volte, scaricato 1 volte

vicino Pettino, Abruzzo (Italia)

Giornata a dir poco uggiosa, con pioggerella insistente che io adoro, perchè esalta la vegetazione e tutto il panorama...
Partenza dalla Cava di Pettino salendo sui classici tornanti fino alla "Rocchetta", a quota 953 mt (antico Baluardo/Torre di avvistamento e segnalazione XIV-XV sec.).
Dalla Rocchetta, direttissima verso la cima.
Attenzione: questo segmento di percorso indicato, dalla Rocchetta (1°WP) alle creste di Monte Pettino (2°e 3°wp), non è tracciato(!)...bisogna andare ad intuito, guadagnando quota sulla costa abbastanza ripida, aiutandosi con le mani fra i tanti cespugli di ginepro, i pini ed alcune concrezioni rocciose (da aggirare). Sarebbe bello evidenziare questo percorso diretto a terra, ripulirlo e renderlo fruibile...
Dalla prima cima raggiunta, ho proseguito in pianura, in mezzo al bosco e a tantissimi alberi caduti, fino a raggiungere l'altra cima con una "terrazza" da cui si gode una stupenda vista panoramica sulla conca aquilana, sulla Rocchetta e sull'abitato di Pettino.

In questo segmento di percorso sulle "due cimette" e anche alla ripartenza da Fonte Cascio, ci sono state delle anomalie sull'altimetria (?)...che era stata esatta almeno fino al raggiungimento della prima cima (forse sono dovute a qualche problema di segnale oppure alla linea dell'alta tensione che attraversa la zona).

Comunque le 2 cime, vicine tra loro, sono più o meno alla stessa quota di circa 1.100 mt. Dalla prima cima (a quota 1101) alla seconda (a quota 1091), si attraversa una sella pianeggiante dove come dicevo, ci sono tantissimi pini caduti o abbattuti dalla forza del vento. La seconda anomalia altimetrica si è verificata all'arrivo a Fonte Cascio, dove, in questo percorso non si risale ma si continua a scendere...(ho poi aggiunto il giusto e corretto profilo di elevazione altimetrica, ricavato da Google Earth 3D).

Da Fonte Cascio si chiude il percorso fino al punto di partenza, passando e aggirando la montagna sopra al Poligono di Tiro e Via di Castelvecchio.
Già descritta in altri percorsi, questa Torre conserva intatto il fascino di rudere antico e poderoso, nonostante i secoli passati...La zona, un tempo brulla e con vegetazione quasi inesistente, ben si prestava ad essere vissuta nei periodi in cui stare a valle poteva essere molto pericoloso...
Curioso "Menhir naturale" che avevo sempre visto da casa mia... lo sperone roccioso appuntito, si staglia trionfante sulla splendida vallata e poco prima di aver raggiunto i 1101 di quota (prima cimetta raggiunta).
Questa zona molto panoramica, è raggiungibile da un più comodo sentiero che si snoda dalla sella raggiunta continuando il percorso classico che sale in pochi tornanti dalla Rocchetta.
Anche in giornate di pioggia, questa Montagna permette di percorrere sentieri in completa sicurezza, fino a raggiungere i classici punti più alti (Croce Cozza, Monte Pettino, le cime descritte in questo percorso, la Crocetta o Monte Castelvecchio e Pago Martino)
Questa antica Fontana/abbeveratoio, è praticamente perenne. Qualche goccia di acqua, è assicurata anche nei periodi estivi. Io l'ho bevuta tante volte, il problema è che per riempire una borraccia ci vuole un pò di pazienza...

Commenti

    You can or this trail