-
-
928 m
330 m
0
5,0
9,9
19,87 km

Visto 721 volte, scaricato 25 volte

vicino Paterno, Toscana (Italia)

Effettuata il 25-11-15
Mappa usata: Carta Escursionistica del Mugello 1:50.000 ed. SELCA
Sentieri del Comune di Vaglia, reperibile presso il Comune di Vaglia
Part. e arrivo: Paterno
Perc. Auto da Firenze: Via Bolognese, dopo Fontebuona a sin. indicazioni per Paterno
Percorso tipo: E
Dati GPS rilevati: Ore 7,30 km 20,000 disliv. m 880
DESCRIZIONE
Si tratta di una escursione anulare che si sviluppa fra le quote di 335 e 921 m.
Lasciamo le auto a Paterno (m. 335), borgo sul torrente Carzola che si getta nel torrente Carza poco prima di Vaglia, da dove partiamo alla scoperta del versante Nord-Est di Monte Morello (probabilmente quello meno noto e poco frequentato dagli escursionisti). Possiamo ammirare antichi borghi e casolari, una volta animati da una fiorente attività agricola: alcuni sempre abitati (come Cerreto Maggio, Case Sitriano, Case Morlione), altri in evidente stato di abbandono e decadenza. Percorriamo quasi esclusivamente sentieri segnati dal CAI, sia propri che progettati dal Comune di Vaglia, attraversando zone estremamente boscose, in gran parte ormai abbandonate, in un ambiente suggestivo e ricco di fascino grazie anche alla presenza di una folta vegetazione composta da pini neri, querce, cipressi, abeti bianchi, faggi e castagni. Incontriamo alcune delle numerosissime fonti di Monte Morello, molte delle quali sempre attive, sicuramente utili anche alla ricca fauna presente in questo territorio, composta da cinghiali, volpi, cervi, lepri, caprioli, fagiani; ma anche da daini, puzzole, istrici, donnole, ricci, tassi e faine. Il territorio è abitato anche da uccelli rapaci fra i quali la poiana ed il gheppio, oltre a piccoli passeriformi di bosco.
Raggiungiamo due delle tre cime maggiori, Poggio Cornacchiaccia (m. 892) e Poggio Casaccia (m. 921); la vista spazia dalle Apuane al Falterona e dall’Appennino al Chianti fino al Monte Amiata. Superiamo anche alcune cime minori, Poggio Starniano (m. 609) e Poggio Conca (m. 631) dalle quali possiamo osservare le tre cime maggiori, ammirare la maestosa estensione boschiva del lato Nord-Est di Monte Morello, e contemplare la bellissima e vicina vallata Est con Pratolino, Bivigliano e Monte Senario, fino all’Appennino.
L’unico tratto che presenta qualche difficoltà (terreno scivoloso) è quello tra Cerreto Maggio e Morlione. Lo si può evitare prendendo a sinistra poco dopo la Partenza da Paterno, in località La Casaccia: una strada bianca ci porta in circa mezz’ora a Morlione da dove continua il percorso da noi tracciato.

Commenti

    You can or this trail