Coordinate 882

Caricato 9 settembre 2019

-
-
1.840 m
1.353 m
0
3,8
7,6
15,13 km

Visto 18 volte, scaricato 3 volte

vicino Livata, Lazio (Italia)

Il percorso da Livata a Monte Autore, effettuato con tre amici, è stato interessante, gradevole, non stancante, con percorrenza (15 Km) di difficoltà media all’andata e bassa al rientro. Dopo la conferenza di servizio si decide di effettuare un percorso ad anello in senso antiorario, si segue il sentiero Nord per Campo dell’Osso poi il 651 che da Monna dell’Orso porta alle Vedute. Dalle Vedute si prosegue sempre sul sentiero 651 fino alla vetta del monte Autore per poi scende fino alla Fonte degli Scifi. Si ritorna alle Vedute per una leggera risalita per seguire il sentiero 673 e la strada bianca per Campo Minio; infine s’imbocca il tracciato 672a fino a rientrare alle 15:15 a Livata.
Una spettacolare sorpresa si manifesta davanti ai nostri occhi, mentre stavamo percorrendo il sentiero Nord verso Campo dell’Osso scrutiamo, a una ventina di metri, una famiglia di caprioli: la mamma e due piccoli che per qualche istante si fanno osservare e fotografare per poi svanire nella bella faggeta.
Lungo il percorso, dopo Campo dell’Osso, scorgiamo i primi funghi: la famigliola, mazze di tamburo e i galletti, ma non avendo a seguito idonei contenitori lasciamo i miceti ad altri cercatori. Suggestivo è il panorama che si può apprezzare dalla cresta della montagna che porta alle “Vedute”, dove qualche escursionista ha pensato bene di riposarsi seduto ad una rudimentale seggiola costruita con tanti legnetti legati e godersi il superbo panorama fatto di boschi e monti, che proteggono il piccolo e indifeso borgo di Vallepietra.
Dalle vedute abbiamo seguito il sent.651 fino alla vetta del M. Autore da dove si gode di un panorama straordinario sui monti Simbruini, di cui il monte Autore è la terza cima, sul Velino e, più in lontananza, il Gran Sasso fino ad arrivare, ma non è stato il nostro caso per le non buone condizioni meteo, a vedere il Tirreno.
Dopo una breve pausa siamo subito ripartiti alla volta della Fonte degli Schifi, per dissetarci e fare rifornimento d’acqua e, attese le buone condizioni meteo, dirigerci a far “visita a sua Maestà: l’Acero secolare”. Maestoso monumento della natura che non si poteva non "omaggiare".
I sentieri per rientrare a Livata ci portano davanti l’osservatorio astronomico di Campo Minio, campo dell’Osso e, seguendo il tracciato 672a, davanti la fonte Acquaviva (da noi soprannominata “acqua morta” per ovvi motivi).
Percorso brioso, lo rifarò con i Lupacchiotti dell’Appennino.
Lo consiglio.
Francesco, Gennaro, Salvatore e Gianfranco dopo aver consumato la "sacra" colazione iniziano l'escursione alle ore 08:15 circa, da Livata diretti al M. Autore.
Inizio escursione in senso antiorario per Campo dell'Osso.
Una piacevole sorpresa si è manifestata davanti a noi nel vedere una famiglia di caprioli: la mamma e due cuccioli ripresi prontamente da Elfo67.
Lungo il percorso, dopo Campo dell'Osso, abbiamo avuto un incontro ravvicinato con una lepre e visti i primi funghi.
Spettacolare veduta del borgo Vallepietra, circondato da boschi.
Suggestivo panorama ripreso dalla cresta della montagna, dove qualche escursionista ha pensato bene di riposarsi seduto ad una rudimentale seggiola anche per godersi il superbo panorama.
Un pennuto non identificato fa capolino sul M. Autore.
Dalla vetta del M. Autore si gode di un panorama straordinario sui monti Simbruini, di cui il monte Autore è la terza cima, sul Velino e, più in lontananza, il Gran Sasso fino ad arrivare, ma non è stato il nostro caso per le non buone condizioni meteo, a vedere il Tirreno.
Lungo tutto il percorso l'unica fonte dove potersi dissetare è quella degli Scifi. Caratteristica con le vasche ricavate dai tronchi degli alberi la portata è minima, considerando che siamo alla fine di una stagione estiva particolarmente calda (08-09-2019)
Monumento della natura che passando di lì non si poteva non "omaggiare" Bello. Unico. Maestoso.
momenti di relax lungo il sent. 651 "Cesa zoppa".
Monumento dedicato dagli abitanti di Olevano Romano alla SS Trinità

1 comment

  • Foto di Briganteeolo

    Briganteeolo 9-set-2019

    Percorso bello, non impegnativo con la possibilità di fare incontri ravvicinati con caprioli, volpi e cavalli.
    Sicuramente lo consiglio anche per il superbo panorama che si può godere luongo il percorso e dal Monte Autore.

You can or this trail