Tempo in movimento  2 ore 26 minuti

Tempo  5 ore 48 minuti

Coordinate 1891

Caricato 7 gennaio 2021

Registrato gennaio 2021

  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     
-
-
1.303 m
457 m
0
2,8
5,5
11,08 km

Visualizzato 792 volte, scaricato 17 volte

vicino a Piedimonte, Lazio (Italia)

Semplice e veloce escursione per godere dei panorami invernali dopo lunghi giorni di pioggia.

Dallo slargo poco oltre la stazione intermedia della vecchia funivia di Monte Gennaro sul versante dietro Palombara si segue il sentiero (319) sulla destra che sale, ripido e sassoso, costeggiando una recinzione di filo spinato fino ad un cancelletto di legno. Superato il cancello la salita prosegue con una lunghissima e piuttosto monotona serie di tornanti (25) nel bosco. Al termine dei tornanti si raggiunge la cresta e da qui si può fare una piccola deviazione su una strada sterrata e raggiungere la torre di Monte Morrone della Croce (1052m) dalla quale si gode di splendidi panorami su tutta la Sabina e magari approfittare della Torre Cruciani per un pranzo al sacco. Noi abbiamo preferito fare questa deviazione al ritorno per evitare che le nuvole in arrivo ci rovinassero il panorama dalla vetta.

Proseguiamo il sentiero verso la vetta di Monte Gennaro (evitando la sterrata) e, dapprima all’aperto, poi nel bosco, si seguono le tracce e i segni che conducono al Rifugio di Monte Gennaro dove oltre la bellissima struttura panoramica con ristorante, albergo e una piscina coperta in costruzione e il tutto governato da un gentilissimo oste, si trovano i resti del vecchio albergo della funivia e agli impianti radiofonici. Sfortunatamente a causa della neve dei giorni precedenti il ristorante era chiuso ma non c’è stato vietato un caffè e una grappa per scaldare gli animi.

Si continua a salire nel bosco e in breve si raggiunge un cresta sassosa che si segue sulla sinistra per poi risalire un evidente sentiero dapprima tra radi agrifogli e poi su pietraia fino a raggiungere la vetta (1276 m). Il panorama dai suoi 1276m permette di avere un colpo d'occhio previlegiato su tutta l'area urbana giù sino al mare, a destra la valle del Treja, i Monti della Tolfa, il Lago di Bracciano e l'antica terra Falisca. A sinistra i Castelli Romani, il Circeo, le Isole Pontine e via via si inizia a salire sulle cime dell'Appennino. La meraviglia è la sagoma del Corno Grande imbiancata.

PS: per raggiungere il parcheggio bisogna salire una strada ripida, sterrata nonché stretta. Il fine settimana si possono avere dei problemi con il traffico per via del gran numero di visitatori che il Monte Gennaro richiama. O si arriva presto o si lascia la macchina più in basso e si sale a piedi sino all'inizio del sentiero.
Foto

Stazione intermedia della vecchia funivia di Monte Gennaro

Intersezione

Inizio tornanti

Foto

Foto

Punto informativo

Diciannovesimo tornante su venticinque

Foto

Bosco

Intersezione

Cresta tra Monte Morrone e Monte Gennaro

Al termine dei tornanti si raggiunge la cresta e da qui si può fare una piccola deviazione su una strada sterrata e raggiungere la torre di Monte Morrone della Croce (1052m) dalla quale si gode di splendidi panorami su tutta la Sabina e magari approfittare della Torre Cruciani per un pranzo al sacco.
Panorama

Vista di Monte Morrone dal sentiero per Monte Gennaro

Panorama

Vista di Monte Morrone dal sentiero per Monte Gennaro

Rifugio custodito

Rifugio Monte Gennaro

Rifugio di Monte Gennaro dove oltre la bellissima struttura panoramica con ristorante, albergo e una piscina coperta in costruzione e il tutto governato da un gentilissimo oste, si trovano i resti del vecchio albergo della funivia e agli impianti radiofonici.
Foto

Vecchia Cestovia

Albero

Foto

Albero

Foto

Vetta

Vetta Monte Gennaro (1276m)

Il panorama dai suoi 1276m permette di avere un colpo d'occhio previlegiato su tutta l'area urbana giù sino al mare, a destra la valle del Treja, i Monti della Tolfa, il Lago di Bracciano e l'antica terra Falisca. A sinistra i Castelli Romani, il Circeo, le Isole Pontine e via via si inizia a salire sulle cime dell'Appennino.
Rovine

Foto

Vetta

Monte Morrone della Croce (1052m) e Torre Cruciani

Albero

Foto

Punto informativo

Inizio Percorso

Il sentiero (319) sulla destra che sale, ripido e sassoso, costeggiando una recinzione di filo spinato fino ad un piccolo cancello di legno. Superato il cancello la salita prosegue con una lunghissima e piuttosto monotona serie di tornanti (25) nel bosco.

2 commenti

  • Foto di andrews_71

    andrews_71 16-gen-2021

    Ho seguito questo percorso  verificato  Vedi altro

    Fatto oggi! Bellissimo percorso grazie per le indicazioni

  • Foto di Max Strike

    Max Strike 16-gen-2021

    Sono contento ti sia piaciuto, se siete andati oggi avrete incontrato anche un’ottima giornata di sole.

Puoi o a questo percorso