-
-
2.182 m
1.502 m
0
3,5
7,1
14,14 km

Visto 2163 volte, scaricato 55 volte

vicino San Lorenzo, Abruzzo (Italia)

Bellissimo itinerario, che si snoda in una zona solitaria e tocca due tra le cime meno frequentate del PNALM. Le radure, i panorami, le creste, rendono questo anello molto piacevole anche se non di breve percorrenza. Ci si immette sulla strada che, inizialmente asfaltata, parte dal ponte sul Tasso (bivio a dx della regionale che da Scanno porta a Passo Godi), diviene sterrata e conduce alla sbarra e tabella (senza indicazioni) del parco. L'ultima parte della sterrata, sconnessa (qualche centinaio di metri e qualche curva), e' consigliabile affrontarla con una vettura alta. Dopo la partenza si incontrano subito le freschissime acque della sorgente del Tasso. La traccia gps prosegue dritta, con una piccola "pettata" dentro un canalone che permette di abbreviare un po' il percorso ma, visto che si e' partiti da poco, si puo' proseguire comodamente a sx sulla sterrata e, magari, tagliare in discesa al ritorno. Si incrocia la sterrata proveniente dallo stazzo Ziomas, si prosegue sulla stessa con bellissima vista sulla spianata del Ferroio di Scanno e la si abbandona in corrispondenza dell'inizio dell' Y5, che in breve conduce alla radura del Coppo del Campitello. Si continua sul sentiero nel bosco e si esce allo scoperto in prossimita' del Valico della Corte, che si raggiunge piegando a sx. D'ora in poi e' tutto un saliscendi per la cresta N del Monte della Corte, che si percorre tenendosi sul filo, scavalcando i massi che la caratterizzano. In alternativa, si puo' rimanere al di sotto della stessa, a dx, fino a ricongiungersi con l'ultima parte della cresta; il divertimento sara' minore, ma dovrebbe essere un po' piu' comodo. Dalla vetta il panorama sul Marsicano e' molto suggestivo, cosi' come quello su tutte le cime circostanti: Monte Godi, Serra di Rocca Chiarano, i monti del Campitello, La Navetta, Terratta ecc.. Il ritorno dalla vetta, per un altra cresta N, parallela alla prima, porta rapidamente allo stazzo diroccato della Val di Corte. Ci si dirige verso il valico a sx e si percorre la contorta cresta che sale al Monte di Campitello, tra massi e ginepri. Da questa seconda vetta un canalone inizialmente erboso ma presto ghiaioso, e poi interamente nel bosco, scende fino ad incontrare la sterrata di salita, che riportera' alla sorgente ed al parcheggio.

Commenti

    You can or this trail