AldoTKOL

Tempo  7 ore

Coordinate 1308

Caricato 23 luglio 2017

Registrato luglio 2017

-
-
2.125 m
1.125 m
0
3,6
7,1
14,28 km

Visualizzato 99 volte, scaricato 4 volte

vicino a Case Gattone-Volpi, Lazio (Italia)

Il monte del Passeggio si raggiunge da Prato di Campoli una bella piana adibita anche a campeggio e pic nic raggiungibile da Veroli (FR).
Poco prima dell'arrivo, si deve solo fare un piccolo "check-in" con la macchina, essendo tutta la zona protetta, pagando 2,50 euro di parcheggio.
Vedendo altri percorsi su wikiloc, sono stato un po' indeciso su quale intraprendere, di fatto, ho fatto un mix tra due di essi percorrendo in salita uno e in discesa l'altro.
Ammetto di aver avuto non pochi problemi con la quasi continua assenza di segnale e non precisione del gps, ma anche perché la traccia principale seguita (il primo dei percorsi) di fatto percorre la discesa quasi totalmente fuori sentiero su tratti piuttosto angusti.
Ok si parte, parcheggiata la macchina si torna leggermente indietro prendendo il sentiero LH9. In realtà si può definire in parte sentiero perché è abbastanza percorribile anche da mezzi 4x4, un paio ne abbiamo incontrati lungo la salita (pastori e mandriani che avevano il bestiame più in alto).
Questo tratto vorrei comunque ripercorrerlo in stagioni meno aride essendo visibile a lato il corso di un torrente totalmente a secco, che potrebbe far la differenza paesaggisticamente parlando.
Proprio poco prima del waypoint indicato come "Laghetto" inizia il sentiero pedonale, ma la deviazione al laghetto la posso consigliare anche per visitare il monumento ad un incidente aereo degli anni 30 presente lì nei pressi.
Si torna sui nostri passi e appunto si prende il sentiero 615, la salita comincia a farsi ostica, un gran bel tratto lo si percorre in mezzo al bosco, incontrando di frequente bestiame che scende a valle in solitaria (mucche).
Alla fine del bosco vi è una baracca, e qui per noi sono iniziati i problemi legati all'autore della traccia seguita, uniti alla non precisa segnalazione. Di fatto ci siamo allungati ed allargati, ritrovando poi il sentiero solo all'arrivo sulla cresta che, costeggiandola porta poi in cima. La pendenza è notevole soprattutto nell'ultimo chilometro, richiede un notevole sforzo fisico.
Non c'è da dirlo la vista in vetta è stupenda e si possono vedere diverse aquile che volano nelle vicinanze. Me ne scuso se nella traccia non ho messo il waypoint sulla vetta (ne ho aggiunto uno poco più in basso a discesa iniziata ma è comunque evidente dalla croce, aimè caduta).
Come detto la discesa è stata un po' un'avventura basata su ciò che si vedeva come percorribile, che sulla traccia, che proseguiva su un tratto decisamente poco rassicurante (forse lo stesso autore aveva problemi con il gps). Siamo scesi pertanto per lo più off-road cercando di non allontanarci dall'incanalatura visibile che porta a valle e cercando di a volte sfruttare ripiani o a volte rischiare su cespugli (sfruttando le racchette per tastare il terreno) .
Giunti ai primi gruppi di alberi, abbiamo ritrovato infine i segni del CAI (sentiero n. 617) che ci hanno portato poi a valle, dalla fine del bosco è tutto prato, e sono decisamente visibili le automobili parcheggiate in lontananza quindi raggiungibili senza errori. Anche qui la mia traccia non ci arriva causa problemi con l'app ma di fatto il percorso è ad anello.
Informazione

Variante

Variante
Informazione

Raccordo

Raccordo
Lago

Laghetto

Laghetto
fotografia

Vicino alla vetta

Vicino alla vetta

Commenti

    Puoi o a questo percorso