Tempo in movimento  3 ore 17 minuti

Tempo  4 ore 22 minuti

Coordinate 2064

Uploaded 7 maggio 2019

Recorded maggio 2019

-
-
1.344 m
1.121 m
0
2,9
5,8
11,69 km

Visto 4 volte, scaricato 0 volte

vicino Madonna del Carmine, Veneto (Italia)

E' una classica. In questa occasione è stata effettuata con terreno/clima invernale, pur essendo in maggio. Sono passato solo io per la gran parte del percorso, con un spessore nevoso particolarmente importante quando cumulato dal fortissimo vento dei gg scorsi. La difficoltà è media in assenza di neve, altrimenti diventa impegnativo con alcuni punti "delicati" per il pericolo di scivolare a valle (molto delicati...).
Si parte dall'ultima curva sinistrorsa salendo a Budoi da Combai (discreto spazio per parcheggio). Si percorre la carrareccia forestale fino a ridosso della forcella Mattiola. Sul tornante cementato sinistrorso si imbocca la traccia che prosegue dritta, in leggera discesa. La si segue fino al bivacco C.ra Salvedella Nuova. Qui si entra nella carrareccia proveniente da forcella Mattiola e diretta a Malga Mont. Arrivati a un bivio dove sulla destra si stacca una pista forestale di recentissima costruzione, si segue la medesima per alcune centinaia di metri. Poco prima di raggiungere l'apice della salita, si dirama sulla sx un sentiero con una staccionata come invito (attualmente ostruito da un recente schianto). Si prende il sentiero e si sale fino nei pressi di Malga Mont. Att.ne: attualmente questo tratto è impercorribile (a meno di notevoli peripezie come quelle vissute dal sottoscritto). In attesa che il tratto venga liberato (è molto compromesso, speriamo...) , suggerisco a chi non vuole tentare l'avventura, di proseguire sulla pista, fino a Forcella delle Fede dove si gira a sx e si sale a Malga Mont per ampia e libera carrareccia. Dai pressi della malga si sale fino in vetta al vicino Monte Crep.
La discesa avviene per la strada forestale che, proveniente da Canidi, si dirige a Forcella Mottiola e oltre. Arrivati alla forcella si continua in salita per marcata traccia, in direzione del rif. Posa Puner. Si percorrono circa 60mt di dislivello e si giunge a una ampia lama d'acqua con vicino un tavolo con panchine. Qui si può decidere di raggiungere il Posa Puner da nord, rimanendo a dx della lama, per evidente traccia. Oppure, come nel nostro caso, si continua dritti, passando a lato (dx) della panchina e continuando per comoda traccia fino a raggiungere il piazzale ai piedi del rifugio. Da qui si prende la strada che scende verso Budoi. In corrispondenza di una grande croce sul pendio, si abbandona la strada e si scende per prati, costeggiando la croce, raggiungendo la strada asfaltata, quindi al punto di partenza.

Commenti

    You can or this trail