Tempo  8 ore 49 minuti

Coordinate 1950

Caricato 24 settembre 2017

Recorded settembre 2017

-
-
1.418 m
638 m
0
4,3
8,6
17,29 km

Visto 2183 volte, scaricato 89 volte

vicino Paganico Sabino, Lazio (Italia)

Dopo l’escursione al Navegna da Ascrea di sabato scorso (16/9/17) abbiamo voluto “battere il ferro finché caldo” con questo bellissimo itinerario ad anello sull’altra cima che da nome al Parco, il Monte Cervia. Abbiamo consapevolmente rinunciato a salire per il sentiero 341, che solo dopo mezz’ora dalla partenza si inerpica per arrivare direttamente alla vetta del Cervia, per un più ampio giro che attraversa a mezza costa tutto il versante occidentale del monte su un sentiero evidente e ben segnato anche se non numerato. Questo sentiero va verso il 345 che dalla strada provinciale 34 (Santa Croce) incrocia, subito dopo il Malopasso il 344 che porta a Collegiove (a destra) e alla cima del Cervia (sinistra) per il crinale sud attraverso la cima di Vena Maggiore e l’evidente croce in ferro posta a poco meno di mezz’ora dalla vetta vera e propria che è segnalata solamente da una semplice crocetta fatta da due rami. Una volta arrivati in cima inizia la suggestiva camminata attraverso la lunga cresta che (finalmente) con notevoli scorci sul lago del Turano porta, dopo il bivio di Valle di Varco che per il 343 va a Collegiove, nei bellissimi boschi del versante Nord-Est fino ad arrivare ad un’attrezzata area picnic a quota 1050. A questo punto si quasi inverte la direzione (Nord-Ovest) passando in castagneti ricchi di piante secolari per arrivare a costeggiare il Fosso dell’Obito che si attraversa un paio di volte su dei caratteristici ed antichi ponticelli (tra i due il bivio che in solo 15 minuti porta ad Ascrea), per piegare questa volta in direzione Sud risalendo fino al centro abitato di Paganico. Dopo la dovuta sosta rigenerante nel bar della piazza, è stato quasi d’obbligo una capatina al recentemente inaugurato Belvedere nella Rocca del paese. Una piattaforma in metallo praticamente sospesa nel vuoto con splendida vista sulle Gole dell’Obito, Ascrea e Lago del Turano.

Con il resoconto di questa escursione ho voluto inaugurare un modo nuovo di nominare i waypoints aggiungendo la quota e l'orario. Tenendo presente che io vado decisamente piano e faccio molte soste, potrebbe servire per capire meglio i tempi (chiaramente massimi) che intercorrono tra un punto e l'altro e le difficoltà visti i dislivelli relativi ai vari punti.

sabato 23 settembre 2017 6.58 CEST
Distanza: 17,3 km
Durata: 8 ore, 49 minuti e 45 secondi
Velocità media: 2,0 km/h
Altezza minima: 638 m
Altezza massima: 1418 m
Salita accumulata: 1178 m
Discesa accumulata: 1178 m
sabato 23 settembre 2017 6.58 CEST
Altezza: 715 m
001
003
004
006
007
009
013
015
017
018
019
020
023
024
025
026
027
029
033
034
Belvedere

Commenti

    You can or this trail