• Foto di MONTE CARDINAL da Malga Sadole
  • Foto di MONTE CARDINAL da Malga Sadole

Difficoltà tecnica   Impegnativo

Tempo  2 ore 37 minuti

Coordinate 956

Uploaded 6 ottobre 2013

Recorded ottobre 2013

-
-
2.476 m
1.550 m
0
1,7
3,4
6,8 km

Visto 859 volte, scaricato 5 volte

vicino Ziano di Fiemme, Trentino - Alto Adige (Italia)

Relazione e foto tratte dal sito gambeinspalla.org
A22 del Brennero, uscita Egna/Ora - s.s.48 delle Dolomiti, si risale la valle fino a Ziano di Fiemme (980 m, 37 km da Egna-Ora). Si attraversa il Torrente Avisio e, superata la piccola frazione di Bosin, si risale per strada (prima asfaltata e poi a fondo naturale) fino al "Rifugio Cauriol" (1594 m, parcheggio).
Dal rifugio si supera la Malga Sàdole e si segue la sterrata (segn. n° 320). Superato il rio su un ponte, si attraversa un bel prato Pian delle Maddalene), e si incontra il cartello su un albero che indica lo stacco (a sinistra) della traccia segnata (non numerata)per il Cardinàl.
Si risale il Tovo del Cardinàl seguendo i segni bianco-rossi tra cespugli ed alte erbe, fra la Cima della Busa Alta (a sinistra) ed il Cardinàl (a destra), con interminabile serie di erti tornanti. In questa prima parte il percorso risulta piuttosto monotono e poco panoramico, oltre che faticoso, svolgendosi tutto nel solco di questo stretto vallone-canale. In alto il sentiero appoggia un po' a destra, rasenta alcuni salti rocciosi e, con altri tornanti, giunge al bivio fra le due vie normali, NO e SE,(2100 m circa)
"Via Normale da NO: più breve e meno faticosa in salita. Si taglia con un ampio semicerchio pianeggiante il fondo del ripido vallone e, aggirato uno sperone, si scende brevemente per terrazze erbose fino ad un ripiano con massi. Da qui il sentierino (risalente alla Prima Guerra Mondiale e recentemente riattato), prende a risalire piuttosto ripidamente, ma con comodità, il fianco nord-occidentale del Cardinàl, per un complesso sistema di pendii erbosi collegati fra loro da provvidenziali, agevoli cengette. Subito dopo una panoramica ed interessante postazione (caverna ed iscrizioni sulle rocce), si supera un breve saltino per mezzo di una facile scaletta, poi si prosegue in ambiente aperto e panoramico, con belle vedute sulla profonda Val Sàdole e la Val di Fiemme (sentiero ben segnato, non difficile ma stretto e a tratti esposto) raggiungendo infine la cresta sommitale tra i resti della guerra. Si prosegue più o meno fedelmente la linea di cresta, si supera un breve tratto con l'ausilio della fune metallica (facile) e si esce sul magnifico ballatoio di vetta del Cardinàl (2488 m,). Croce e libro di vetta.

La discesa avviene lungo il versante Sud-Est ("Via Normale da SE"): seguendo sempre i segnavia, ci si cala molto ripidamente per erti prati e roccette in direzione dell'ampio avvallamento detritico (tratto attrezzato con cavo metallico nel canale) e, con un ultimo traverso, si raggiunge la Forcella Busa Alta (2301 m,) tra il Cardinàl e la cima della Busa Alta, che mette in comunicazione la stessa Busa Alta con il Tovo del Cardinàl. Da qui, seguendo la traccia segnata, si scende verso sinistra, in una conca detritica dove è facile trovare neve dura anche in stagione avanzata: il sentiero si mantiene sul lato destro della conca con discesa inizialmente su ghiaie franose poi più comodo e percorrendo un panoramico tratto su coste erbose, scende nuovamente con decisione fino a ritrovare il bivio fra le due vie normali e da qui, per il percorso di salita, nuovamente al Rifugio Cauriol.

DIFFICOLTA’: EE (alcuni facili passi attrezzati)

Commenti

    You can or this trail