Tempo in movimento  3 ore 48 minuti

Tempo  4 ore 53 minuti

Coordinate 2743

Caricato 1 luglio 2018

Registrato luglio 2018

-
-
1.608 m
1.099 m
0
3,9
7,8
15,61 km

Visualizzato 122 volte, scaricato 2 volte

vicino a Pra di Sotto, Emilia-Romagna (Italia)

Partenza dalla località Le Lezze si prende la via Giardini verso Est direzione Barigazzo, ma dopo poche centinaia di metri si comincia a salire verso sud sul sentiero dello scalpellino, che arriva ad incrociare la via Vandelli vicino al bivio col sentiero che continua a salire sempre in modo deciso verso la cima del Cantiere.

L'ambiente è dominato da dolci vallate e costituito da vasti boschi. I prati, i pascoli ed i boschi sono ricchi di vegetazione tra cui possiamo trovare pini, abeti e specie floreali protette.
Si trova ad un'altezza di 1303 metri sopra il livello del mare una posizione privilegiata per gli amanti del trekking visti i molti sentieri sia tra i campi del paese ma sia in escursione tra i percorsi montani dove la vetta più vicina è il Monte Cantiere ad un'altezza di 1617 sopra il livello del mare. Dal Monte Cantiere il paesaggio è mozzafiato: ampia vista delle vallate, dei paesi Barigazzo e Pra di Sotto e del Monte Cimone.

Dopo poco meno di un ora con passo non troppo forzato si arriva sulla sommità e proseguendo si comincia a scendere verso le Piane.
Qui su di una larga forestale si scende con passo deciso fino ad arrivare sulla via del Duca e ben presto si raggiunge la sopra citata località.

La località delle Piane di Mocogno, distante 10 km dal capoluogo, dispone di diverse pista da sci, con impianti di risalita e di innevamento artificiale. Il centro fondo di Piana degli Amorotti ha ospitato dal 26 al 28 febbraio 2010 i Campionati Italiani Allievi, maschili e femminili, di sci nordico. Inoltre Lama Mocogno ha ospitato in diverse occasioni il ritiro della Nazionale Italiana di sci di fondo.

La chiesa della Beata Vergine Assunta è situata in pieno centro del paese.
Essa è completamente costruita con mattoni in pietra e il tetto ricoperto da piange.

Il luogo è anche meta di turismo estivo. Essendo distante 66 km da Modena, è facilmente raggiungibile per sfuggire al caldo della pianura e passeggiare nei facili sentieri tra i boschi.

Da ricordare la presenza alle Piane dell'osservatorio astronomico del Frignano, dismesso qualche anno fa. La località infatti è nota per la purezza dell'atmosfera che permette una visibilità ottimale, non solo per le osservazioni astronomiche ma anche per quelle panoramiche in quanto da qui, e in particolar dal Monte Cantiere, è possibile ammirare gran parte dell'Appennino nord occidentale.

Percorriamo qualche km sulla strada che porta alle Piane dalla via Giardini in senso contrario e sotto l’ultimo tornante a sinistra in mezzo alla curva parte una carrareccia che si inoltra nel bosco, la seguiamo fino a laciarci condurre su altra forestale segnata bianco rossa che ricomincia a salire in direzione nord ovest. Raggiungiamo di nuovo la via Vandelli e la percorriamo fino a trovare nuovamente il punto di intersezione con la quale siamo saliti. Scendiamo verso Sud sulla carrareccia dello scalpellino che ci riporta sulla via Giardini e al punto di partenza.
fotografia

Monte Cimone

fotografia

Monte Cantiere

fotografia

Cima del Camtiere

fotografia

Panorama

fotografia

Le piane

fotografia

Cimone

fotografia

Alberi

Commenti

    Puoi o a questo percorso