Scarica

Distanza

10,1 km

Dislivello positivo

1.223 m

Difficoltà tecnica

Medio

Dislivello negativo

1.223 m

Altitudine massima

2.740 m

Trailrank

56

Altitudine minima

1.515 m

Tipo di percorso

Anello

Tempo in movimento

2 ore 47 minuti

Tempo

8 ore 9 minuti

Coordinate

1677

Caricato

23 agosto 2021

Registrato

agosto 2021
Condividi
-
-
2.740 m
1.515 m
10,1 km

Visualizzato 100 volte, scaricato 6 volte

vicino a San Giacomo, Abruzzo (Italia)

Dal panoramico Passo di S. Leonardo, dopo qualche chilometro, si trova sulla destra una strada che, dal sul Sentiero del Bosco della Lama Bianca, dopo circa 5 km porta al Piazzale della Rava del Ferro (1482 mt), dove comodamente si parcheggia la macchina. Il toponimo sta ad indicare la presenza del ferro tra le rocce. Il termine Rava, invece, è caratteristico di quei canali con presenza di abbondanti ghiaie. Superato un primo comodo passaggio in un tratto di bosco, il sentiero sale ripido con forti pendenze e con passaggi a cui bisogna fare molta attenzione per la presenza di ghiaie mobili. In compenso l´ambiente circostante è interessante, si è infatti al centro di imponenti balze di roccia verticali ed è sempre possibile avere incontri ravvicinati con gruppi di camosci,  come fortunatamente è capitato anche a noi più volte durante l'intera escursione.
Raggiunta per così dire la prima vetta, intorno ai 2300 mt, all'inizio di un ampio pianoro carsico, il sentiero, che piega a sinistra diventa più agevole. In un'ora è possibile raggiungere la vetta del Monte Amaro (2793 mt) dove, oltre alla Croce di Vetta c'è anche il famoso Bivacco Pelino del CAI di Sulmona, caratteristico per il suo colore rosso. Quì il tempo vola, per un pò di riposo, per fare foto ed ammirare l'ampio panorama. Nei pressi della Vetta continuiamo ad ammirare camosci al pascolo ed anche quelle rare presenze di Stelle alpine e piccoli ciuffi di Genepy.
Il percorso per il ritorno è lo stesso di quelle dell' andata,  che raccomandiamo sempre di effettuare con precauzione per evitare probabili cadute.
Un saluto a tutti dal Monte Amaro della Maiella, il secondo massiccio montuoso più alto degli Appennini continentali dopo il Gran Sasso d'Italia.
È la Montagna Madre dell'Abruzzo! Una montagna che lascia senza fiato letteralmente in tutti i sensi, ma che ripaga abbondantemente per tutto quello che dona. Felice di esserci tornato anche quest'anno e di averci portato altri amici.
LAUDATO SI!
Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Flora

Flora

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Fauna

Fauna

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Waypoint

Commenti

    Puoi o a questo percorso