Tempo  7 ore 20 minuti

Coordinate 721

Caricato 12 dicembre 2014

Recorded dicembre 2014

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
1.440 m
761 m
0
3,8
7,6
15,22 km

Visto 3302 volte, scaricato 95 volte

vicino La Villa, Toscana (Italia)

Salita verso il crinale dell'Alpe della Luna, passando per un percorso alternativo che inizia su un sentiero situato a metà strada fra C. il Palazzo e C. il Podere in località Montagna di Sansepolcro (AR) (Vedi Mappa)

Dopo aver parcheggiato, si va verso la salita iniziale che è un sentiero poco utilizzato, ma molto praticabile a piedi e termina su di un prato che fiancheggia il crinale, dove sussiste un Rifugio di Fortuna.
Il crinale dell'Alpe della Luna è un sentiero CAI piacevole da percorrere, con dolci dislivelli, che non fanno sentire la fatica.
In questo itinerario si è percorso tale crinale per tutta la rimanente lunghezza in direzione del Monte dei Frati, 1454 mt. per poi discendere lungo il "Bruciato" in direzione del "Col del Pegli" da cui ci si ricongiunge alla careggiabile che a sinistra muove in direzione di Pian delle Capanne.
Prima di giungere al Rifugio di Pian delle Capanne, si è preferito, al Poggio della Ciocchetta, girare a sinistra, lasciando la carreggiabile, per percorrere un sentiero alternativo, bypassando quindi Pian delle Capanne.
Giungi alla Spinella, si è intrapreso il sentiero che porta a Montagna, girando però al primo bivio a destra, su di un ripido e sassoso sentiero in discesa (segnalato con targhe del Rally Sansepolcro) in direzione della Località "il Condotto" fiancheggiando l'Afra, per ricongiungersi poi al punto di partenza.
Sebbene la maggior parte del persorso è stato su sentieri CAI, lo scopo di aver intrapreso alcuni sentieri nuovi è stato quello di conoscere luoghi nascosti, quasi sempre sconosciuti a coloro che praticano solo sentieri abituali.

La giornata è stata di pieno sole, una scricchiolante coltre di neve all'approssimarsi della cima ci ha tenuto compagnia per qualche chilometro.
Il Bivacco sul Monte dei Frati ha costituito motivo di sosta per uno spuntino.

Gli estesi prati adiacenti alla Spinella erano animati da una moltitudine di Daini che brucavano l'erba.

Un percorso consigliato per i panorami a perdita d'occhio, i continui cambiamenti di flora, le testimonianze storiche legate alla linea gotica, gli antichi casolari, i corsi d'acqua, i Daini e i Rifugi.





Nome: Montagna - Alpe della Luna
Orario inizio: 12/12/2014 08:02Orario fine: 12/12/2014 15:23Distanza: 15,1 km (06:50)Tempo movimento: 03:16Media segmento attuale: 2,2 km/hMedia veloc. mov.: 4,6 km/hMax. Velocità: 5,5 km/hAltitudine minima: 761 mAltitudine massima: 1440 mVelocità di salita: 209,1 m/hVelocità di discesa: -371,7 m/hGuadagno di elevazione: 760 mPerdita di elevazione: -760 mTempo di salita: 03:32Tempo di discesa: 02:09
Bivio con ben 5 direzioni, prendere subito a destra
Piccolo Rifugio di emergenza con un tavolo esterno. Al Rifugio intraprendere il crinale a sinistra.
Questo è un importante valico per discendere sul versante opposto in direzione delle Marche.
Fare attenzione! In questo punto è facile confondersi e invece di girare a sinistra si può cadere in errore e continuare dritti andando per il verso sbagliato!
Da questo bivio è possibile scendere in direzione di Badia Tedalda. Dal lato opposto invece, scendere per Pian delle Capanne, passando per il Monte Cucco.
Punto panoramico molto conosciuto, con un strapiombo, protetto da palizzata e alcuni massi sporgenti. E' possibile spaziare dal Sasso Simone e Simoncello a buona parte delle Marche.
Promontorio nascosto fra gli arbusti, privo di protezione e assai esposto da cui è possibile godere del panorama in modo privilegiato rispetto ad altri punti.
Punto più alto dell'Alpe della Luna.
a pochi metri dalla Vetta del Monte dei Frati, questo bivacco di legno incustodito, ma utile in caso di necessità, dispone oltre dei tavoli esterni, anche di due comodi tavoloni interni per coricarsi.
Da questo Bivio è anche possibile scendere in direzione di Badia Tedalda attraverso un sentiero CAI.
la segnaletica CAI in questo punto è poco visibile, quindi scendere verso il prato.
a questo punto si può lasciare la strada prendendo a destra un sentiero poco visibile che solca il prato in discesa.
Prima del Poggio della Ciocchetta, c'è qui a sinistra una deviazione, utile a coloro che voglio accorciare il percorso, bypassando il Rifugio di Pian delle Capanne ed evitando tratti di carregiabile per un percorso più naturale.
La foto non rende l'idea di questo guado sullo Stianta che nei mesi piovosi è ricolmo di acqua che invade completamente il sentiero a cui si aggiungo rivoli provenienti dalla sovrastante dosso trasformando il continuo della strada in un fosso. Non ci sono comunque problemi per il superamento.
Questa segnaletica sta ad indicare il percorso che ricongiunge al Monte Maggiore, passando per il Monte Cucco dell'Alpe della Luna.
La Spinella è citata in cronache e cartografie storiche già dall'anno 1000, prima come castello poi come abitazione rurale e casa colonica. E' stata abitata fino agli anni 60 da famiglie contadine. In seguito all'abbandono della montagna è stata acquistata dalla Regione Toscana ed amministrata dalla Comunità Montana Valtiberina. Negli ultimi trenta anni è stata utilizzata per l'accoglienza di gruppi. Nel 2010 viene ristrutturata e convertita in rifugio alpino. Rif.: http://www.extravaganti.it/1/rifugio_la_spinella_249055.html
invece di seguire le indicazioni CAI per Montagna, si e' preferito scendere in questa ripida strada, volendo far un percorso alternativo che fiancheggia il torrente Afra e che passa in loc. "il condotto"

4 commenti

  • Foto di Luchinobr

    Luchinobr 9-nov-2015

    ma fino al punto di inizio percorso ci si arriva in auto?

  • Foto di jiva

    jiva 9-nov-2015

    Si, ci si arriva in auto, la strada e' sterrata ma percorribile, almeno fino a quel punto dove inizia il sentiero. . . abbiamo anche trovato modo di parcheggiare di lato, in un punto in cui la strada era piu' larga.

  • Foto di Luchinobr

    Luchinobr 9-nov-2015

    Grazie!

  • rambi 8-mag-2016

    I have followed this trail  View more

    Grazie!

You can or this trail