Tempo  9 ore 17 minuti

Coordinate 2232

Uploaded 21 ottobre 2018

Recorded ottobre 2018

-
-
1.867 m
932 m
0
4,0
8,0
16,0 km

Visto 174 volte, scaricato 4 volte

vicino Moggio, Lombardia (Italia)

Una bella uscita con una compagna indesiderata... la nebbia.
In una giornata che in teoria avrebbe dovuto essere soleggiata ci siamo ritrovati immersi nella nebbia per tutto il tempo.
Partiti da Moggio in direzione delle baite Cornisello lungo un sentiero ben evidente e molto tranquillo dal punto di vista della pendenza ,... con passo lento abbiamo raccolto delle bellissime castagne in attesa che il sole si facesse largo fra la nebbia.
Arrivati prima alle baite e successivamente nel pianoro di prato dell'orso la situazione non è cambiata... e alle difficoltà della nebbia si è aggiunta l'impossibilità di seguire il sentiero,...siamo saliti a caso lungo ripido fianco fin sopra la costa rocciosa dove il sentiero è diventato più evidente e ci ha condotto senza dover affrontare grosse difficoltà (salvo qualche tratto leggermente esposto) fino agli impianti sciistici dei piani di Bobbio.
Dopo qualche foto al bel laghetto nei pressi del rifugio Lecco, siamo ripartiti lungo il sentiero degli stradini in direzione del rifugio Cazzaniga, purtroppo la nebbia ci ha accompagnato per tutto il tempo limitando di molto la nostra voglia di scattare foto,... alcuni stambecchi curiosi si sono avvicinati lungo il sentiero scosceso saltando da uno roccia all'altra (purtroppo il video che ho girato non è molto chiaro per cui non lo pubblico) aiutando il nostro morale.
Arrivati in un pianoro nei pressi del bivio per la cabinovia (bandiera) ha fatto capolino qualche raggio di sole pertanto abbiamo deciso approfittarne per mangiare rinunciando al passaggio dai rifugi Cazzaniga e Nicola.
Da quì abbiamo proseguito lungo una carrareccia fino al rifugio Casari e addolcito il nostro umore con una bella porzione di strudel siamo tornati a Moggio seguendo il sentiero a ridosso del torrente Vallone in poco più di 1h30'.
Difficoltà da segnalare:
- da Prato dell'orso il sentiero praticamente non esiste...si sale a naso lungo un costone molto ripido
- il sentiero degli stradini presenta diversi punti esposti, alcuni provvisti di funi fisse altri senza protezione, è un tratto che va percorso con molta attenzione
Non c'è acqua lungo il percorso ma vi sono comunque molte possibilità di ristoro a partire dai piani di Bobbio, ...il percorso infatti si snoda nei pressi di molti rifugi raggiungibili con deviazioni di pochi minuti
Nel complesso giudico questa escursione positivamente,...rimane il rammarico di non averla goduta appièno a causa della nebbia che ha voluto accompagnarci per tutto il giorno









Angelo Esposito: Rifugio Nicola Barzio, Lecco, ITA +390341997939
proprietario: Cai Lecco: Rifugio Lecco Barzio, Lecco, ITA +390341910669

Commenti

    You can or this trail