• Foto di Miniera del Pilone
  • Foto di Miniera del Pilone
  • Foto di Miniera del Pilone
  • Foto di Miniera del Pilone
  • Foto di Miniera del Pilone
  • Foto di Miniera del Pilone

Difficoltà tecnica   Medio

Tempo  3 ore 47 minuti

Coordinate 368

Uploaded 31 agosto 2017

Recorded agosto 2017

-
-
399 m
235 m
0
0,9
1,8
3,64 km

Visto 191 volte, scaricato 16 volte

vicino Piano delle Castagne, Abruzzo (Italia)

La Miniera del Pilone, uno tra i tanti tesori nascosti della Majella che vanno al di la’ delle salite alle cime piu’ alte, permette un’escursione veramente interessante ed unisce il piacere di immergersi nella natura con quello della storia ed archeologia industriale, respirando aria di tempi passati e di duro lavoro. Probabilmente alcuni arriveranno all’inizio del sentiero per caso, visto che le mappe di Google portano qui se cercherete le “cascate di Lejo” ( vedi mia traccia https://it.wikiloc.com/wikiloc/view.do?id=19482218 ) ma anche se e’ cosi’ non rinunciate: visitatela ! Se andate con dei bambini, prestate attenzione: qualche passaggio richiede cautela e vi sono due gallerie che, anche se invitanti, e’ meglio eventualmente visitare con qualcuno che ne conosca a fondo il tracciato ! Dal parcheggio si continua inizialmente in leggera discesa (qualche cartello di divieto di transito motorizzato e uno che avvisa che NON e’ la strada per le cascate..), per poi, piu’ ripidamente, coprire -80 mt dls e ritrovarsi presso una vigna. Alla dx della stessa parte un sentierino nel bosco e, in discesa ripida, conduce al primo ingresso delle miniere. Una sbarra della cancellata e’ piegata ed inviterebbe ad entrare. Meglio osservare da fuori, magari portando una bella lampada. Ci si trova sul bordo di un alto vallone ed occorre fare attenzione, anche se qualche vecchio passamano in ferro dara’ almeno l’illusione di proteggere il tracciato. Scendendo nel greto (ambiente eccezionale !) si procede nello stesso incontrando vari esemplari di quello che costituiva la vita e la lavorazione: ruote di carrelli, carrelli interi, gabbie, ponti crollati..un mondo affascinante. Si cammina ancora nell’alveo, superando punti suggestivi fino ad una briglia che divide il corso del fiume con un salto di una ventina di metri. Qui, ovviamente, termina il percorso. Ritornando indietro, sulla dx (indicato dal waypoint “Miniera aperta con tunnel” si sale verso le pareti per trovarsi di fronte ad un secondo ingresso della miniera. L’esterno e’ caratterizzato da carrelli ed altre attrezzature, e l’accesso al tunnel e’ possibile perche’ aperto. Si puo’ camminare qualche decina di metri, ma poi meglio riuscire ed, eventualmente, effettuare una visita in piu’ persone, attrezzate con potenti luci o con qualche associazione che vi fornisca anche delle spiegazioni piu’ approfondite sul luogo. Per lo stesso, affascinante, percorso si risale (faticosamente) fino al parcheggio. Mentre camminerete sulla sterrata, poco prima di terminare, sulla dx avrete una vista dell’uliveto dall’altra parte del vallone, che costituisce il sentierino di ingresso alle cascate di Cusano (o di Lejo).

Commenti

    You can or this trail