Tempo  9 ore 48 minuti

Coordinate 4955

Uploaded 19 dicembre 2018

Recorded dicembre 2018

-
-
1.943 m
1.443 m
0
6,4
13
25,55 km

Visto 60 volte, scaricato 1 volte

vicino Casamaina, Abruzzo (Italia)

Lungo ed impegnativo itinerario nel cuore del Velino, in condizioni di copioso innevamento. Si parte dal valico della Chiesola e si percorre il sentiero n.1 fino ai Prati di Cerasolo. Si prende poi il sentiero 1F che risale il vallone del Quartarone fino al rifugio. Da qui si intercetta il sentiero 2E che conduce al Morrone; lo si abbandona alla quota di circa 1800 m per risalire la lunga dorsale Sud del M. Ginepro, fino alla vetta, estrema propaggine molto decentrata rispetto a tutte le montagne del comprensorio.
Stupendi gli scenari che si ammirano da questa insolita prospettiva.
Per il ritorno si è optato di scendere il M. Ginepro per il ripido e boscoso versante Nord. Molta cautela occorre per evitare alcuni balzi rocciosi; è preferibile mantenersi sul lato destro dello spigolo, in cui le curve di livello sono meno ravvicinate. Tale discesa è stata resa possibile dalla presenza di neve che agevolava la propgressione: in caso di assenza di neve, la discesa sarebbe molto più difficioltosa a causa del fogliame e del viscido sottobosco.
Arrivati ai Prati di Cerasoli abbiamo fatto una puntatina al San Rocco per poi ritornare al valico della Chiesola quando ormai era buio.
A 42,24157N, 13,35794E Dal Valico della Chiesola si prende l'evidente carrareccia (sentiero 1)
A 42,23338N, 13,35888E A sinistra si prende il sentiero 5A per la valle del Morretano. Si prosegue invece a destra.
A 42,22228N, 13,34108E Si prende a sinistra per il rifugio del Campitello (sentiero 1F). Più avanti si giunge invece ai Prati del Cerasolo.
A 42,20002N, 13,35935E
A 42,20810N, 13,33215E
A 42,21539N, 13,34202E A dx si segue il sentiero 2D per la valle dell'Asino. A sinistra invece si prosegue per i Piani del Cerasolo.
A 42,22243N, 13,33579E
A 42,23066N, 13,30892E

Commenti

    You can or this trail