Tempo  6 ore 18 minuti

Coordinate 1906

Caricato 10 dicembre 2015

Registrato dicembre 2015

-
-
1.396 m
1.066 m
0
3,6
7,3
14,51 km

Visualizzato 3098 volte, scaricato 100 volte

vicino a Sant'Alberico, Emilia-Romagna (Italia)

Escursione ad anello sul M. Fumaiolo: Sant’Alberico, M. Aquilone, Sorgenti del Tevere, M. Fumaiolo, Rifugio Biancaneve, La Cella.
Percorso facile e per tutti che non presenta difficoltà . Si va a zig zag nella faggeta per godersela e per allungarle il periplo vero e proprio che sarebbe troppo corto per l’escursione di una giornata. Alla fine 13 km e 650 m. di dislivello ripartiti nel percorso, danno le giuste misure per una passeggiata bella e facile allo stesso tempo.
Arrivare al Fumaiolo dalla costa adriatica non è semplicissimo: i percorsi più brevi sono penalizzati dalla tortuosità delle strade e quindi all’andata abbiamo preferito passare da Cesena, e E45 con uscita a Quarto per poi farci 30 km di curve e bei paesaggi (Lago Acquapartita, Alfero, Trappola, Capanne) fino al bivio con la stradina che porta a Sant’Alberico. Lasciate le macchine al parcheggio, iniziamo l’escursione arrivando all’Eremo, ora disabitato dopo la morte di Fratel Michele (http://www.meteosantalberico.it/news.php). Da li prendiamo il sentiero a sx che costeggia l’Eremo e risale il fosso, poi al bivio torniamo a dx ritrovandoci al Poggio dei Sette Faggi per poi andare ad incrociare il sentiero che da Sant’Alberico conduce a Balze. Noi continuiamo in direzione del M. Aquilone tra faggete e prati arriviamo sotto la vetta del Monte per poi ritornare all’incrocio effettuando un taglio in mezzo alle felci per non perdere inutilmente quota. Il percorsi sono ben segnati e solo l’elevato numero di incroci può generare confusione,. Proseguendo verso le sorgenti del Tevere, abbiamo provato ad effettuare un taglio nel monte ma un fosso ci ha tagliato la strada e siamo scesi fino all’Hotel Fumaiolo per poi risalire fino alle Sorgenti. Foto ricordo del gruppo e voi via verso la vetta….. che ci ha lasciato un po’ delusi: il sentiero sale in un bosco di abeti fino alla postazione delle antenne…. Ma il bosco chiude la visuale e ci siamo consolati andando a prendere un caffè al rifugio Biancaneve.
Da li la strada del rientro è facile e ben segnata e rientriamo alle macchine facendo una ultima deviazione che vale decisamente la pena scendendo alla Cella a 500 metri dalle auto.

Aggiornamenti sulla situazione dell’Eremo qui:
http://www.ilrestodelcarlino.it/cesena/cronaca/2014/04/02/1047625-verghereto-eremita-lista.sht
Intersezione

Fosso di Sant'Alberico - bivio

quadrivio ben segnato, prendere a sx
Intersezione

taglio

prendere il prato di felci a dx
Intersezione

Bivio per Monte Aquilone

Quadrivio
Waypoint

Proseguire dritto

seguire la traccia
Intersezione

tagliare a sx

tenendosi in quota, andare nel bosco a sx fino a congiungersi con il sentiero che scende: se si segue la traccia poi bisogna attraversare un fossetto. meglio è scendere fino all'albergo seguendo il biancorosso
Picnic

Sorgente del Tevere

fotoricordo
picco

M. Fumaiolo 1.406 m.

Waypoint

Deviazione

Prendere per il Fosso della Cella , ora sentiero Cai
fontana

La Cella

Incantevole
picco

M. Aquilone m. 1355

M. Aquilone m. 1355
parcheggio

Parcheggio

Parcheggio
rifugio custodito

Rifugio Biancaneve

Rifugio Biancaneve
Religinė architektūra

Eremo di Sant'Alberico

vedere descizione generale e link Sant'Alberico

5 commenti

  • Foto di Luchinobr

    Luchinobr 10-dic-2015

    Bella descrizione come sempre! Grazie di tutto e a presto!

  • Foto di raffimia

    raffimia 11-dic-2015

    Posti magnifici e percorsi facili!!

  • Foto di Filippototo

    Filippototo 11-dic-2015

    Grazie Luca, al prossimo giro

  • Foto di Teo crb

    Teo crb 4-giu-2018

    si puo fare facile con moglie anche in mtb?

  • Foto di Filippototo

    Filippototo 4-giu-2018

    premesso che in mtb non vado e perciò la valutazione facile difficile mi è difficile, ti posso assolutamente consigliare sia il percorso che la zona. per il percorso i pezzi ( passaggio tra le felci) e taglio per la sorgente possono essere scavalcati con sentieri vicini che hai sulla carta open cycle map di wililoc. i dislivelli sono accessibili e ne verrà fuori una bella giornata.

Puoi o a questo percorso