-
-
-418 m
-418 m
0
2,9
5,8
11,57 km

Visto 261 volte, scaricato 0 volte

vicino Gualdo Tadino, Umbria (Italia)

Partiamo in Loc Madonnuccia raggiungibile tramite la strada che sale alla Valsorda riconoscibile per una edicola della Madonna. Qui parcheggiamo la macchina, ci incamminiamo per la carrareccia che sale alla nostra Sx, molto larga che sale dolcemente, la percorriamo per 300/400 metri finché non incontriamo la segnaletica che indica alla nostra Dx il Sent. N 204. Il sentiero sale dolcemente e si inoltra prima nella pineta e più in alto nel bosco. Si sale compiendo otto tornanti per poi tagliare per un lungo tratto olbliqamente la montagna. Si guadagna subito quota e il sentiero è veramente bello ci sono scorci sulla vallata veramente interessanti. Continuiamo a salire fino all'intersezione con il Sent. N 206 che imbocchiamo e seguiamo fino a raggiungere i prati del Serrasanta. Facciamo una piccola deviazione per gustare il panorama dalle Balze di Mezzogiorno ne vale proprio la pena. Riprendiamo il cammino seguendo il Sent. N 208 che prosegue tagliando i prati prima in piano poi in leggera discesa inoltrandosi e abbassandosi nel bosco, fino a raggiungere il fondo e poi risalire dalla parte opposta, siamo sempre nel bosco, non c'è segnaletica ma non si può sbagliare. All'uscita attraversiamo un pianoro erboso e mentre il sentiero scende leggermente alla nostra Sx una vecchia e malandata mulattiera sale ripidamente, non ci sono cartelli ma non si può sbagliare, conosciuta come la strada dei Cavallari. Cominciamo a salire con passo lento questo è il tratto più impegnativo, saliamo fino a raggiungere i prati del Pian delle Vescole. Raggiungiamo evidenti cartelli e proseguiamo alla nostra Sx salendo prima su prato poi su evidente carrareccia. Salendo facciamo una piccola deviazione per salire un piccolo cocuzzolo chiamato L'Omo di Sasso, godendo del panorama circostante. Proseguiamo il nostro cammino seguendo l'evidente carrareccia che ci porta all'intersezione con la carrareccia che va verso L'eremo del Serrasanta e l'altra che scende al parcheggio. Chi vuole può fare la deviazione fino all'Eremo ne vale la pena e poi scendere al parcheggio sottostante. Proseguiamo per la carrareccia che scende alla nostra Dx e raggiungiamo il parcheggio proseguiamo per il sentiero che attraversa i prati, in alternativa si può fare la carrareccia che scende a Dx. Scendiamo fino ad attraversare la strada incatramata che porta al parcheggio e continuiamo su prato scendendo fino ad attraversare di nuovo la strada incatramata, non esiste segnaletica ma non si può sbagliare, qui un sentierino sottostante la strada ci porta ad imboccare la carrareccia conosciuta come la Strada dei Santi riconoscibile per la stazione della via Crucis più alta dell'europa. Imboccata il sentiero lo percorriamo fino a scendere passando vicino al conservone dell'acqua riconoscibile anche dalla strada cementata. Arrivati in fondo attraversiamo la strada incatramata e percorriamo sul lato Dx la strada fino ad incontrare un sentiero che scende. Attraversiamo ancora la strada e imbocchiamo la carreggiata che ci riporta al punto di partenza, Loc Madonnuccia concludendo così il nostro giro ad anello.

Commenti

    You can or this trail