-
-
465 m
169 m
0
5,6
11
22,29 km

Visto 2114 volte, scaricato 21 volte

vicino Masseria Speciale, Sicilia (Italia)

Percorso naturalistico tra colline vocate alla coltura del grano duro, oggi disseminato da una gran quantità di pale eoliche, ultimo ritrovato e falso volano di sviluppo della zona, fertile per definizione. Il percorso naturalistico va fatto a piedi e racchiude un comprensorio agricolo tutelato da millenni dalla dea Cerere che a tutt'oggi continua a sussurrare questa gente, la nostra gente e noi stessi, a dedicarci al grano con tutto ciò che ne deriva. Bisogna crederci ed invocare Cerere affinchè ispiri, inoltre, questi 90 Proci-cialtroni che siedono nella sala di Ercole, che qui c'è bisogno di strade, acqua, elettricità e mezzi agricoli e non di pale eoliche che nemmeno sotto il respiro iroso di Eolo riescono a muoversi più di tanto. Si parte dalla contrada "Saraceni" ed è un continuo salire per vecchi tratturi, costeggiando vecchie cave, per arrivare alla S.P. che congiunge Judica a Libertinia. Da qui si ridiscende di quota per incontrare il vecchio ed abbandonato aggregato agricolo Mandrie Bianche; alcuni chilomentri ancora per sopraggiungere a Libertinia, frazione di ramacca. Il villaggio di Libertinia, frutto di un esperimento fallito del fascismo, che voleva formalmente trasformare il sistema latifondista siciliano, è ormai un luogo silente per la scarsa presenza umana e l'abbandono, pressocchè totale delle terre. Neppure i Tusa ci son voluti restare perchè qui, come in ogni comprensorio del centro dei Siculi coronato dagli Erei, tutto si è fermato! La speranza è quella di avere visto e constatato che, i rari bambini che qui crescono, lontani dai falsi miti di oggi (la realtà virtuale), crescono sani, forti, robusti e sperti! Qui si ritorna per la SS.192 costeggiando la vecchia stazione di Libertinia e non posso non commuovermi al ricordo di chi qui visse, fortunato, gli albori della sua breve ma pur intensa vita, allorquando, levatosi al canto del gallo, prendeva quotidianamente la littorina per andare a studiare a Catania; era buono ed ogni giorno ci teneva il posto che a turno occupavamo un pò tutti i pendolari della stazione successiva di Catenanuova; e poichè Lui era bravo ci aiutava sempre nelle ripetizioni.
vecchio insediamento agricolo in rovina

1 comment

You can or this trail