-
-
1.854 m
1.258 m
0
3,3
6,6
13,28 km

Visto 991 volte, scaricato 43 volte

vicino Capanne Curtiglia, Toscana (Italia)

Lunghezza: 13,3 km
Località di partenza: Lagoni (1339 m) - Parma
Lunghezza: 13,3 km
Quota massima: 1861 m monte Sillara
Dislivello complessivo in salita: 1069 m
Arrivo: Lagoni (1339 m) - Parma
Acqua sul percorso: NO
Come arrivare: da Parma si percorre la SP665 verso Langhirano. Superato il paese si continua dritto in direzione di Pastorello dove, alla rotonda, si prosegue, prima uscita a destra, per Corniglio. Superati i paesi di Beduzzo, Curatico, Vestola si arriva a Miano. Poco dopo Miano si gira a destra e si seguono le indicazioni per Lagdei. Giunti in località Cancelli si gira a sinistra su strada sterrata e dopo circa 5 km si arriva ai lagoni dove c'è il parcheggio libero.
12/09/2015. Parcheggiamo l’auto nel piazzale del ristorante ai Lagoni (1339 m) e, dopo aver riempito la borraccia alla fontana, l’unica che si trova lungo il percorso, prendiamo il sentiero, che, inizialmente è lastricato, poi a mano a mano che s’inoltra nel bosco, si trasforma in una mulattiera che sale subito con buona pendenza. In poco tempo giungiamo in un punto panoramico, dove è possibile scorgere il lago superiore dei Lagoni (1355 m). Dopo un breve tratto pianeggiante, la salita riprende, addentrandosi nella faggeta. Seguiamo le indicazioni per Rocca Pumacciolo (0,40 ore) e Sella Pumaccioletto (0,20 ore). Dopo un breve tratto di discesa il sentiero riprende a salire fiancheggiando una pietraia. Di fronte a noi si erge il monte Pumaccioletto (1690 m), mentre sullo sfondo possiamo ammirare i due laghi Gemini (Lagoni). Continuiamo a salire seguendo i segnavia biancorossi fino a giungere alla Sella Pumaccioletto (1585 m). Seguiamo la segnaletica verticale che indica Sella del Paitino (1 ora) e Rocca Pumacciolo (0,20 ore). Continuiamo a salire fino a raggiungere la Sella del Paitino (1764 m). Ci incamminiamo in salita verso il Monte Paitino, da dove si può vedere in lontananza il mare, poi scendiamo leggermente e proseguiamo in leggera salita verso il Monte Sillara. Arrivati sul crinale continuiamo a camminare fino a raggiungere la vetta più alta dell’appennino parmense, il monte Sillara (1861 m). Da un lato, poco più in basso del monte, possiamo ammirare i due laghi del Sillara (1732 m), mentre dal lato opposto, possiamo vedere il golfo di La Spezia, l’isola Palmaria e l’isola del Tino. Di fronte a noi si staglia il profilo delle Alpi Apuane e possiamo godere di un meraviglioso panorama a 360°. Riprendiamo il cammino ripercorrendo un breve tratto dello stesso sentiero dell’andata e questa volta saliamo sulla vetta del Monte Paitino (m). Scendiamo nuovamente alla Sella del Paitino e continuiamo seguendo la segnaletica verticale indicante il Monte Matto. Il sentiero è molto bello e panoramico, e segna il confine tra Toscana ed Emilia. Dopo circa un’ora arriviamo sul monte Matto (1837 m) e facciamo una breve pausa per mangiarci una banana. Il panorama spazia dal Monte Scala alla Rocca Pumacciolo, dai Monti Navert, Sillara fino ai Monti Marmagna e Orsaro. Dopo un breve ...continua su: http://gianolinibike.it/node/592

View more external

Commenti

    You can or this trail