Tempo  7 ore 2 minuti

Coordinate 624

Caricato 5 agosto 2020

Registrato luglio 2020

-
-
1.948 m
1.446 m
0
2,4
4,7
9,41 km

Visualizzato 111 volte, scaricato 4 volte

vicino a Casa Mordini, Emilia-Romagna (Italia)

Splendido e panoramico trekking nel Parco del Frignano. Ho considerato questa escursione per esperti a causa del sentiero classificato per EE sul CAI n°00, nel tratto che inizia sulla cresta sopra il Lago Torbido e termina sulla cima del Monte Rondinaio.
Inizio la mia escursione dal parcheggio presso il bar ristorante Rifugio il Cacciatore (mt. 1458), seguo il sentiero CAI n°519 (anche n° 523 e n° 525), dopo circa 300 metri (trecento) svolto a sinistra mantenendomi sul CAI n°519 (n°523 – Alta Via dei Parchi – E 1). Sono adesso all’interno delle rigogliose faggete del parco di Frignano, cammino ancora per circa 300 metri (trecento) ed ecco di nuovo un bivio, anche qui svolto a sinistra seguendo il sentiero CAI n°519 con indicazioni per Foce Giovo, Passo d’Annibale, Passo Fariola. Il bel sentiero si snoda con leggero andamento ondulatorio sul versante del monte, passo da Fonte Ricca (1480) e proseguo sul CAI n°517 iniziando l’ascesa che mi conduce nella bella conca del Lago Turchino (mt.1616), caratterizzata da una vegetazione priva di piante ad alto fusto ma ricca di molte varietà di vegetazione bassa. Il piccolo lago di origine glaciale è situato nella testata dell’alta Valle delle Tagliole ai piedi del Monte Rondinaio, vi si trova anche un rifugio in legno che risulta chiuso e senza alcun riferimento né contatto per poterne usufruire. Dal lago Turchino seguendo il sentiero CAI n°517 risalgo l’ampio anfiteatro in direzione del Lago Torbido, ricoperti di mirtilli in questi ampi prati vive una colonia di marmotte. Il Lago Torbido (mt.1650), affiorante tra i ghiaioni di un’antica morena è ormai ridotto in secca dal periodo siccitoso dell’estate. Avanzo in salita sempre sul CAI n°517 fino all’intersezione con il CAI n°00 (Alta via dei Parchi) sul crinale, bello il paesaggio. Sulla dorsale svolto a destra mantenendomi sul CAI n°00, brevemente sono sul balcone dove inizia il tratto del sentiero classificato per EE. Ripido fra roccette e meravigliosi panorami conduce alla cima del Monte Rondinaio (mt.1964), la massima quota di questo trekking. Superba la vista a 360° che si ha dalla vetta, da una parte la Garfagnana e le Alpi Apuane, dall’altra la Valle delle Tagliole con i suoi borghi di Ca’ di Gallo, ronchi e Rotari. Dopo aver lasciato un pensiero sul “Libro di Vetta” inizio la discesa, lascio il CAI n°00 e cammino sul CAI n°521 che discende il panoramico versante alla Finestra del Rondinaio (mt.1860). Faccio una deviazione sulla mia destra per andare alla croce sulla cima del Monte Rondinaio Lombardo (mt.1826), cima meno nota e frequentata, resta comunque un’elevazione marcata e molto panoramica in una zona di grande valore naturalistico giustamente inserita nell’ambito del Parco Regionale dell’Alto Appennino Modenese. Ritorno sui miei passi, dopo circa 100 metri (cento) lascio il sentiero di cresta e prendo sulla mia destra una traccia di sentiero che ben evidente discende in obliquo il versante e mi riconduce brevemente sul CAI n°521. Al termine di un ripido ed ampio canalone il sentiero entra in ambiente boschivo e da qui sulle rive del Lago Baccio (mt.1550), lo specchio d’acqua è ubicato in una conca ad alto valore ambientale. Con il comodo sentiero CAI n°523 (Alta Via dei Parchi) continuo il mio trekking fino al Lago Santo Modenese (mt.1501), dove termina la mia escursione. Il bacino ha un'origine in parte glaciale e in parte dovuta ad una frana, molto frequentato da turisti, sulle sue rive vi sono ben tre rifugi con servizio bar, ristorante e pensione.
Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Rifugio custodito

RIFUGIO LAGO TURCHINO

Commenti

    Puoi o a questo percorso