• Foto di Lago di Picol e Bivacco Davide da S. Antonio (Val Brandet)
  • Foto di Lago di Picol e Bivacco Davide da S. Antonio (Val Brandet)
  • Foto di Lago di Picol e Bivacco Davide da S. Antonio (Val Brandet)
  • Foto di Lago di Picol e Bivacco Davide da S. Antonio (Val Brandet)
  • Foto di Lago di Picol e Bivacco Davide da S. Antonio (Val Brandet)
  • Foto di Lago di Picol e Bivacco Davide da S. Antonio (Val Brandet)

Difficoltà tecnica   Impegnativo

Tempo  3 ore 55 minuti

Coordinate 5471

Uploaded 5 agosto 2014

Recorded agosto 2014

-
-
2.600 m
1.085 m
0
2,8
5,7
11,32 km

Visto 1059 volte, scaricato 20 volte

vicino Sant'Antonio, Lombardia (Italia)

Dal ristoro e parcheggio di S. Antonio(1.127mt) si segue il corso del torrente che scende sulla sinistra dell’abitato. Da poco esiste una deviazione che permette di evitare il paese. Una comoda strada sterrata percorre tutto il fondovalle fino alla Malga Casazza. La prima parte del percorso è in sensibile ascesa, fino al bivio per Campovecchio; in seguito diventa pianeggiante. Superate le baite di Brandét-Francesconi, ci s’imbatte nella piana di Brandét. In fondo ad un rettilineo si giunge all’insediameto rurale più importante dell’intera Valle. Ci si trova a circa 1.300 metri di quota e, lasciato alle spalle questo agglomerato abitativo, si prosegue seguendo il corso del corrente. Poche decine di metri e si raggiunge il rifugio Brandét, ubicato al limite di un’abetaia. La strada sterrata continua in lieve ascesa; si entra e si esce più volte dal bosco e si attraversano ampie pasture. Tra il rifugio Brandét e la malga Casazza si trovano aree attrezzate per la sosta. Più avanti la strada abbandona il fondovalle ed entra nel bosco dopo una pastura, poi prosegue in discesa fino ad un ponte, che si trova poco prima della Malga Casazza. A questo punto si lascia la strada e si seguono sulla destra le indicazioni per il lago di Piccolo. Da qui sono visibili su di un dosso le baite della Malga. Si segue il torrente che scende a destra dell’Alpeggio, si sale per un comodo sentiero sul lato sinistro del corso d’acqua fino a quota 1.650 circa, indi lo si scavalca e ci si porta sulla sponda opposta. Da questo punto ha inizio la vera salita al lago di Piccolo. Procedendo in mezzo agli ontani, in un susseguirsi di curve e controcurve, si raggiunge la Malga di Piccolo, q. 1.897. Delle antiche baite restano solo mucchi di sassi, dove si trovavano i muri perimetrali. Si attraversa nuovamente la Valle compiendo un mezzo giro, si raggiunge un corno roccioso dal quale è possibile osservare il fondovalle. L’ascesa diventa più impegnativa, si seguono canali e si aggirano grandi rocce levigate dai ghiacci, procedendo per lunghi tratti a zig-zag. Dopo un breve avvallamento che si attraversa in diagonale in un’ampia conca ai piedi del m. Borga, si raggiunge il lago di Piccolo (2378mt, ore 4.00 da Sant’Antonio). Si risale alla sinistra del lago per raggiungere il passo del Torsoleto(2.578mt). Il sentiero non presenta difficoltà e passa in vicinanza del m. Castel di Piccolo. In un susseguirsi di saliscendi, il sentiero attraversa una zona quasi pianeggiante e in seguito si immette in una pietraia ai piedi del valico. Infine, in cresta a sinistra, giunge al Bivacco Davide(2645mt). In quest’ultima parte il tracciato, pur essendo segnalato, è decisamente meno marcato.

Commenti

    You can or this trail