Tempo  5 ore 35 minuti

Coordinate 3437

Uploaded 18 settembre 2018

Recorded agosto 2018

-
-
1.028 m
466 m
0
5,7
11
22,64 km

Visto 340 volte, scaricato 13 volte

vicino Torriglia, Liguria (Italia)

Quella che parte da Piacenza è probabilmente una delle meno note tra le "Vie del Mare" (o "Vie del Sale) che dal Basso Piemonte / Oltrepo Pavese / Pianura Padana portano verso al Mar Ligure.

Un trekking di 162 km circa con 6000 metri di dislivello (sia positivo che negativo) ispirato dal libro "La Via del Mare - da Piacenza a San Fruttuoso" di Paolo Cervigni (editore Il Sentiero, 2014), che abbiamo diviso in 9 tappe:

Tappa 1: Piacenza - Rivalta Trebbia
Tappa 2: Rivalta Trebbia - Costa del Grillo
Tappa 3: Costa del Grillo - Casa Matti
Tappa 4: Casa Matti - Bralello
Tappa 5: Bralello - Capannette di Pej
Tappa 6: Capannette di Pej - Casa del Romano
Tappa 7: Casa del Romano - Torriglia
Tappa 8: Torriglia - Calcinara
Tappa 9: Calcinara - San Fruttuoso

Sicuramente si possono unire alcune tappe e fare qualche giorno in meno, ma abbiamo cercato il miglior compromesso possibile tra un passo lento, per godersi il cammino senza affannarsi nonostante lo zaino da 10/12 chili e la scarsa presenza di accoglienza sul percorso (sopratutto nella prima parte).

--------------

TAPPA 8 / TORRIGLIA - CALCINARA

Il 23 Agosto 2018 alle 7:35 ripartiamo da Torriglia per la penultima tappa della nostra Via del Mare.
Prima di tutto dobbiamo andare a riprendere la Via, che abbiamo lasciato ieri per scendere al punto tappa.
Dal Centro ecc ecc risaliamo a Via degli Alpini, poi Piazza Erasmo Piaggio, poi Via Ponte Nuovo ed infine svoltiamo a destra in Via Casaleggio, dopo la strada passa sotto una corta galleria dove campeggia il ritratto della “Bella di Torriglia”.
Seguiamo Via Casaleggio fino a trovare le indicazioni per la Cappelletta della Costa, che ci fanno abbandonare l’asfalto per salire a sinistra su selciato.
Guadagnato nuovamente un asfalto, proseguiamo a destra per pochi metri per poi svoltare nuovamente a sinistra in salita sempre su selciato.
Al termine della salita ci troviamo davanti la Cappelletta della Costa, e svoltando a destra siamo nuovamente sulla Via del Mare.
Il cammino prosegue su comoda carrozzabile inghiaiata che passa in un bosco. Qua incontriamo un gruppetto di cinghiali che si sposta pigramente al nostro passaggio e si ferma al limitare degli alberi per osservarci, più incuriosito che spaventati.
Terminata la carrozzabile svoltiamo a sinistra sull'asfalto che sale e passa le case sparse di Buffalora.
Alle ultime abitazioni l’asfalto finisce e tiriamo dritto su bel sentiero che passa in un fitto bosco, a volte in salita, a volte quasi in piano.
Arriviamo così al Colle Nord del Monte Lavagnola, dove il nostro cammino incrocia l’Alta Via dei Monti Liguri.
Passato il colle usciamo dal bosco e cominciamo una discesa su terreno ben più aperto, roccioso ed aspro. Gran panorami tutt'attorno.
Da notare che, cominciata la discesa, il segnavia FIE triangolo giallo diventa triangolo rosso. Questo cambio di colore vuol dire che abbiamo scavallato lo spartiacque che separa il versante padano (segnavia color giallo) dal versante mare (segnavia color rosso).
Ora i segnavia della Via del Mare (VM) praticamente spariscono, ma basta seguire quelli dell’Alta Via, molto numerosi.
In discesa quasi costante arriviamo al Passo della Colla, dove percorriamo un brevissimo tratto d’asfalto prima di riprendere il sentiero.
Alterniamo zone aperte, dove la traccia passa tra erica e felci, a tratti all'ombra di fitti boschi.
Quando l’Alta Via piega a destra verso Scoffera, il nostro percorso tira dritto e ricominciano i segnavia AV.
Sempre in discesa passiamo tra le poche case di Sottocolle e poi ci rituffiamo nel bosco, ora in salita, fino al Monte Pertegone.
Scavallato quest’ultimo ricominciamo a scendere, disegnando un’ampia curva a sinistra per aggirare il Monte Croce di Bragalla.
Il percorso passa tra ruderi e vecchie fasce ora riconquistate dal bosco (o dai rovi), ma qua e la tratti di muretti a secco ancora resistono.
Nei tratti aperti il sentiero è un po’ infrascato, ma nulla che rallenti troppo il passo.
Uno strappetto di porta a sfiorare alcune case della frazione Bragalla (B&B Casa Bea, possibile punto tappa) prima ridiscendere su antico selciato incassato tra due muri.
Passato un ponticello di cemento abbandoniamo la mulattiera (che piega a destra in discesa) per tirare dritto su sentiero che riprende a salire, passando per una casa disabitata e cataste di legna tagliata.
Nei tratti di bosco (rado) il sentiero è ben visibile, mentre nei tratti aperti l’erba è alta e la traccia molto flebile, ma comunque non è difficile tenere la rotta.
Il problema principale sono il caldo e i numerosi tafani che guastano non poco l’atmosfera.
Un ultimo strappo ci porta alla discesa verso una stradella asfaltata alle porte di Sant'Alberto di Bargagli, che percorriamo fin quasi a raggiungere un bivio.
Appena prima del bivio, però, teniamo la sinistra (segnavia non molto visibile) e risaliamo brevemente fino a giungere all'ingresso del B&B I Tre Pini (possibile punto tappa).
Sulla destra un passaggio pedonale passa tra case e sbuca sull'asfalto in corrispondenza del bar ristorante “Da Nanni il Girarrosto” (chiuso). Pochi metri dopo ci fermiamo dall'altra parte della strada al bar ristorante “Rosabruna” per una bibita fresca.
La titolare, molto gentilmente, ci illustra le varie possibilità che abbiamo di proseguire arrivati al Colle del Bado: scendere a Pannesi (vecchio percorso della Via del Sale, quello che lei consiglia) oppure proseguire verso Case Becco (nuovo percorso della Via del Mare, quello che pensavamo di fare).
Usciti dal locale prendiamo il sentiero che parte alla sua sinistra (segnavia VM e X rossa) che comincia a salire verso il Colle del Bado.
Il sentiero man mano che sale il dirupato costone si fa aspro, ogni impluvio è un canalone zeppo di detriti e in alcuni tratti il sentiero stesso è quasi interamente franato.
In più, improvvisamente, sulle nostre teste si addensano nubi minacciose e già si sentono i tuoni...non molto lontani!
Questo improvviso cambiamento di meteo ci mette le ali ai piedi e in breve siamo al Colle del Bado, in una zona prativa ai piedi dell'omonimo monte.
Decidiamo di non avventurarci giù per Pannesi e di proseguire per l’itinerario stabilito da casa, tanto più che le indicazioni VM sono molto chiare (per usare un eufemismo!) nel farti andare a Case Becco: mancherebbero solo freccia e scritta luminosa lampeggiante!
Sempre col temporale alle calcagna proseguiamo sostanzialmente in piano, aggirando sulla destra il Monte Bado e il Monte Becco, fino a guadagnare l’asfalto della SP67 di fronte a Case Becco.
Giriamo a sinistra sulla provinciale deserta e...sulla nostra destra, finalmente, il mare!!! Ancora un po' lontano...ma eccolo li.
Non c'è tempo di gongolare comunque, il temporale ci è alle costole e dobbiamo volare.
Cominciamo a scendere, quasi di corsa, passando per Case Cornula (bar ristorante) e proseguendo ancora verso Uscio.
Dopo circa 2km abbandoniamo l’asfalto per scendere a sinistra su sentiero sgangherato che taglia alcune curve, attraversiamo nuovamente la provinciale e tiriamo dritto oltre il guardrail, facendo un passaggio pedonale che porta alle prime case di Calcinara.
Passata anche la chiesa, arriviamo all'albergo ristorante bar Caprile, nostro punto tappa per oggi.
Si mette a piovere, ma ora non importa più.

Al nostro arrivo (13:10 circa) all'Albergo Caprile la camera non era ancora pronta, ma ci è stata gentilmente offerto acqua e focaccia per ingannare l'attesa.
Ospitalità semplice e famigliare, perfetta per escursionisti.
Ottima cena con grigliata mista sotto il pergolato di kiwi.
La Bella di Torriglia
Un tratto del percorso
Cappelletta dell Costa
Scritte...
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Passaggio a Sottocolle
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Lavatoio nei pressi di Bragalla
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Sant'Albergo di Bargagli
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Case Cornua
Un tratto del percorso
Cappelletta fuori Calcinara
Chiesa di Nostra Signora di Caravaggio
Albergo Caprile

Commenti

    You can or this trail