Tempo  4 ore 8 minuti

Coordinate 1688

Uploaded 1 settembre 2018

Recorded agosto 2018

-
-
629 m
135 m
0
4,0
8,0
15,94 km

Visto 287 volte, scaricato 12 volte

vicino Pretta, Emilia-Romagna (Italia)

Quella che parte da Piacenza è probabilmente una delle meno note tra le "Vie del Mare" (o "Vie del Sale) che dal Basso Piemonte / Oltrepo Pavese / Pianura Padana portano verso al Mar Ligure.

Un trekking di 162 km circa con 6000 metri di dislivello (sia positivo che negativo) ispirato dal libro "La Via del Mare - da Piacenza a San Fruttuoso" di Paolo Cervigni (editore Il Sentiero, 2014), che abbiamo diviso in 9 tappe:

Tappa 1: Piacenza - Rivalta Trebbia
Tappa 2: Rivalta Trebbia - Costa del Grillo
Tappa 3: Costa del Grillo - Casa Matti
Tappa 4: Casa Matti - Bralello
Tappa 5: Bralello - Capannette di Pej
Tappa 6: Capannette di Pej - Casa del Romano
Tappa 7: Casa del Romano - Torriglia
Tappa 8: Torriglia - Calcinara
Tappa 9: Calcinara - San Fruttuoso
Sicuramente si possono unire alcune tappe e fare qualche giorno in meno, ma abbiamo cercato il miglior compromesso possibile tra un passo lento, per godersi il cammino senza affannarsi nonostante lo zaino da 10/12 chili e la scarsa presenza di accoglienza sul percorso (sopratutto nella prima parte).

--------------

TAPPA 2 / RIVALTA TREBBIA - COSTA DEL GRILLO

Venerdì 17 Agosto 2018 alle 7:40 ripartiamo da Rivalta Trebbia per la seconda tappa della nostra Via del Mare.
Usciti dal B&B La Vecchia Scuola andiamo a destra e poi subito a sinistra in Via Enrico Millo.
Al successivo incrocio andiamo a destra in Via San Martino, passando per belle ville.
Al trivio teniamo la destra, facendo poi una larga curva a destra. Un passaggio pedonale ci permette di giungere, dopo un’altra serie di ville, in località Buriacchina.
Seguiamo la lingua d’asfalto che passa per un cancello (sempre aperto, a detta do due podisti incontrati) che ci pprta ad un terzo complesso residenziale.
Qua, dopo una lunga curva a destra, parte sulla sinistra il sentiero che attraversa il Bosco di Croara, area privata ma di libero accesso, il cui proprietario ha voluto mantenere inalterata.
Usciti dal fresco bosco arriviamo su un inghiaiato, dove svoltiamo a destra e poi subito a sinistra su carrozzabile con ampie vedute sulla pianura piacentina.
Svoltiamo poi a destra su peggior tratturo (svolta non molto evidente) che risale il bordo di un campo coltivato e, dopo aver passato il retro di cascinale dismesso, diventa decisamente più ampio e risale la collina fino all’abitato di Pelacagna.
Seguiamo per poche decine di metri l’asfalto, passando le case sparse di Torrazzo, fino a prendere la carrozzabile inghiaiata sulla sinistra, che sale fino a giungere ad una abitazione.
Appena prima, lasciamo la inghiaiata per tirare dritto su sentiero che sale più deciso la collina sino ad arrivare al favoloso Hotel Colombara, antico casale riadattato a centro benessere.
Alle nostre spalle una bellissima viata sulla pianura sottostante.
Presuguiamo diritto, su asfalto e poi su inghiaiato, passando una casetta e riprendendo a salire lungo la collina.
In breve siamo al cimitero di Pigazzano, dove ricomincia l’asfalto.
Saliti ancora un poco, arriviamo ad un incrocio: a destra prosegue il nostro itinerario, a sinistra si prosegue per Pigazzano, di cui consiglio una visita (30 minuti in più tra andata visita e ritorno).
Giriamo a destra su stradina asfaltata e poi teniamo la sinistra al successivo incrocio, ricominciando a salire su carrozzabile. Passata una cascina isolata (alcuni cani da pastore liberi, ma non aggressivi) arriviamo a Case Ongareto, piccolo gruppo di case su dorsale tra Luretta e Trebbia. Anche qua ampi panorami sulla Pianura Padana.
Andiamo a sinistra su tratturo che sale ancora fino a giungere ad una stradina asfaltata, svoltiamo a destra e con un ultimo stratto arriviamo al piccolo nucleo di Boffalora. Bella la vista sul crinale, e sulla sinistra sbuca in lontananza (ma non troppo) la Pietra Parcellara.
Seguiamo la stradina asfaltata (in parte chiusa per lavori, ma transitabile a piedi) che serpeggia sul crinale, passando per Costa Chiappona e successivamente, all’unico bivio su asfalto, giriamo a sinistra.
Passiamo l’Osteria del Cacciatore (chiusa) e in breve arriviamo a Monticello. Qua deviamo brevemente all’interno del borgo per visitare la chiesa e l’esterno del castello (decisamente ammalorato e non visitabile).
Ritornati all'asfalto continuiamo a seguirlo, passando alcune belle case sparse, fino a giungere ad un bivio.
Giriamo a destra guadagnando alcuni metri e si apre ai nostri occhi una vista a 360°, dalla pianura al Monte Penice.
Ancora poche decine di metri ad arriviamo all'Azienda Agricola Costa del Grillo, nostro punto tappa per oggi.

L'Azienda Agricola Costa del Grillo, pur non disponendo (per il momento) di un alloggio per gli ospiti, ci ha fornito una maxi tenda da campeggio posizionata nel loro terreno, con due letti veri all'interno...il tutto in un contesto paesaggistico stupendo.
Cena e colazione ottime e con prodotti fatti in casa.

Tappa interessante, con le prime colline da salire e stupendi panorami.
Nessun segnavia.
Il Castello di Rivalta Trebbia di primo mattino
Il passaggio tra le case
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso nel bosco di Croara
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Relais Colombara
Vista da Ongareto
Un tratto del percorso
Passaggio a Monticello
Vista delle Pietra Parcellara
Azienda Agricola Costa del Grillo
La tenda in allestimento

Commenti

    You can or this trail