Tempo  un'ora 15 minuti

Coordinate 1226

Caricato 9 febbraio 2019

Recorded gennaio 2010

-
-
426 m
147 m
0
3,2
6,3
12,65 km

Visto 104 volte, scaricato 2 volte

vicino Cassinasco, Piemonte (Italia)

LA PIEVE ROMANICA DI SAN MASSIMO(BRIC BOSETTO DI CASSINASCO)

INTRODUZIONE

TIPO DI PERCORSO:
:In questi ultimi giorni è caduta la neve e ora essa si sta lentamente sciogliendo.
Evitiamo ,perciò.percorsi sterrati dove troveremmo sicuramente fango..
Il nostro percorso odierno si svolge su stradine asfaltate a traffico sporadico(80%) e su due tratti di sterrate ben innevate(20%).
E’ possibile,comunque ,effettuare tutto il percorso su asfalto (fino alla frazione Bosetto)e su un breve tratto di una bella sterrata ( dalla frazione Bosetto alla pieve di San Massimo):
Partendo da Cassinasco si scende lungo il crinale orografico six della valle del rio Milani.
In fondovalle si attraversa su ponte il rio Milani e si risale,poi, il crinale orografico dex del bacino del rio Milani fino a raggiungere il bric Bosetto(testata della valle del rio Milani)posto sullo spartiacque tra la valle Belbo e la valle Bormida.
Dal bric Bosetto si tiene lo spartiacque tra valle Bormida e valle Belbo per arrivare fino a Cassinasco.

PIEVE ROMANICA DI SAN MASSIMO:
Nel Monferrato e nelle Langhe numerosa è la presenza di chiese romaniche a testimonianza dell’alto grado di religiosità delle popolazioni che abitavano in questi luoghi in quei lontani tempi(secoli XI e XII)

Esse si trovano ,oggi, assai spesso, solitarie su rilievi collinari;a volte, sono sperdute nei boschi;a volte,nei cimiteri.
Esse nell’Alto Medioevo erano ,quasi sempre, sorte come chiese dei borghi.
Borghi che,poi, hanno avuto diversa collocazione.
Queste chiese sono state edificate in mattoni cotti rossi in alternanza con la pietra arenaria nel Monferrato e tutte in pietra nella Langa.
Esse ,in molti casi, specialmente nel Monferrato,si trovano isolate su minuscoli rilievi.
Bricchetti che si sono andati formando in seguito all’abbassamento del terreno circostante causato dal susseguirsi, per secoli, di zappature e arature delle zone coltivate(nel Monferrato specialmente a vigneti) che,insieme alle piogge ,hanno contribuito a portare a valle terriccio abbassando,così,l’altezza della collina intorno alla chiesa.

LA PIEVE ROMANICA DI SAN MASSIMO è isolata sulla sommità del bric Bosetto.
Essa originariamente era stata edificata come chiesa del borgo di Soriano.
Borgo che aveva anche un castello concesso,nel 1116,dall’imperatore al vescovo di Acqui.
Il borgo di Soriano fu abbandonato nel Trecento forse in seguito al gran numero di decessi tra gli abitanti in seguito all’epidemia di peste scoppiata nel 1348.
Dell’antico borgo non c’è,oggi,traccia visibile.
La pieve è rimasta isolata sul bricco Bosetto.
L’abside che presenta alla base uno zoccolo caratterizzato dal posizionamento obliquo delle pietre di Langa ,è rimasta l’unica parte originaria dell’antica chiesa.
Le restanti parti di essa sono state ampiamente sostituite da rifacimenti e restauri successivi.

PERCORSO

Il percorso non ha segnaletica.
Da Cassinasco,dalla provinciale per Canelli si svolta a dex ,passando alla six della chiesetta di San Sebastiano.
Si percorre stradina asfaltata che si snoda lungo il crinale orografico six della valle del rio Milani,tralasciando le deviazioni verso dex e verso six che scendono a valle.
Giunti al bric Lonero(vedi waypoint)abbiamo effettuato deviazione su un tratto di stradina ben innevata e senza fango,ritornando poco più a valle,sulla stradina asfaltata.
Percorsi ancora 350 metri,si svolta a dex e.lasciando il crinale collinare,si scende lungo il versante della valle del rio Milani.
In fondovalle si passa il rio su ponte.
Percorsi ancora 150 metri, si svolta a dex.
Percorsi 100 metri,si svolta a six seguendo segnaletica per regine Traversa,Tesole e Flesia
Si risale il crinale collinare orografico dex del bacino del rio Milani tenendo sempre il crinale senza svoltare su stradine laterali che scendono verso i versanti laterali della collina.
Si attraversano le località Traversa,Tesole e Flesia.
Si raggiunge il grande crinale spartiacque tra la valle Belbo(di cui il rio Milani è affluente) e la valle Bormida.
Si svolta a dex per località Palareta.
Percorsi 150 metri, abbiamo lasciato la stradina asfaltata e siamo saliti fino al bricco Bosetto”a vista” su sterrata ben innevata.
Dal bricco Bosetto si ridiscende su sterrata innevata fino alla stradina asfaltata che congiunge la frazione Bosetto con Cassinasco..
Si svolta a six ,si passa accanto alle cascine Chiesa e si ritorna a Cassinasco in una quindicina di minuti.

PRANZO presso il ristorante"CENTRALE" di Montegrosso.
ANTIPASTI:
--peperoni al forno con salsa di acciughe(una porzione)
--flan di verdure con fonduta(una porzione)
--vitello tonnato(una porzione)

PRIMI:
--agnolotti gobbi alle erbe(due porzioni

DOLCI:
--bunèt(due porzioni.

Mezza bottiglia di dolcetto DOC "Teo Costa" "Trifulot"
una birra,acqua minerale
SERVIZIO.
--tavolo con tovaglia e calici specifici per il vino
CONTO TOTALE:73 euro
regione ronco
gruppo foto(uno)
regione Cortese
bric lanero
ponte sul rio Milani
Cascina Penengo
regione Tesole
Cascina Spertino
bric Bosetto
pieve S. Massimo
gruppo foto(due)
cascine Chiesa

Commenti

    You can or this trail