Tempo  52 minuti

Coordinate 319

Caricato 12 ottobre 2018

Recorded ottobre 2018

-
-
284 m
229 m
0
0,7
1,4
2,89 km

Visto 268 volte, scaricato 7 volte

vicino Fontanile, Piemonte (Italia)

LA PANCHINA GIGANTE( COLOR VERDE CHIARO)DI FONTANILE

INTRODUZIONE

Anche tra i vigneti situati su una bella e panoramica cresta collinare non molto distante dall’abitato di Fontanile,è stata ,recentemente,posizionata una delle big-bench dell’artista Chris Bangle.
La panchina è di un bel colore verde chiaro.
Il nostro percorso odierno ,partendo da Fontanile ,arriva ,con un breve percorso,fino alla big-bench .
LA BIG-BENCH:
Le panchine giganti sono state ideate da Chris Bangle,designer americano in campo automobilistico(ha disegnato automobili per Opel,Fiat e BMW).
La prima big-bench fu posta nel 2009 in località Gorra a Clavesana dove Chris Bangle vive e lavora.
Il successo fu subito grande e maxi-panchine ,dai colori vivaci, sono state messe,negli anni successivi,nei punti belvedere o comunque panoramici di moltissime località delle Langhe,del Monferrato e delle Alpi Marittime.

LA MAESTOSA CUPOLA DELLA CHIESA DI FONTANILE:

Fontanile è caratterizzata dalla maestosa(alta e larga) cupola della sua chiesa parrocchiale che svetta tra il verde dei vigneti delle colline e che è ben visibile da tutti i paesi circostanti

Storia della chiesa parrocchiale
La chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, in stile eclettico con caratteri del neogotico è stata costruita, con il notevole impegno del parroco don Alessandro Biagio Soave, all’inizio del secolo sul sedime di una più vecchia chiesa a quattro navata abbattuta nel 1897 ed avente la facciata rivolta sulla via Maestra. Dell’antica costruzione rimangono il campanile, parte dell’abside (altare della Madonna di Lourdes) con il portale lavorato e rilievo in pietra, ed il portone ligneo principale, oggi sistemato all’ingresso laterale posto su via Maestra. L’edificio fu costruito su disegno dell’ingegnere architetto bolognese Francesco Gualandi che durante l’esecuzione fu coadiuvato dal figlio Giuseppe.

Nell’ottobre 1897 si presentò il progetto alla popolazione. Sulla piazza del paese fu eretto un palco dal quale il Gualandi illustrò le caratteristiche dell’erigenda chiesa. Si deliberò l’abbattimento di quella esistente e la costruzione della nuova, il cui costo fu preventivato in Lire 144.000. Il giorno 11 novembre, San Martino, incominciarono gli scavi per le fondamenta dell’edificio.

Fatto curioso, durante gli scavi, la vigilia del Natale ’97, Michele Rocca, detto poi “Miclen dai Bardan”, trovò delle monete d’oro che cercò di occultare. Gli era accanto l’operaio Giovanni Berruti che notò la cosa e la riferì al parroco. Questi convocò il Rocca minacciandolo di denuncia per appropriazione indebita. Il Rocca si recò allora dal Pretore di Mombaruzzo e consegnò ben 156 monete in cambio di un compenso di lire 350. Le monete, alcune di buon valore artistico, fruttarono alla vendita circa lire 4.000.(dal sito del Comune di Fontanile).
La cupola è alta 52 metri e ha un diametro di 16 metri.
NOTA:
L’architetto Gualandi edificò ,nei primi anni del Novecento,anche il Santuario dei Caffi nei pressi di Cassinasco.

PERCORSO
Posteggiata l’auto a Fontanile sul piazzale della chiesa parrocchiale,si imbocca via Roma in direzione Est.
Percorsi 200 metri,in corrispondenza della chiesetta di San Rocco,si svolta a six…
Percorsi ancora 200 metri, si svolta a dex seguendo segnaletica del sentiero A di Fontanile .
Si prosegue su sterrata che si snoda compiendo un “traverso” lungo il versante orografico dex della valle del rio Cervino,attraversando vigneti.
A unprimo bivio si va a dex.
A un secondo incrocio con stradina asfaltata si va a six,a scendere e,poi, subito a dex proseguendo il “traverso” sul versante collinare della valle del rio Cervino.
Si giunge su sterrata dove si svolta a dex per salire verso la cascina Farmacista.
Oltrepassata la cascina Farmacista,si raggiunge la piazzola dove è posta la panchina gigante di un bel color verde chiaro.
Dalla panchina si può ammirare panorama verso la valle del rio Cervino e verso Mombaruzzo.
Oltrepassata la panchina, si sale per 150 metri per,poi,svoltare a dex su sterrata che si snoda tra vigneti restando ,più o meno,parallela alla provinciale che resta a six e a poca distanza.
Si arriva ad attraversare stradina asfaltata nei pressi del cartellone che segnala l’inizio dell’abitato di Fontanile...si prosegue diritti su sterrata.
Si sale verso,la piccola sommità collinare dove sono i ruderi della antica chiesa di San Martino(XIV secolo).
Durante la peste del 1630,intorno alla alla piccola altura venne istituito il lazzaretto.
Dalla chiesetta si scende sulla provinciale e,poi,in breve tempo si fa ritorno a Fontanile.
valle del rio cervino
sentiero A di fontanile
cascina farmacista
panchina gigante
lazzaretto
gruppo foto(uno)
parrocchia di fontanile

Commenti

    You can or this trail