Tempo  3 ore 57 minuti

Coordinate 1244

Caricato 5 ottobre 2017

Recorded ottobre 2017

-
-
698 m
474 m
0
3,7
7,5
14,91 km

Visto 1123 volte, scaricato 31 volte

vicino Meruzzano, Piemonte (Italia)

LA LANGA DI FENOGLIO(cascina Pavaglione e cascina Langa).
Da Cappelletto a San Bovo di Castino(anello)



INTRODUZIONE



Il nostro percorso odierno attraversa luoghi e passa accanto a cascinali che,citati e descritti nei romanzi di Fenoglio,sono divenuti celebri e pieni di suggestione:

1) Cascina Pavaglione:
-E’ il luogo dove sono ambientate le vicende dei personaggi del romanzo La Malora:
Agostino,un bambino “venduto” per sette marenghi all’anno,va come servitore, alla cascina Pavaglione dove anche i padroni (Tobia,sua moglie e i suoi figli)sono poveri.
Essi trattano Agostino come una “bestia da soma” ,sistemandolo nella stalla su un “paglione”.


“A mezzogiorno come a cena passavano quasi sempre polenta,da insaporire strofinandola a turno contro un’acciuga che pendeva per un filo della travata;l’acciuga non aveva più nessuna figura d’acciuga e noi andavamo avanti a strofinare ancora qualche giorno e chi strofinava di più dell’onesto,fosse ben stata Ginotta che doveva sposarsi tra poco,Tobia lo picchiava attraverso la tavola,picchiava con una mano mentre l’altra fermava l’acciuga che ballava sul filo”(La Malora).


“Per venire a Tobia,lui m’ha sempre trattato alla pari dei suoi figli:mi faceva lavorare altrettanto e mi dava altrettanto da mangiare.A lavorare sotto Tobia c’era da lasciarci non solo la prima pelle,ma anche più sotto,bisognava stare al passo di loro tre,e quelli tiravano come tre manzi sotto un solo giogo”(La Malora).


2)cascina Langa:
E’ il luogo dove i partigiani del capitano Nord trovano riparo accolti dalla vecchia contadina sempre accompagnata dalla cagna lupa.

……..”ogni inverno ci verrò,come a un anniversario,fino a quando non sarò così vecchio e stanco da dubitare per un momento che un giorno da quelli parti,io vi abbia tanto camminato e combattuto.
E questo mi avvertirà che il prossimo inverno non potrò risalire a toccare i muri della vecchia Langa e riconoscere la cuccia che fu della lupa..”(Appunti Partigiani 44-45)(Fenoglio)


3) tra cascina Serra e cascina Galesio percorreremo anche un lungo tratto del sentiero del “Partigiano Johnny”,passando accanto alla cascina Baracchi(oggi diroccata)(VEDI FOTO) dove una bacheca riporta la descrizione di quello stesso luogo fatta da Fenoglio nel romanzo Il Partigiano Johnny:

“A sinistra stava un crocicchio di vecchie case intemperate,appoggiate l’una all’altra come per mutuo soccorso contro gli elementi della natura e la stregata solitudine dell’alta collina”.



PERCORSO


Posteggiata l’auto in borgata Cappelletto si imbocca la stradina asfaltata situata alla dex della chiesa per svoltare,dopo poche decine di metri, a dex su sterrata ,a salire, seguendo la segnaletica bianco-rossa della Regione Piemonte(sent. N. 207 per San Bovo).
Al successivo incrocio si va a six.
Attraversando prevalentemente noccioleti,si arriva su stradina asfaltata in località Chinassi.
Si svolta a dex,poi, a six e successivamente a dex su sterrata.
Percorsi alcuni km. tra noccioleti e boschi,si raggiungono i casali ben ristrutturati di borgo Riondino.
Qui si svolta a dex e si risale il versante della collina sino a raggiungere il crinale.

Sul crinale si svolta a six(lasciando a dex il sent. N 207).
Si scende si passa dietro a un cascinale agricolo,si arriva sulla provinciale Mango-Manera.
Si attraversa e si imbocca,svoltando verso dex, sterrata,a scendere,;si passa accanto alla cascina Serra,si attraversa su ponte un rio e si raggiunge il “sentiero del Partigiano Johnny” che viene percorso per un lungo tratto sino a raggiungere un bivio dove andremo a dex per risalire a San Bovo(mentre il sent. del “Partigiano Johnny scende per andare a guadare il rio Sant’Elena).
A San Bovo si svolta a dex su sentiero che ha segnaletica bianco-rossa regionale(sent. N. 204 per Treiso) e che si snoda su un lungo crinale collinare.
Si raggiunge la cascina Pavaglione nell’omonima borgata,si prosegue raggiungendo il bric Boscasso dove si svolta a dex per raggiungere,dopo un km. circa, la cascina Langa.
Qui si svolta a dex,si attraversa un noccioleto,raggiungendo una sterrata da dove si svolta a six(è sempre presente la segnaletica regionale).
Si attraversa una fitta area boschiva e si raggiunge nuovamente la provinciale Mango-Manera.
Si attraversa,si svolta a six e si raggiunge,dopo poche decine di metri,il grande spiazzo dove è situato il monumento alla donna di Langa.
Da qui si scende seguendo il crinale collinare,si raggiunge località Mompiano e,infine, Cappelletto dove è posteggiata l’auto.
Località Chinassi
Borgo Riondino
cascina Serra
sent. del Partigiano johnny
cascina Baracchi
San Bovo
gruppo foto (uno)
cascina Pavaglione
bric Boscasso
cascina Langa
Monumento a donna di Langa
Mompiano
Cappelletto

Commenti

    You can or this trail