Tempo  14 ore 59 minuti

Coordinate 3486

Uploaded 30 ottobre 2015

Recorded agosto 2011

-
-
2.801 m
1.092 m
0
7,6
15
30,27 km

Visto 969 volte, scaricato 19 volte

vicino Bocca di Valle, Abruzzo (Italia)

(Escursione svolta in notturna il 13 agosto 2011 in occasione della luna piena aspettando l'alba sul Monte amaro) Dal Rifugio Pomilio è la via classica per salire su Monte Amaro (2.793 mt), ma forse anche la più faticosa a causa dei saliscendi ai Tre Portoni. Ma forse anche la più spettacolare anche perché si superano numerose cime oltre i 2600 mt e panorami mozzafiato per non parlare della flora che si incontra. L’itinerario comincia dal parcheggio del rifugio “Bruno Pomilio” alla Majelletta e si prosegue per circa tre chilometri sulla strada che arriva ai piedi del Blockhaus dove vi è una cappella che si aggira sulla destra scendendo lungo il fianco del colle del Blockhaus. In circa venti minuti si giunge sull’ampia Sella di Scrimacavallo che divide il vallone dell’Orfento sulla destra da quello delle Tre Grotte sulla sinistra. Qui nonostante le numerose piste che scendono lungo i valloni bisogna seguire sempre il sentiero di cresta. In breve si giunge al fontanino sulla Sella Acquaviva (2100 metri circa) dove si sale per quella di destra lungo la cresta del Monte Focalone. Superati i primi tornanti tra i pini mughi il sentiero taglia di netto il pendio su di un inconsistente ghiaione fino alla base di una parete rocciosa dove bisogna deviare di netto a sinistra seguendo i segnavia bianco-rossi del Parco. La salita sale ancora fino ad una sella con un ampio costone di roccia nei pressi del Bivacco Fusco (sulla sinistra), struttura a nove posti sempre aperta . Da qui (sentiero P) inizia la lunga traversata con in vista lo spettacolare Anfiteatro delle Murelle. Si giunge alla vetta del Focalone e quindi si scende lungo il primo portone. Dalla vetta di Cima Pomilio si scende di nuovo e si aggira il Monte Rotondo fino a giungere in salita a risalti di roccia dei Tre Portoni. Seguendo i segnavia si attraversa la lunga valletta carsica che conduce alla base del Monte. Di lì alla croce di vetta e al bivacco Pelino. Lasciato il Monte amaro si prosegue per il sentiero segnato che costeggia la grotta Canosa (utile bivacco in caso il Rifugio Pomilio fosse occupato come nel mio caso) superata la grotta dopo circa 1,2 Km si lascia il sentiero per salire sulla nostra sinistra orografica sul Monte Macellaro 2646 mt si continua sulla cresta per scendere sul Fondo di Femmina Morta si segue il sentiero e si sale sulla Tavola Rotonda mt 2403 dalla vetta si scende seguendo la Seggiovia le Piane-Guado Di Coccia, per prendere l'evidente sentiero sulla nostra destra orografica quello che da Colle di Giove conduce sul Monte Porrara.
Maiella - Amaro
Maiella - Blockhaus
Maiella - Cavallo (Majella)
Maiella - Focalone
Alba dalla Grotta Canosa
Maiella - Macellaro
Maiella - Cima Pomilio
Maiella - Tavola Rotonda

1 comment

You can or this trail