Tempo  8 ore 24 minuti

Coordinate 4119

Caricato 5 ottobre 2019

Registrato ottobre 2019

-
-
767 m
465 m
0
7,3
15
29,36 km

Visualizzato 232 volte, scaricato 9 volte

vicino a Aosta, Valle d’Aosta (Italia)

|
Mostra originale
ITALIA - Via Francígena - VFI03 - Da Aosta a Castello de Quart, Nus, Diemoz, Borgo Chambave, Barma e Châtillon

⇐ Link alla tappa precedente: ITALIA - Via Francígena - VFI02 - Da Echevennoz a Gignod, Variney, Chez Roncoz, Signayes e Aosta
⇒ Link alla tappa successiva: ITALIA - Vía Francígena - VFI04 - Da Châtillon a Saint-Vincent, Cillian, Chenal, Montjovet, Reclou, Torille e Verrès

La Vía Francígena (chiamata per essere la rotta della Francia), chiamata anche Itinerario del Sigerico o Vía Romea-Francígena , è un itinerario a lunga distanza (2.040 chilometri), che è diviso in circa 105 tappe e parte dalla città Inglese da Canterbury, a Roma e viceversa.

Il percorso è riconosciuto dal Consiglio d'Europa, come uno dei nove "Grandi itinerari culturali europei", ed è l'erede della moltitudine di strade che hanno viaggiato in tutta Europa fin dai tempi antichi in direzione della metropoli di Roma, sede storica del papato e della curia cattolica, la cui innegabile influenza politica, economica, militare e religiosa, ha reso questa città, per secoli, un punto di destinazione obbligatorio per numerosi sforzi politici, amministrativi, culturali e anche religiosi.

Allo stato attuale, estraneo a questi fini; relegata all'oblio il mito del pellegrinaggio alla falsa tomba di San Pietro, in Vaticano, e svalutato le indulgenze che hanno stimolato l'afflusso di escursionisti a Roma, la Via Francigena è, soprattutto, un percorso escursionistico che unisce il transito attraverso bellissimi siti naturali (attraversa tre importanti catene montuose: il massiccio del Giura, le Alpi e l'Appennino), con la vicinanza di piccole città e città che offrono uno straordinario patrimonio culturale, artistico e monumentale.

In Italia, la Via Francigena è contrassegnata dal solito logo di questo itinerario (sagoma di un camminatore con abiti medievali, borsa e drone, in giallo), anche se ci sono anche sezioni contrassegnate con i colori bianco e rosso caratteristici dei sentieri del Gran Viaggia in altri luoghi in Europa; con le frecce gialle che si trovano anche su alcuni sentieri svizzeri e sulle strade per Santiago spagnolo, anche se non sono sempre affidabili, poiché sono utilizzate anche per la marcatura di altre rotte italiane; e infine, con un variegato assortimento di etichette adesive, che danno un'aria leggermente anarchica alla segnaletica, ma aiutano anche.


Logo della Via Francigena

Tuttavia, la segnalazione è piuttosto irregolare e in alcune sezioni mediocre e confusa, quindi è conveniente usare il GPS.

Riferimenti di questa fase, mappe e altre informazioni utili sono disponibili sul sito web de La Vía Francígena .

COMMENTO SULLE FASI:

Palcoscenico difficile. Lungo e molto pesante. Senza alcuna difficoltà tecnica, ma con troppo asfalto e un aumento e una caduta continui, che si esauriscono e si annoiano.

L'itinerario, che è comune con il cosiddetto Chemin des Vignobles , si sviluppa lungo il pendio settentrionale della valle, a sinistra e abbastanza distante dalla Dora Baltea / Doire Baltée (importante affluente del Po); quasi sempre sul pendio centrale e con una bella vista su tutta la valle e sulle montagne circostanti.


Vista sulla valle e sui vigneti

Nella lingua locale, i due pendii della valle sono chiamati "Adret" (quello settentrionale, esposto a sud, più caldo, arido e adatto alla coltivazione di viti, cereali e alberi da frutto) e "Envers" (quello meridionale, esposto a nord , più umido e freddo e dedicato al bestiame e al disboscamento).

Il sentiero attraversa interamente "Adret", dove storicamente ci sono stati villaggi e città più piccoli perché è il pendio più prospero, e sebbene abusi senza pietà dell'asfalto, usa anche parte della sabbia e delle strade di ghiaia formate seppellendo i canali Area di irrigazione (la storica Rus), in particolare il Rû Souverou e Prévôt e il Rû de Mazod-Chétoz .


Percorso sul canale di irrigazione coperto. Ru Souverou e Prévôt


Mazod's Rû

Forse il punto più interessante del tour è il passaggio attraverso il Castello di Quart , costruito tra il XII e il XVI secolo, in un punto strategico che domina perfettamente l'intera valle. Il castello, ancora in fase di restauro, non può essere visitato e si prevede che al termine delle opere ospiterà il Museo Etnografico Valdostano.


Vista sul Castello di Quart e sulla valle

Durante la marcia abbiamo trovato molte fonti situate nelle città e nei villaggi attraverso i quali passiamo (la maggior parte senza segni che indicano che l'acqua non è potabile, il che suggerisce che lo sia), ma non abbiamo visto alcun commercio, bar, caffetteria , ristorante o qualsiasi altro stabilimento in cui è possibile effettuare il provisioning, almeno fino a raggiungere Chambave.

Alla fine del tour, Châtillon offre praticamente tutti i servizi e un'eccellente ed economica comunicazione ferroviaria, con molte altre città della valle. Le opzioni di alloggio sono anche molto varie e per tutti i gusti, dall'ostello per escursionisti, bed and breakfast, pensioni, agli hotel convenzionali, tra i quali spicca per la sua buona qualità / prezzo e l'accoglienza e il servizio eccellenti, l'Hotel le Verger, noto tra gli escursionisti per aver sempre offerto una bevanda fresca ai nuovi arrivati e per la cordialità dei loro veterani proprietari.


Châtillon e Torrente Marmore

Indice IBP: 83 HKG
Distanza totale: 28.99 Km
DESN. Salita cumulativa: 490.35 m
DESN. discesa cumulativa: 535,53 m
Altezza massima: 752.55 m
Altezza minima: 478,23 m
Tempo totale: 8:24:32 h
Tempo in movimento: 7:33:29 h
Tempo di arresto: 0:51:03 h
Velocità media totale: 3,45 Km / h
Velocità media in movimento: 3,84 Km / h


Indice IBP. L'indice IBP è un sistema di valutazione automatico che calcola la difficoltà di un percorso percorso
Foto

Aosta

Fiume

Aosta. Arco di Augusto, Torrente Buthier y Ponte Romano

Aosta. Arco di Augusto, Torrente Buthier y Ponte Romano
Foto

Vista del valle y viñedos

Vista del valle y viñedos
Foto

Pista rural con viñedos

Pista rural con viñedos
Foto

Sendero sobre el canal de riego cubierto. Ru Souverou e Prévôt

Sendero sobre el canal de riego cubierto. Ru Souverou e Prévôt
Foto

Castello di Quart. Vista del valle

Castello di Quart. Vista del valle
Castello

Otra vista del Castello di Quart y valle

Otra vista del Castello di Quart y valle
Foto

Empacho de asfalto innecesario

Empacho de asfalto innecesario
Foto

Rû de Mazod

Rû de Mazod
Foto

Vista de valle y río Dora Baltea, desde el Rû de Mazod

Vista de valle y río Dora Baltea, desde el Rû de Mazod
Foto

Sendero de bajada a Nus, destrozado por las bicicletas

Sendero de bajada a Nus, destrozado por las bicicletas
Foto

Nus

Foto

Pista sobre un canal de riego, y terrazas de viñedos

Pista sobre un canal de riego, y terrazas de viñedos
Foto

Les Roattes. Más asfalto. Buena vista, mal sendero

Les Roattes. Más asfalto. Buena vista, mal sendero
|
Mostra originale
Panorama

Vista del pueblo de Fénis, en la vertiente meridional del valle, a orillas del Clavalité, afluente del Dora Baltea

Vista della città di Fénis, sul versante meridionale della valle, sulle rive del Clavalité, affluente della Dora Baltea
Foto

Diemoz. Pueblo y vistas del valle

Diemoz. Pueblo y vistas del valle
Foto

Subida pendiente y por asfalto

Subida pendiente y por asfalto
|
Mostra originale
Foto

Aldea de Grangeon. Explotación agrícola, restaurante y alojamiento La Vrille. ¿Para esto hemos subido hasta aquí?

Villaggio di Grangeon. Agricoltura, ristorante e alloggio La Vrille. Per questo siamo saliti qui?
Foto

Chambave

Chambave
|
Mostra originale
Foto

Aldea de Chandianaz. ¿Otra subida más, sin justificación aparente, y por asfalto?

Villaggio di Chandianaz. Un'altra salita, senza apparente giustificazione, e asfalto?
Foto

De los pocos tramos que se parecen algo a un sendero

De los pocos tramos que se parecen algo a un sendero
Rovine

Barma. Ruinas. Pueblo abandonado

Barma. Ruinas. Pueblo abandonado
Foto

Châtillon y Torrente Marmore

Châtillon y Torrente Marmore

Commenti

    Puoi o a questo percorso