Tempo  3 ore 29 minuti

Coordinate 2385

Caricato 8 settembre 2019

Registrato settembre 2019

-
-
1.264 m
584 m
0
3,4
6,9
13,79 km

Visualizzato 107 volte, scaricato 6 volte

vicino a Echevennoz, Valle d’Aosta (Italia)

|
Mostra originale
ITALIA - Via Francígena - VFI02 - Da Echevennoz a Gignod, Variney, Chez Roncoz, Signayes e Aosta

⇐ Link alla tappa precedente: ITALIA - Via Francígena - VFI01 - Dal Col du Grand-Saint-Bernard a Saint-Rhémy-en-Bosses, Etroubles ed Echevennoz
⇒ Link alla tappa successiva: ITALIA - Via Francígena - VFI03 - Da Aosta a Castello de Quart, Nus, Diemoz, Borgo Chambave, Barma e Châtillon

La Vía Francígena (chiamata per essere la rotta della Francia), chiamata anche Itinerario del Sigerico o Vía Romea-Francígena , è un itinerario a lunga distanza (2.040 chilometri), che è diviso in circa 105 tappe e parte dalla città Inglese da Canterbury, a Roma e viceversa.

Il percorso è riconosciuto dal Consiglio d'Europa, come uno dei nove "Grandi itinerari culturali europei", ed è l'erede della moltitudine di strade che hanno viaggiato in tutta Europa fin dai tempi antichi in direzione della metropoli di Roma, sede storica del papato e della curia cattolica, la cui innegabile influenza politica, economica, militare e religiosa, ha reso questa città, per secoli, un punto di destinazione obbligatorio per numerosi sforzi politici, amministrativi, culturali e anche religiosi.

Allo stato attuale, estraneo a questi fini; relegata all'oblio il mito del pellegrinaggio alla falsa tomba di San Pietro, in Vaticano, e svalutato le indulgenze che hanno stimolato l'afflusso di escursionisti a Roma, la Via Francigena è, soprattutto, un percorso escursionistico che unisce il transito attraverso bellissimi siti naturali (attraversa tre importanti catene montuose: il massiccio del Giura, le Alpi e l'Appennino), con la vicinanza di piccole città e città che offrono uno straordinario patrimonio culturale, artistico e monumentale.

In Italia, la Via Francigena è contrassegnata dal solito logo di questo itinerario (sagoma di un camminatore con abiti medievali, borsa e drone, in giallo), anche se ci sono anche sezioni contrassegnate con i colori bianco e rosso caratteristici dei sentieri del Gran Viaggia in altri luoghi in Europa; con le frecce gialle che si trovano anche su alcuni sentieri svizzeri e sulle strade per Santiago spagnolo, anche se non sono sempre affidabili, poiché sono utilizzate anche per la marcatura di altre rotte italiane; e infine, con un variegato assortimento di etichette adesive, che danno un'aria leggermente anarchica alla segnaletica, ma aiutano anche.


Logo della Via Francigena

Tuttavia, la segnalazione è piuttosto irregolare e in alcune sezioni mediocre e confusa, quindi è conveniente usare il GPS.

Riferimenti di questa fase, mappe e altre informazioni utili sono disponibili sul sito web de La Vía Francígena .

COMMENTO SULLE FASI:

Palcoscenico molto facile, che corre nella sua prima metà attraverso un percorso quasi pianeggiante, seguendo il corso di uno dei canali di irrigazione nella zona, noto in Valle d'Aosta come "rus", e utilizzato per condurre l'acqua dai torrenti delle valli laterali, verso le zone più aride della valle centrale.


Sentiero accanto a uno dei canali d'acqua

La maggior parte dei russi fu costruita tra il XIII e il XV secolo.

I comuni di Etroubles e Gignod, attraverso i quali passa il percorso, sono irrigati con le acque che canalizza il Ru Neuf .

In alcune sezioni, il canale è stato seppellito e sullo stesso canale è stata costruita una pista più ampia, utilizzata come spazio ricreativo, per escursionisti, corridori e altri atleti.

Poco prima di raggiungere Gignod, il percorso inizia a scendere verso Aosta, principalmente attraverso sentieri sterrati, anche se man mano che si avvicina all'area metropolitana della capitale, i tratti di asfalto e il transito attraverso le aree urbanizzate sono più frequenti.


Vista fino ad Aosta

L'intero itinerario ci offre una magnifica vista sulla valle e sulle montagne circostanti.

Questo è l' itinerario che segue l'itinerario di questo giorno, visto in tre dimensioni .

TRASPORTO E ALLOGGIO:

Da Aosta al Col du Grand Saint Bernard, c'è una linea di autobus (211 o 422) che parte dalla stazione degli autobus di Aosta e attraversa Gignod, Etroubles, St-Oyen e altri villaggi della valle, con orari ridotti, e anche limitato in alcuni periodi dell'anno, dalle condizioni meteorologiche in aumento al porto.

In tutto il palcoscenico c'è una variegata offerta di alloggi, sia negli hotel convenzionali, sia nei rifugi, rifugi e pensioni, soprattutto ad Aosta. L'offerta a Echevennoz, sia in alloggi, sia in ristoranti, negozi e altri servizi, è molto più piccola rispetto a Etroubles (situata un paio di chilometri prima), quindi se fosse necessario passare la notte nella zona, forse sarebbe più conveniente Fallo in Etroubles.

Indice IBP: 43 HKG
Distanza totale: 13.79 Km
DESN. Salita cumulativa: 33.63 m
DESN. discesa cumulativa: 701,05 m
Altezza massima: 1251.36 m
Altezza minima: 586 m
Tempo totale: 3:29:06 h
Tempo in movimento: 3:22:04 h
Tempo di arresto: 0:07:02 h
Velocità media totale: 3.96 Km / h
Velocità media in movimento: 4.09 Km / h


Indice IBP. L'indice IBP è un sistema di valutazione automatico che calcola la difficoltà di un percorso percorso
fotografia

Echevennoz

Echevennoz
fotografia

Sendero junto a uno de los canales de agua

Sendero junto a uno de los canales de agua.
|
Mostra originale
fotografia

Otro canal, más ancho

Un altro canale, più ampio. In Valle d'Aosta, Ru (in plurale rus) è chiamato i canali che portano l'acqua dai torrenti delle valli laterali, alle terre aride della valle centrale. Nei comuni di Etroubles e Gignod, è il Ru Neuf
fotografia

Vistas desde el sendero

Vistas desde el sendero
fotografia

Pista muy llana

Pista muy llana
|
Mostra originale
fotografia

Gruta 'Je te salue '. La obsesión de la iglesia católica por colocar imágenes y signos religiosos en caminos y cimas

Grotta 'Je salue'. L'ossessione della chiesa cattolica di posizionare immagini e segni religiosi su strade e cime, questa volta, accanto al percorso che attraversa i canali di irrigazione
fotografia

Comienza la bajada hacia Aosta

Comienza la bajada hacia Aosta
|
Mostra originale
fotografia

Magnífica vista. Al fondo del valle, y al pie del macizo montañoso que la rodea, la ciudad de Aosta

Magnifica vista In fondo alla valle, e ai piedi del massiccio montuoso che la circonda, la città di Aosta
fotografia

Gignod (997 m.)

Gignod (997 m.)
Religinė architektūra

Iglesia de San Roque, cerca de Signayes

Iglesia de San Roque, cerca de Signayes
fotografia

Vista de Aosta. Viñedos y frutales

Vista de Aosta. Viñedos y frutales
|
Mostra originale
fotografia

Aosta , la antigua Augusta Praetoria fundada por los romanos en el 25 a. C.

Aosta, l'antica Augusta Praetoria fondata dai romani nel 25 a. C. Capitale della regione, si trova a 583 m sul livello del mare, alla confluenza di Dora Baltea con il torrente Buthier

Commenti

    Puoi o a questo percorso