Difficoltà tecnica   Impegnativo

Tempo  6 ore 52 minuti

Coordinate 7216

Uploaded 25 giugno 2017

Recorded giugno 2017

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
2.400 m
1.328 m
0
3,2
6,4
12,85 km

Visto 2328 volte, scaricato 58 volte

vicino Bigallo, Lombardia (Italia)

Gita effettuata il 24 Giugno 2017.

Rieccomi sulla Grigna dopo 13 anni di mancanza. Come mi era già successo per la Grigna meridionale l'anno scorso, l'ho trovata più bella di quanto mi ricordassi, ma anche più difficoltosa....Sarà L'eta....

Lascio l'auto presso il parcheggio superiore di Cainallo poco prima Vò di Moncodeno.
Il parcheggio è a pagamento, pertanto ricordatevi di fermarvi al rifugio Cainallo e di prendere il ticket presso la macchinetta automatica all'entrata del rifugio (2€ per tutta la giornata).

Salgo sopra il parcheggio ed imbocco il sentiero a destra in direzione dei tre rifugi.
Arrivato poco sotto la Bocchetta di Prada, prendo il sentiero in salita per l'omonima bocchetta e raggiungo la piccola chiesetta dove trovo il bivio per la cresta di Piancaformia e il sentiero per il Rifugio Bietti.
Seguo quest'ultimo che sale leggermente lungo la costa della cresta e raggiungo in breve la Porta di Prada: uno splendido arco di roccia naturale.


Proseguo sul sentiero in direzione del Bietti con il bel panorama dei prati fioriti e con Mandello che ogni tanto appare in fondo alla valle.
In poco tempo, con qualche saliscendi, arrivo presso il rifugio Bietti dove mi fermo per una brevissima pausa. Il panorama è molto bello, sia la vista verso il breve tratto di lago che si vede a ovest che le impressionanti pareti della Gringa che circondano il rifugio.
Proseguo il percorso imboccando il sentiero per la Bocchetta Guzzi.


Tale sentiero, parte in media pendenza,su prato ma con l'approssimarsi delle rocce, la pendenza si fa sempre più elevata e l'ultima parte del percorso, si trasforma in una serie di bolli gialli da seguire sulle rocce con qualche rara traccia si sentiero. Verso il finale gli ultimi tratti sono aiutati da alcune catene fisse.
Una volta arrivato alla bocchetta del Guzzi, il panorama è splendido. Sotto di me si vede ancora, piccolissimo, il rifugio Bietti, e dall'altro lato, in mezzo ai pini, si intravvede il tetto del Rifugio Bogani.
Da questo punto, si prosegue sul sentiero 28 lungo la cresta di Piancaformia, per lo più su roccette in alcuni casi leggermente esposte.


Il panorama, da entrambi i lati è splendido e spesso mi fermo a fare foto dappertutto.In alcuni punti si riesce a vedere la croce in cima alla Grigna anche se ancora parecchio lontana e sotto di me si vedono le persone che salgono lungo il sentiero 25 che arriva dal Rifugio Bogani.
Proseguo in cresta, ma dopo un breve tratto, il sentiero continua lungo il lato nord della Grigna sino ad arrivare ad incrociare il sentiero 25.
Il percorso segue una lieve traccia su sfasciumi di sassi e roccette. A volte si fanno due passi in salita e uno in discesa...
Ad un certo punto, arrivo presso i rimasuglio di un nevaio dove trovo alcune corde fisse che aiutano gli escursionisti a salire. Questo è il tratto più pericoloso di tutto il percorso.
La neve si scioglie e bagna tutte le rocce sottostanti rendendo pericoloso e scivoloso il tratto classico di sentiero.


Decido di seguire alcuni escursionisti davanti a me, che lasciano il classico sentiero per passare su alcune roccette sottostanti, meno pericolose di quelle sovrastanti bagnate.
Proseguo su detriti e sfasciumi e raggiungo l'inizio dell'ultimo tratto di roccia prima del rifugio.
Lungo la parete rocciosa sinistra, partono le catene fisse che aiutano la salita con buona pendenza, quasi tutta su roccia levigata dal continuo passaggio di escursionisti.
La stanchezza non aiuta, e superato questo ultimo infido tratto, arrivo sulla cresta poco sotto il rifugio con lo splendido panorama del lago di Lecco e la Grigna Meridionale.
Aguzzando la vista, si riesce ancora a vedere il rifugio Bietti 600 Mt sotto.
Raggiungo il rifugio e poi la croce della vetta per fare un mare di foto al panorama.


Pranzo e riposo dopo questa sfacchinata sono d'obbligo, e finalmente trovo un posto quasi piano dove fermarmi. La vetta è piena di gente oggi.
Dopo un paio d'ore di siesta, riprendo il cammino per la discesa passando per lo stesso percorso dell'andata, scendendo lungo le catene fisse e l'ultimo nevaio rimasto.
Nei pressi della grotta naturale, invece di scendere per la via della Ganda, decido di fare il sentiero più basso che non avevo mai percorso.
Il percorso è sempre su sentiero di sfasciumi e detriti rocciosi su cui bisogna scendere con attenzione per non scivolare, e ogni tanto trovo alcuni tratti di roccette da scendere all'indietro.
Arrivato in fondo alla valle, dopo un paesaggio lunare, riappare dapprima l'erba e poi i pini sempreverdi. Il percorso torna più agevole su sentiero di terra e con qualche saliscendi, arrivo presso il piazzale del rifugio Bogani.
Tutti i tavoli all'esterno sono pieni di gente e io mi fermo al rifugio per una pausa e per acquistare dell'acqua.I tre litri che avevo portato con me sono finiti già da un pò e la giornata è calda anche qui in montagna.


Dopo la merendina, imbocco il sentiero in discesa seguendo i cartelli in direzione del Cainallo sempre sul sentiro 25.
Passo per la panoramica Alpe di Moncodeno e scendo lungo la mulattiera che costeggia il lato nord della Grigna. con qualche saliscendi, arrivo sotto la Bocchetta di Prada e continuo il percorso sullo stesso sentiero fatto all'andata tornando infine presso il parcheggio di partenza.

Difficoltà:
Il tratto di sentiero che va da Cainallo al Bietti non presenta tratti difficoltosi.
Il sentiero Guzzi presenta alcuni tratti su roccia con leggera esposizione e con qualche tratto di catene fisse, ma facilmente superabili con un pò di attenzione. Pericoloso solo in caso di rocce bagnate.
Il tratto sulla cresta di Piancaformia, presenta tratti di roccette in qualche caso esposte.E' il percorso più panoramico, ma non lo consiglio a chi soffre di vertigini.
Il tratto di sentiero in costa presenta qualche roccetta e scivolosi sfasciumi di pietrisco, anche in questo caso fare attenzione.
Come ho descritto sopra, ho trovato un tratto ancora innevato che ha alzato il livello di difficoltà del percorso bagnando le rocce circostanti.
L'ultimo tratto prima della vetta presenta roccette e sfasciumi aiutati da catene fisse.
Il primo tratto di discesa al Bogani presenta qualche tratto di roccette e sfasciumi facili allo scivolo.
L'ultimo tratto di sentiero e poi la discesa sino a Cainallo non presenta difficoltà tecniche.
Nell'insieme, un percorso impegnativo che bisogna affrontare sempre con la massima attenzione.

I miei Tempi:
Dal Cainallo al Bietti 1h e 10 min.
Dal Bietti alla Bocchetta Guzzi 40 min.
Dalla Bocchetta alla vetta della Grigna Settentrionale 1h.
Dalla Vetta al Bognani 1h e 20 min.
Dal Bogani al Cainallo 1h.

Buon divertimento.
  • Foto di Parcheggio Cainallo (1400Mt)
  • Foto di Parcheggio Cainallo (1400Mt)
  • Foto di Parcheggio Cainallo (1400Mt)
  • Foto di Parcheggio Cainallo (1400Mt)
  • Foto di Parcheggio Cainallo (1400Mt)
  • Foto di Parcheggio Cainallo (1400Mt)
  • Foto di Bocchetta di Prada (1625Mt)
  • Foto di Bocchetta di Prada (1625Mt)
  • Foto di Bocchetta di Prada (1625Mt)
  • Foto di Bocchetta di Prada (1625Mt)
  • Foto di Bocchetta di Prada (1625Mt)
  • Foto di Bocchetta di Prada (1625Mt)
  • Foto di Rifugio Bietti-Buzzi (1719)
  • Foto di Rifugio Bietti-Buzzi (1719)
  • Foto di Rifugio Bietti-Buzzi (1719)
  • Foto di Rifugio Bietti-Buzzi (1719)
  • Foto di Rifugio Bietti-Buzzi (1719)
  • Foto di Rifugio Bietti-Buzzi (1719)
  • Foto di Bocchetta del Guzzi (2090Mt)
  • Foto di Bocchetta del Guzzi (2090Mt)
  • Foto di Bocchetta del Guzzi (2090Mt)
  • Foto di Bocchetta del Guzzi (2090Mt)
  • Foto di Bocchetta del Guzzi (2090Mt)
  • Foto di Bocchetta del Guzzi (2090Mt)
  • Foto di Rifugio Brioschi (2410mt)
  • Foto di Rifugio Brioschi (2410mt)
  • Foto di Rifugio Brioschi (2410mt)
  • Foto di Rifugio Brioschi (2410mt)
  • Foto di Rifugio Brioschi (2410mt)
  • Foto di Rifugio Brioschi (2410mt)
  • Foto di Grigna Settentrionale (2410Mt)
  • Foto di Grigna Settentrionale (2410Mt)
  • Foto di Grigna Settentrionale (2410Mt)
  • Foto di Grigna Settentrionale (2410Mt)
  • Foto di Grigna Settentrionale (2410Mt)
  • Foto di Grigna Settentrionale (2410Mt)
  • Foto di Rifugio Bogani (1816Mt)
  • Foto di Rifugio Bogani (1816Mt)
  • Foto di Rifugio Bogani (1816Mt)
  • Foto di Rifugio Bogani (1816Mt)
  • Foto di Rifugio Bogani (1816Mt)
  • Foto di Rifugio Bogani (1816Mt)

8 commenti

  • Foto di capasanta

    capasanta 26-giu-2017

    I have followed this trail  View more

    Compimenti per la gita.
    Anello non facile. Ho fatto anch'io tutti e tre i rifugi, ma mai insieme.

  • Foto di Elena Sofia

    Elena Sofia 26-giu-2017

    I have followed this trail  View more

    Ricordo il Brioschi come uno dei rifugio più panoramici che abbia mai visto.
    Merita almeno una volta di andarci.

  • Marco Bassi 26-giu-2017

    I have followed this trail  View more

    Una classica vetta delle pre-alpi lecchesi.
    Bella, panoramica, ma non per tutti.

  • Foto di Pippo71

    Pippo71 26-giu-2017

    I have followed this trail  View more

    Ottima spiegazione e belle foto.

  • Foto di chicco90

    chicco90 26-giu-2017

    I have followed this trail  View more

    Magnifico anello.
    Fatto l'anno scorso in settembre. Confermo tutta la descrizione fatta.

  • Foto di tabita85

    tabita85 26-giu-2017

    I have followed this trail  View more

    Ci sono stata alcuni anni fa salendo dalla cresta.
    Panorami fantastici, ma sentiero difficoltosa da affrontare con attenzione.

  • Foto di SoniaSonia

    SoniaSonia 26-giu-2017

    I have followed this trail  View more

    i rifugi del Grignone tutti in una volta.
    Giro da fare assolutamente. Belle foto. Complimenti.

  • 919 17-giu-2018

    I have followed this trail  verificato  View more

    Come Alfiere Nero mancavo da queste zone da troppo tempo. Percorso impegnativo ma grande soddisfazione. Le informazioni sono precise e puntuali, non sapevo del parcheggio a pagamento. Grazie.

You can or this trail