Tempo  8 ore 34 minuti

Coordinate 2406

Caricato 30 giugno 2019

Recorded giugno 2019

-
-
2.186 m
1.336 m
0
5,7
11
22,9 km

Visto 289 volte, scaricato 5 volte

vicino Spina di Gualdo, Marche (Italia)

Nel territorio montano che si trova a cavallo tra Marche ed Umbria, nelle zone di Norcia, Ussita e Visso, si sviluppa un massiccio montuoso tra i più imponenti di tutto l’appennino centro-meridionale, ovvero i Monti Sibillini. Un intreccio perfetto di natura e storia, un territorio carico di bellezza e mistero, un luogo abitato da animali e leggende. A proteggerli, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Le origini dei Monti Sibillini e il significato del loro nome.

Queste dorsali di roccia si distendono verso sud per una lunghezza di circa 40 km, con cime che superano i 2000 mt di altitudine s.l.m. Il nome di questo complesso montuoso deriva storicamente dalla leggenda della Sibilla, che in parte ha origine dalla concezione mitica della Sibilla Cumana, ma dalla quale si distacca nettamente come ruolo. Se la Sibilla Cumana aveva il compito di fornire degli oracoli, la Sibilla dei Monti sibillini è una sorta di figura mitica, con il corpo di donna e le gambe di capra, abitante di una caverna con immensi tesori, che si tinge di stregoneria ed esoterismo. E’ nota principalmente grazie al romanzo storico d’avventura “Guerrino detto il meschino”.
Il massiccio montuoso è composto prevalentemente da rocce calcaree e calcareo-marnose, queste ultime presentano una componente argillosa. Ecco quindi che quando si passeggia nei luoghi dei Monti Sibillini, sembra di camminare su di un paesaggio lunare. Le tonalità del grigio e del bianco, sono accompagnate dal verde della vegetazione molto rada e quasi completamente priva di alberi.
Le rocce, che sono state deposte tra i 20 e i 200 milioni di anni fa, vengono modellate attraverso fenomeni di crioturbazione. Gli incessanti sbalzi di temperatura, dovuti alle ampie escursioni termiche tra il giorno e la notte, contraggono e dilatano continuamente le rocce, che distaccandosi formano ampie distese di massi e sassi di varia grandezza. Tutta questa zona, tra i 200 e i 20 milioni di anni fa, era sommersa da un mare basso e calmo, ed ha goduto di una costante deposizione calcarea che ha costruito lo scheletro portante dei monti che si osservano. 20 milioni di anni fa sono quindi iniziati quei fenomeni sismici, lenti ma costanti, che nel tempo hanno fatto emergere i monti sibillini e che tutt’ora continuano a “modellare” la zona. Quello dei sismi è dunque il motore di questi complessi montuosi, che dobbiamo imparare a gestire e con il quale dobbiamo imparare a convivere.

Escursione di grande pregio paesaggistico, commentare questo itinerario, che sale sulla vetta del Monte Sibilla mt. 2243, che non a caso ho scelto come raggiungimento della 200ma vetta over 2000mt dell'Appennino Italiano, non è certo cosa facile.... la Sibilla mi ha gratificato l'appellativo di Grande Appenninista una soddisfazione per chi ama il trekking e la vita outdoor; ho asceso prima il Monte Delle Prata 1800m, il Monte Porche mt. 2243; Cima di Vallelunga mt. 2226; Sasso di Palazzo Borghese mt. 2121; e Palazzo Borghese mt. 2151, La natura, i paesaggi e il panorama che si possono ammirare lungo questo percorso sono tutti di notevole pregio, escursione impegnativa per la lunghezza ed il dislivello ma camminare sulle creste di queste montagna vi ripaga del sudore e della fatica......non posso che augurarvi Buon Cammino!! Drago60!!
Waypoint

CIMA di VALLELUNGA

Sibillini - Cima di Vallelunga
fontana

FONTE

Waypoint

Grotta Della Sibilla

Grotta Della Sibilla 2150m
Waypoint

La Fiorita Hotel Partenza

La Fiorita Hotel Località Spina Di Gualdo 1 Castelsantangelo Sul Nera, Macerata, ITA +39073798331
Waypoint

Monte Delle Prata

Monte Delle Prata 1800m
Waypoint

PALAZZO BORGHESE

Sibillini - Palazzo Borghese
Waypoint

PORCHE

Sibillini - Porche
Waypoint

SASSO BORGHESE

Sibillini - Sasso di Palazzo Borghese
Waypoint

SIBILLA

Sibillini - Sibilla

Commenti

    You can or this trail