Tempo in movimento  3 ore 32 minuti

Tempo  20 giorni 4 ore 33 minuti

Coordinate 2691

Uploaded 10 febbraio 2018

Recorded febbraio 2018

-
-
369 m
142 m
0
4,0
8,0
15,9 km

Visto 478 volte, scaricato 20 volte

vicino Sferracavallo, Umbria (Italia)

Bella passeggiata nei luoghi dei Templari a Orvieto.
Giro ad anello
Partenza da Località Sferracavallo, di fronte al Bar Pontremoli. Si percorre circa un chilometro di strada asfaltata (Strada dell’Aeroporto) per poi girare a destra e costeggiando una vigna e un campo coltivato, si giunge alla Chiesa Templare di S.Maria del Piano (Podere S.Marco)
La chiesa non è visitabile perché è in stato di abbandono ed è diventata un rimessaggio agricolo.
Lasciata la chiesa si prosegue per un breve tratto sulla strada asfaltata per poi girare in direzione Bardano.
Si incontra una prima Casaforte templare (o Dongione) presso il Podere Corno. Proseguendo, si arriva alla Chiesa di S.Maria delle Grazie, chiesa a pianta ottagonale, tipica templare
Lasciata la Chiesa si giunge ad una seconda Casaforte e poi, passando di fronte alla Chiesa di S.Pietro, si giunge ad una terza Casaforte templare, probabilmente la più importante delle tre, attualmente sede della Cantina Neri.
Costeggiata la Cantina Neri, inizia la discesa dalla collina di Bardano verso il torrente Romealla. Superato il torrente, si deve percorrere un breve tratto di strada asfaltata per imboccare una strada secondaria, la Strada del Lapone
Ben presto si giunge a Rocca RIpesena; percorrendo questo tratto di sentiero si vedono la Torre della Fame, il Podere Romitorio (Casale con un caratteristico campanile sul tetto) e il Palazzone, tutte testimonianze del periodo Templare.
Giunti a Rocca Ripesena, se si ha tempo e voglia, si può salire sulla sommità della rocca ed affacciarsi alla terrazza in fondo al pianoro, dalla quale si gode un panorama di Orvieto eccezionale.
Anche il centro abitato di Rocca Ripesena merita una visita perché è "una bomboniera" . Inoltre, in tutta Rocca Ripesena sono state piantate centinaia di piante e in primavera tutto il borgo diventa una tavolozza di colori; proprio per questo è stato denominato "Il Paese delle Rose".
La discesa da Rocca Ripesena , in periodo di piogge, può risultare difficoltosa perché bisogna attraversare o costeggiare dei terreni cretosi che diventano pesanti (fangosi) alla prima pioggerella.
Scendendo da Rocca Ripesena verso Sferracavallo, inoltre, bisogna costeggiare più volte la strada asfaltata (scarsamente trafficata); in questo tratto il percorso è segnalato perfettamente dalle bandierine bianco/rosso del CAI
Giunti in pianura una breve passeggiata, attraversando i giardini di Sferracavallo, ci porta al punto di partenza.
Chiesa a pianta ottagonale, forma tipica templare

Commenti

    You can or this trail