Tempo  3 ore 9 minuti

Coordinate 980

Caricato 17 gennaio 2019

Recorded gennaio 2019

-
-
314 m
183 m
0
2,7
5,3
10,69 km

Visto 215 volte, scaricato 10 volte

vicino Vezza d'Alba, Piemonte (Italia)

I CRINALI DELLA VALLE BORBORE
(DA FRAZIONE BORBORE DI VEZZA D’ALBA)

INTRODUZIONE

Il Borbore nasce dalle colline del Roero situate tra Vezza d’Alba e Guarene.
Esso attraversa inizialmente la frazione Borbore di Vezza d’Alba,raggiunge ,poi,Canale e San Damiano e va a sfociare,infine,nel Tanaro alla periferia di Asti.

Il nostro percorso odierno ,iniziando dalla frazione Borbore di Vezza ,sale dapprima al bric Castellero(dove c’è il Torion) e da qui percorre il crinale spartiacque orografico dex della valle Borbore.
Si scende,poi,nel fondovalle,si passa il torrente Borbore su ponte e si risale il versante opposto per andare a percorrere il crinale orografico six della valle Borbore fino a ritornare a Vezza d’Alba da dove si scende alla frazione Borbore.
TIPO DI PERCORSO:
Dalla frazione Borbore e lungo tutto il crinale orografico dex della valle Borbore,,il nostro percorso corrisponde al sentiero del Torion(sentiero regionale e dell’Ecomuseo delle Rocche del Roero) ed ha segnaletica bianco-rossa(sentiero n.411).
La segnaletica è posizionata,però,per essere seguita facendo il percorso in senso inverso al nostro.
Dalle cascine Valvecchio al laghetto dei fiori di loto nei pressi della tartufaia sperimentale Valtesio(vedi waypoints) c’è la segnaletica del sentiero n.410(sentiero del Trifolao).
La restante parte del sentiero non ha segnaletica.
In data Gennaio 2019 ,il percorso ha buona percorribilità e non si incontrano su di esso tratti critici per presenza di vegetazione in eccesso o erba troppo alta.
Sulla sommità del bric Castellero è posizionata una panchina gigante bianca.
LE PANCHINE GIGANTI:
Le panchine giganti sono state ideate da Chris Bangle,designer americano in campo automobilistico(ha disegnato automobili per Opel,Fiat e BMW).
La prima big-bench fu posta nel 2009 in località Gorra a Clavesana dove Chris Bangle vive e lavora.
Il successo fu subito grande e maxi-panchine ,dai colori vivaci, sono state messe,negli anni successivi,nei punti belvedere o comunque panoramici di moltissime località delle Langhe,del Monferrato ,del Roero e delle Alpi Marittime.

PERCORSO Posteggiata l’auto in frazione Borbore di Vezza d’Alba ,si imbocca via Castellero da dove si svolta a six(ancora tra le case) per salire al bric Castellero.
La strada diviene subito sterrata , inizia a salire ed è affiancata fino alla sommità del bricco da una fila di piloni con fari per l’illuminazione.
Sulla sommità del bric Castellero troviamo la panchina gigante bianca e il Torion(un originale ciabòt di campagna)( varie bacheche esplicative situate in loco,danno informazioni sulla curiosa storia del Torion).
Si percorre,poi,il sentiero che si snoda lungo il crinale dex della valle Borbore,spartiacque tra la valle Borbore(a six) e la valle Varatta(a dex).
Il sentiero che ha segnaletica bianco-rossa regionale a volte si abbassa un pò sul versante val Borbore,a volta,invece sul versante della valle Varatta.
La segnaletica è posizionata per chi effettua il percorso in senso di marcia inverso al nostro.
Il sentiero attraversa zone boschive e tra queste un bel castagneto.
Percorsi 2 km.,si svolta a six a scendere
Si raggiunge il fondovalle della valle Borbore.
Al quadrivio,si lascia a six il sentiero del Torion(che torna a frazione Borbore passando ,nel fondovalle,a lato del torrente) e si prosegue diritti.
Percorsi 150 metri,si incrocia la provinciale Alba--Canale.
Si attraversa e si prosegue su sterrata che passa tra le case di località Case Sparse e inizia,poi,a salire arrivando alla cascina Vindolino.
Prima della cascina si svolta a dex,a salire, su sterrata tra vigneti.
Percorsi 150 metri,si raggiunge una bella sterrata che si snoda lungo il crinale orografico dex della valle del rio Val della Pieve.
Si svolta a six
Percorsi 800 metri,si arriva nei pressi della cascina Valvecchio.
Qui si incrocia il sentiero del Trifolao.
Seguendo la segnaletica bianco-rossa del sentiero si svolta a six a scendere.
Percorsi 150 metri,in fondovalle,si svolta a six su sterrata situata tra un vigneto e un noccioleto.
Dopo 150 metri,si svolta a dex e dopo 200 metri a six.
Percorsi ancora 250 metri,si raggiunge una più grande sterrata,si va a six.
Percorsi 500 metri,si raggiunge la zona della tartufaia sperimentale Valtesio e il laghetto dei fiori di loto.
Al quadrivo ,lasciamo il sentiero del trifolao e svoltiamo a six .
Percorsi 250 metri,raggiungiamo un bivio(dove è posizionata la scultura in legno dedicata al trifolao) .
Qui, svoltiamo a dex,a salire.
Si percorre sterrata che si snoda lungo il crinale orografico six della valle Borbore fino a raggiungere Vezza d’Alba dove,in corrispondenza della chiesetta di San Sebastiano,svoltiamo a six sulla provinciale.
Percorsi 200 metri, dalla provinciale si svolta a six su stradina che diviene subito sterrata e che ,in pochi minuti arriva alla frazione Borbore.
bric Castellero
Sentiero Torion
BRIC Varasca
bric Al Pascolo
Quadrivio
Cascina Vindolino
Cascina Valvecchio
Sentiero del Trifolao
Lago dei fiori di loto
Bosco del Trifolao
Crinale six(valle Borbore)
Chiesa San Sebastieno

Commenti

    You can or this trail