Scarica

Distanza

9,48 km

Dislivello positivo

548 m

Difficoltà tecnica

Facile

Dislivello negativo

548 m

Altitudine massima

1.743 m

Trailrank

32

Altitudine minima

1.221 m

Tipo di percorso

Anello
  • Foto di Gita Rifugio W. Jervis da Villanova 17-NOV-18
  • Foto di Gita Rifugio W. Jervis da Villanova 17-NOV-18
  • Foto di Gita Rifugio W. Jervis da Villanova 17-NOV-18
  • Foto di Gita Rifugio W. Jervis da Villanova 17-NOV-18
  • Foto di Gita Rifugio W. Jervis da Villanova 17-NOV-18
  • Foto di Gita Rifugio W. Jervis da Villanova 17-NOV-18

Tempo

6 ore 6 minuti

Coordinate

1413

Caricato

19 novembre 2018

Registrato

novembre 2018
Lascia il primo applauso
Condividi
-
-
1.743 m
1.221 m
9,48 km

Visualizzato 84 volte, scaricato 3 volte

vicino a Villanova, Piemonte (Italia)

Si percorre con l'auto tutta la Val Pellice, fino alla frazione di Villanova, dove finisce la strada asfaltata. Dal parcheggio si prosegue a piedi attraversando un ponte di fronte ad una bellissima cascata e si passa in mezzo alle case di Villanova. Il sentiero scende un poco di quota costeggiando il torrente Pellice, per poi proseguire con lievi saliscendi, fino a quando piega sulla sinistra. Si passa su un ponticello e si comincia a salire. La valle si stringe e si deve superare il dislivello della cascata. Questa è la parte più impegnativa del percorso. In condizioni con nevicata in corso, come oggi, le pietre sono estremamente scivolose, per cui bisogna prestare attenzione. Si sale di quota affrontando parecchi tornanti e costeggiando pareti rocciose fino a sbucare sulla strada sterrata che arriva dal parcheggio seguendo un itinerario più lungo. Da qui in avanti si può arrivare al rifugio seguendola, senza più difficoltà. Dopo circa 500 metri, sulla destra, si può ammirare una bellissima cascata, completamente ghiacciata in inverno. Proseguendo sulla strada, si possono, comunque, prendere un paio di scorciatoie per tagliare alcuni tornanti (da fare in condizioni di sicurezza: oggi era un po' azzardato). Quando si attraversa il torrente Pellice, la pendenza aumenta e poco dopo il tornante si arriva alla Conca del Prà. Ancora un centinaio di metri, superando un altro ponticello sulla destra, e si arriva al Rifugio Jervis.
Rientro per la stessa strada.
Percorso taggato come "Facile". In condizioni di terreno bagnato o con poca neve, il tratto di sentiero ripido può risultare impegnativo per l'estrema scivolosità delle rocce su cui si cammina.

Commenti

    Puoi o a questo percorso