Tempo  4 ore 11 minuti

Coordinate 906

Caricato 22 dicembre 2015

Recorded novembre 2015

-
-
1.920 m
1.669 m
0
2,8
5,7
11,31 km

Visto 1810 volte, scaricato 22 volte

vicino Mezzaluna, Trentino - Alto Adige (Italia)

Partenza gallerie di Proves m 1670
Giro ad anello delle malghe della area tedesca della val di Non. La camminata dura circa quattro ore (comode pause comprese) per un dislivello in salita di trecentocinquanta metri e parte dopo la prima galleria di Proves (m 1670) , raggiunge malga di Lauregno (m 1763), malga Castrin (m1813) e malga di Cloz (m 1732). Il percorso ha un andamento alternato di salite e discese che suddividono il dislivello e lo rendono una gradevole passeggiata in quota adatta ad essere percorsa anche sulla neve con l’ausilio delle ciaspole. Qualche tratto ombreggiato in foresta è ampiamente perdonato da ampi spazi aperti e soleggiati con vasti e suggestivi panorami sulle cime delle Maddalene.
Si parte da Revò e seguendo le indicazioni per la val d’Ultimo (SP 28), si sale per 17 km fino alle gallerie di Proves. Passata la prima breve galleria lasciate l’auto e seguite le indicazioni per malga di Lauregno. Alla malga ci si può arrivare seguendo la forestale (segnavia 28 consigliato in inverno) oppure per il sentiero n 26 che si diparte a sinistra della strada dopo poche centinaia di metri e inizialmente sale ripido per poi proseguire ondulato in foresta fino alla malga che è aperta in estate con ristorazione mentre in inverno c’è solamente un bel locale dotato di stufa e tavoli. (fin qui circa 40 minuti) Il panorama da quassù è veramente vasto, bello e spazia verso sud fino al gruppo di Brenta.
Proseguite verso Nord lungo il sentiero con segnavia n 3 seguendo le indicazioni per madonna di Senale (unsere liebe Frau in Wald) per circa 40 minuti fino ad arrivare in località “Prieda del Gial” (m 1580) dove imboccherete il segnavia 157 in direzione di malga Castrin che raggiungerete dopo circa 50 minuti su comoda strada forestale. La malga è aperta solo in estate e fuori stagione si può sostare solo sulla terrazza.
Dalla Castrin, seguendo il segnavia 133 (sentiero Bonacossa), attraverso bei pascoli si sale per 45 minuti fino al maghetto di Cloz (ruderi- m 1896) e da qui si prosegue scendendo verso sud (segnavia 7) verso malga di Cloz il cui bel complesso di edifici da poco ristrutturati si scorge subito in fondo ai pascoli. La malga è situata su una terrazza naturale da cui si ammira uno straordinario panorama verso Sud.
La malga di Cloz (m 1732) è aperta tutti i giorni da giugno a settembre mentre fuori stagione e durante l’inverno è aperta solo la domenica con servizio di ristorazione di ottimi piatti tipici e spaccio di formaggi di proprio prodotto. Da qui in dieci minuti per bella strada forestale si ritorna al parcheggio.
Essendo facilmente raggiungibile , la malga di Cloz è un ottimo punto di partenza per escursioni alpinistiche di vario livello di difficoltà sia estive sia invernali con le ciaspole e con gli sci d’alpinismo ma anche semplice punto di arrivo di chi nelle fredde giornate invernali si vuole godere un po’ di sole di montagna senza camminare troppo.

Cartografia: Atlante cartografico Trentino tav. 4 Proves 1:25000 Ed. 31 Trento
Carta 4LAND n. 155 Val di Non 1:25000
Kompass: 5599 Val di Non 1:35.000; WK 147 Alta Val di Non 1:25000
Incrocio fra i sentieri 157 e 133 Bonacossa
Malga aperta in estate con ristoro e stanze
Cima m 2308 sopra malga di Cloz
Malga con ristoro e stanze aperta in estate e in inverno solo la domenica
Malga con ristoro tipico tedesco aperta in estate
Piccola malga diroccata posta lungo il sentiero 133 Bonacossa e punto di deviazione per malga di Cloz. Punto di arrivo per facile e panoramica passeggiata invernale sulla neve.
Incrocio fra il segnavia 157 e 114 (via breve per malga di Lauregno) Per questo percorso è solo un punto di passaggio
Bivio fra il segnavia 3 e 157 per malga Castrin

Commenti

    You can or this trail