-
-
2.271 m
1.104 m
0
4,1
8,1
16,25 km

Visto 1608 volte, scaricato 24 volte

vicino Salanzada, Trentino - Alto Adige (Italia)

La Val di Fiemme è solcata sulla sinistra orografica da diverse valli laterali che conducono ai Lagorai, come la Valmaggiore, la val Lagorai, la val Sadole, la val Cadino, La Val Moena. A differenza di quelle dolomitiche della destra orografica, sono valli poco frequentate anche in stagione. Valli ricche di boschi e torrenti, dove l’impronta dell'uomo è più discreta e la natura più austera. Si trovano invece molte malghe, alcune purtroppo abbandonate.

La val Moena è lunga 12 km, parte da Cavalese e finisce ai piedi della cima delle Stellune. Questo giro si spinge quasi in fondo alla valle per poi ritornare percorrendone una laterale, la val Forame, aggirando così la montagna che la domina, il Cimon di val Moena (2488 m.).

Andata

Arrivando a Cavalese da sud, all’altezza di un ponte che conduce alla Cascata di Val Moena, si gira a destra e si risale per 3 km la strada sterrata fino alla località Tabià (1140) dove si posteggia.

Si seguono le indicazioni del sentiero 317 che per un buon tratto iniziale coincide con la sterrata che sale accanto al Rivo di Val Moena. Dopo km 2,5 circa il sentiero abbandona momentaneamente la strada e si porta sulla destra del torrente risalendo un costone più ripido. Intersecherà ancora due volte la strada andando poi a coincidere con essa nella larga spianata che costituisce il pascolo della Malga Nuova, 1744 m. (1h30.)

Senza attraversare il ponte che porta alla malga e stando sempre sul 317 si continua fino a giungere in località Stalla Vecchia, 1859 m. (25’). Da lì, sulla destra, parte il sentiero 317B che, prima attraverso un bel bosco, poi su prato e roccette, porta alla forcella del Campitello e alla val Forame. Lungo la salita si passa nelle vicinanze del Baito del Cimon, trovato chiuso ma che offre quantomeno un riparo in caso di pioggia. La salita alla sella è decisamente ripida ma regolare e si raggiunge dopo un’altra ora di cammino. (1h). Si svolta a sinistra per breve tratto fino alla forcella del Capitello, 2253 m., posta tra il Cimon di Val Moena e la cima di Busa Grana e punto ideale per una pausa. Da lì, una debole traccia conduce alla cima del Cimon di Val Moena lungo il suo crinale sud (opzionale). Il Capitello fu costruito in memoria dei caduti di Cavalese durante le seconda guerra mondiale ed è decorato con molte foto e cimeli bellici. Il panorama dalla forcella è molto bello, spaziando tra le cime dei Lagorai e le sottostanti val Moena e Val Forame.

Ritorno

La val Forame (“Forame” probabilmente si riferisce ai fori che i boscaioli producono nel bosco per il taglio degli alberi) si percorre ora per il lungo ritorno, scendendo verso malga Forame Alta (1h) tra bei boschi misti a pascoli e seguendo il percorso del torrentello. Su strada sterrata poi si continua fino alla località Casera delle Capre (30’) dove si lascia sulla destra il 317B e, restando sempre sulla mulattiera, si continua sulla strada che da qui alla fine appare piuttosto noiosa, dovendo attraversare una valle stretta e monotona fino al ponte delle Brustolaie, punto di ricongiungimento con il sentiero dell’andata. Da lì in pochi minuti si è al parcheggio.

Lunghezza: km 16, 25 Dislivello: 1150 m. Tempo: 6 ore

View more external

Waypoint

PONTE

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Ponte

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia 317B

Waypoint

Baito

Waypoint

Forcella del CAPITTELLO

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Malga Forame Alta

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Waypoint

Crocevia

Commenti

    You can or this trail