Tempo in movimento  5 ore 53 minuti

Tempo  6 ore 51 minuti

Coordinate 4418

Caricato 31 maggio 2019

Registrato maggio 2019

-
-
356 m
241 m
0
6,3
13
25,16 km

Visualizzato 480 volte, scaricato 24 volte

vicino a Monteriggioni, Toscana (Italia)

Uscendo dalla porta Romea, la porta principale del borgo di Monteriggioni raggiungiamo la Cassia "SR2", svoltiamo a destra e subito dopo a sinistra su Via Gallinaio, una strada bianca che ci conduce sulla collina antistante. La vista panoramica sul castello è davvero notevole, però a malincuore piano piano ce lo lasciamo alle spalle superando la sommità della collina e proseguendo su Strada dell'Uccellatoio. Dopo circa quattro chilometri e mezzo svoltiamo a destra su di una strada sterrata che delimita dei campi coltivati. Lo sterrato ora dirige verso Sud, costeggiando ancora alla nostra sinistra i campi , ma alla nostra destra un fitto bosco. Arriviamo cosi su di una strada bianca di accesso, e a breve su strada asfaltata, Strada Riciano che attraversiamo. Siamo appena entrati nel territorio della contrada Senese della Chiocciola, e il castello che ci appare è a dir poco fiabesco. Tutto intorno coltivazioni e poderi della classica tradizione Toscana. Lasciandoci alle spalle il castello troviamo sulla nostra strada prima un punto di sosta per i pellegrini attrezzato di tutto punto, poi riprendendo una vecchia strada bianca, ci troviamo al cospetto di un vecchio magazzino molto bello. Lasciamo anche questi poderi per tornare ad immergerci nel bosco, costeggiamo a tratti delle coltivazioni e la strada sterrata diventa un po più impervia. Gli ultimi chilometri si rendono particolarmente difficoltosi percorrerla, causa le abbondanti piogge venute nei giorni precedenti che hanno lasciato sul terreno delle autentiche piscine. Raggiungiamo la SP101che prendiamo a destra, l'itinerario prosegue fra campi coltivati di pian del lago, in origine un ampia area lacustre. Percorsi poco più di due chilometri giriamo a sinistra su Strada dell'Osteriaccia, inizialmente asfaltata ma poi torna a diventare una tipica sterrata Toscana. Qui i campi circostanti offrono uno spettacolare vista per la fioritura di papaveri che infestano le coltivazioni. Raggiungiamo cosi una antica stele fatta erigere dal GranDuca Leopoldo nel 1781 a ricordo dell'opera di bonifica, e la testimonianza dello sforzo dell'Uomo per controllare la Natura. Ci ri immergiamo nel Bosco dopo alcuni saliscendi raggiungiamo il cimitero, qui svoltiamo a sinistra su Strada Casiano e salendo sul prossimo pendio scorgiamo all'orizzonte Siena con la torre del Mangia e il campanile della Cattedrale. Scendiamo anche questo pendio per attraversare con un sottopassaggio la tangenziale, stiamo entrando nella periferia della città. Entriamo nel quartiere di "Poderuccio". Da qui qualche chilometro e siamo davanti alla porta Camollia, che ci introduce nel centro storico della città. Poco più di un chilometro e raggiungiamo piazza del Campo. A questo punto le emozioni si sprecano: la stanchezza mista a gioia e soddisfazione lasciano il posto ad un primo attacco di malinconia. Anche questa avventura è conclusa, la stazione del treno ci aspetta, si torna a casa.
Foto

Monteriggioni

Foto

Castello

Foto

Carraia

Foto

Pianta selvatica

Foto

Punto sosta

Foto

Magazzino

Foto

Percorso

Foto

Piscina

Foto

Località

Foto

Campo

Foto

Papaveri

Foto

Stele

Foto

Albero caduto

Foto

Avvertimento

Foto

Punto sosta

Foto

Via

Foto

Piazzetta

Foto

Piazza del campo

Commenti

    Puoi o a questo percorso