Tempo  6 ore 8 minuti

Coordinate 410

Caricato 18 luglio 2019

Recorded luglio 2019

-
-
667 m
417 m
0
2,1
4,2
8,32 km

Visto 109 volte, scaricato 3 volte

vicino Cerreto, Marche (Italia)

Premessa: nelle indicazioni destra/sinistra non intendo in senso orografico, ma nella direzione di marcia.
Inoltre, data la particolare conformazione delle strette pareti lungo il Torrente, il GPS ha fatto qualche errore, che è stato corretto dove si poteva, pertanto i vari waypoints potrebbero non essere precisi.

Premetto che ci siamo avventurati in questo trek, per la prima volta.
Abbiamo parcheggiato sulla strada fra Pianello e Cerreto, in un punto in cui vi è il cartello "Tanella", ma non si deve prendere quel sentiero, ma il successivo a pochi metri, quello che fiancheggia il Fosso.
Il Trek è quindi iniziato al fianco del torrente, che all'inizio era piuttosto in secca, poi più avanti si è cominciata a vedere l'acqua.
Ci sono diversi guadi, fino a salire sulla destra per un viottolo che fiancheggia il fosso, ad un quota leggermente più alta.
Il rumore dell'acqua, ci ha fatto pensare che forse vi era qualche cascatella sottostante. Abbiamo quindi abbandonato il sentiero, prendendo a sinistra un viottolo che ci ha portato giù nel fossato, facendoci passare intorno a delle particolari pareti rocciose di strana conformazione.
Raggiunto il fossato, abbiamo preso a scendere a sinistra, per capire da dove veniva il rumore. Si trattava di una trascurabile cascatella, ma ne era valsa la pena, a motivo che ci siamo trovati in un ambiente molto bello e suggestivo: Pietre particolari, Fossili, Vegetazione di vario tipo, fra pareti verticali, muschi, vecchie postazioni di Carbonai, ecc.
Constatato che non era difficile camminare fra i sassi del Torrente, abbiamo ripreso a salire il Fosso controcorrente.
Un susseguirsi continuo di angoli spettacolari, contornato da cascatelle, fino a giungere ad una Cascata molto perpendicolare, chiusa in una Forra a mo' di vicolo cieco. Un salto di 20 metri, in un luogo veramente magico. Per continuare siamo retrocessi di qualche decina di metri per salire e riconquistare il Torrente.
Ai nostri occhi, altre cascatelle e angoli interessanti contornati da una flora verdeggiante, fino a giungere alla migliore fra le Cascate, l'Orrido dei Cupi di Fiamma, con un salto di acqua di circa 25 metri. Risalire questa, ha richiesto maggior impegno. Siamo quindi retrocessi di molti metri per risalire gli argini a destra, dove era possibile. Tale salita ci ha fatto incontrare il sentiero che passa al di sopra del Fosso e prendendolo a destra siamo giunti al di sopra della sottostante Cascata, dalla quale sommità, con sorpresa è visibile la terza bella Cascata.
Volendo continuare a salire, ci siamo ritrovati circondati da una cinta di rocce, presso le quali una corda, ci invitava a salire, come abbiamo fatto e facendoci superare anche quel salto, ci siamo ritrovati di nuovo sul Fosso.
Ormai le Cascate erano finite e semmai ci fossero stati altri salti interessanti più a monte, la situazione acqua era veramente scarsa.
Poco più avanti abbiamo trovato il sentiero sulla sinistra salendo, col quale abbiamo intrapreso la via del ritorno. Dopo essere stati al buio del Fosso, ora eravamo in piena luce.
Siamo passati davanti il famoso Conoide Detrito Glaciale fino a raggiungere le prime case di Cerreto, passandogli di fianco, prendendo poi una deviazione a sinistra che conduce alla Chiesa di San Michele, dove abbiamo fatto uno spuntino sull'antistante pratino.
Seguendo le indicazioni del cartello "fossili", posto su di un albero, abbiamo trovato il sentierino che scende a mo' di scorciatoia verso il parcheggio della macchina.
P.S.: questo tipo di trek può essere pericoloso a causa della caduta massi, sarebbe buona cosa munirsi di un casco, non come abbiamo fatto noi sprovveduti :)





Nome: pian dell acqua_2019-07-18 06:56

Orario inizio: 2019-07-18 05:55

Orario fine: 2019-07-18 12:04

ma ambiente molto suggestivo
piccole cascatelle
Cascata molto suggestiva, con una verticale dritta a caduta, con un salto notevole di 20 mt. La seconda per imponenza.
modesta ma bella da vedere
la più grande di tutte le cascate di questo Fosso.
per oltrepassare l'ultimo salto
l'ho postata dopo il sentiero con la corda, che mi ha portato al di sopra della terza cascata, in realtà la foto è fatta dal di sotto la terza cascata, la terza come importanza e dimensione
in questo punto, si ritiene finita l'avventura sul fossato e si intraprende questo sentiero per andare in direzione di Cerreto.
evitando di passare per il paese di Cerreto, si intraprende la strada asfaltata a sinistra e si giunge alla Chiesa di San Michele, al fianco del Cimitero. Per tornare alla macchina, esiste una scorciatoia. Senza tornare sulla asfaltata, seguire le indicazioni del cartello dei fossili, che fra arbusti vi conduce presso un sentiero a misura d'uomo, che comodamente scende a Valle.

Commenti

    You can or this trail