Tempo  7 ore 52 minuti

Coordinate 360

Uploaded 31 marzo 2015

Recorded marzo 2015

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
301 m
181 m
0
1,9
3,8
7,63 km

Visto 6152 volte, scaricato 179 volte

vicino Chia, Lazio (Italia)

il percorso è stato descritto di media difficoltà.
In realtà per come è stato fatto si potrebbe definire impegnativo.
La scelta di optare al km, 1 per la direzione di destra, costituita da un sentiero poco accessibile, che però fiancheggia il fossato fino al guado, ne rappresenta un esempio, come pure la salita dopo il guado verso la base del gruppo di rocce verticali, operazione ostacolata da una rigogliosa e fitta vegetazione, intercalata da giganteschi massi messi di traverso, nonchè 'dulcis in fundo' la circumnavigazione della frana, (passando al di sopra di essa), avvenuta proprio sul sentiero Cai che muove in direzione della Piramide, elementi che messi insieme hanno richiesto particolare impegno.
Da considerare che il luogo è molto suggestivo per varie ragioni:
il Fossato del Castello o di Chia è stato negli anni sessanta teatro delle riprese del Vangelo di Matteo di Pier Paolo Pasolini, in particolare la scena del Battesimo di Gesù. Anche l'Armata Brancaleone ha utilizzato questa location.
I Versanti che scendono verso il Fossato sono disseminati di abitazioni rupestri ed è possibile vedere in ogni dove 'pestarole' o pietre lavorate. Il punto più notevole è costituito dai resti della Chiesa di Santa Cecilia, in cui sono ancora visibili le colonne, sparse qua e la, come pure urne di varie forme e dimensioni.
La Piramide Etrusca resta però la scoperta che più affascina i visitatori, che riesce a sorprendere anche se la si è vista in foto, visto che dal vero ha una aspetto temibile per la sua imponente strana forma e la sua verticalità.
L'Antica Torre, una volta parte di un Castello, ora diruto, svetta dritta rendendosi visibile da più parti.
Un trekking capace di intimorire il visitatore, messo davanti all'imponenza della natura e al mistero della Storia.
Un sito interessante per chi vuole approfondire:
http://www.sulletraccedelmistero.it/76-la-piramide-etrusca-o-altare-piramidale-di-bomarzo.php





Nome: Fossato di Chia, S. Cecilia, Piramide Etrusca, Torre di Chia
Orario inizio: 03/29/2015 11:50Orario fine: 03/29/2015 19:43Distanza: 9,6 km (06:39)Tempo movimento: 02:11Media segmento attuale: 1,4 km/hMedia veloc. mov.: 4,4 km/hAltitudine minima: 181 mAltitudine massima: 301 mVelocità di salita: 75,5 m/hVelocità di discesa: -75 m/hGuadagno di elevazione: 177 mPerdita di elevazione: -187 mTempo di salita: 02:20Tempo di discesa: 02:29
Dopo pochi passi si raggiunge il Fossato e si è subito avvolti in una dimensione di un mondo antico. La presenza dei fatiscenti Mulini lascia immaginare come l'uomo si sia dato da fare in passato per utilizzare con profitto la forza della natura, costituita in questo caso dall'acqua impetuosa.
si decide di prendere a destra per costeggiare il fossato e poterne ammirare la sua imponenza, contornata da massi giganteschi.
difficile da scorgere, in questo punto bisogna fare attenzione.
il guado è caratterizzato da questo imponente masso su cui sono stati scolpiti dei scalini approssimativi.
queste pareti hanno tutta l'aria di essere idonee alle piccole scalate...
reperti come questo sono disseminati ovunque spesso su massi che si sono inclinati o capovolti.
E' una Antica Chiesa completamente diruta.
Questa frana si è tirata giù tutta la fiancata, pertanto il sentiero non è praticabile. Noi siamo saliti alla base delle pareti rocciose raggirando l'ostacolo.

17 commenti

  • Foto di giuseppe.mari

    giuseppe.mari 15-giu-2015

    I have followed this trail  View more

    Questo percorso è interessante dal punto di vista
    - storico: ci sono rovine etrusche, c'è la torre di Chia o di Pasolini
    - cinematografico: sono state girate scene dell'Armata Brancaleone di M. Monicelli
    - naturalistico: per la presenza dei torrenti e delle cascate. E per la presenza dei fossati

  • Foto di jiva

    jiva 15-giu-2015

    Concordo pienamente! :-)

  • Foto di Luchinobr

    Luchinobr 15-dic-2015

    Il percorso sembrerebbe fattibile in meno tempo guardando i dati o è un errore?

  • Foto di jiva

    jiva 16-dic-2015

    Confermo che questo percorso si puo' fare in meno tempo semplificandolo.
    Evitando ad esempio la deviazione che noi abbiamo fatto dal km. 1,4, al km. 2 circa, che era una selva intricata e accidentata.
    Più avanti un sentiero franato ci ha costretto a salire in mezzo a rovi e arbusti.
    Inoltre, noi abbiamo impiegato molto per via di continue soste ed altre deviazioni.
    Normalmente però ci vogliono circa 5 ore, proprio perché ci sono così tante cose da ammirare,
    che il tempo scorre via.

  • Foto di Luchinobr

    Luchinobr 16-dic-2015

    certo! il bello è ammirare... vedrò cosa fare, studierò un po' la zona, che non tutti vengono per camminare, ma per fare (anche io) le terme!
    ti ringrazio e buone escursioni!
    Lbr

  • Foto di giuseppe.mari

    giuseppe.mari 16-dic-2015

    Non sono riuscito a chiudere l'anello per motivi di tempo. E quindi vorrei chiedere se dal waypoint "recupero sentiero" ad "inizio percorso" è qualcosa di agevole o molto impervio e pericoloso tra rovi e sterpaglie. Guardando le mappe Open Street (facilmente selezionabili da Altre Mappe in questa pagina" sembra che non appunto dal waypoint "recupero sentiero" non c'è più la traccia rossa. Vorrei evitare di trovarmi a giro quasi completo a non poter chiudere. Forse una alternativa è fare il giro al contrario (verso il ramo destro dell'anello) per rendersi conto se la parte più complessa è percorribile

  • Foto di jiva

    jiva 16-dic-2015

    a quale "recupero sentiero" fai riferimento?
    Per facilitare la lettura li ho numerati 1, 2, 3

  • Foto di giuseppe.mari

    giuseppe.mari 16-dic-2015

    Mi riferisco a Recupero sentiero1 dove finisce la traccia OSM

  • Foto di jiva

    jiva 16-dic-2015

    da "recupero sentiero1" all'inizio percorso (facendo quindi il percorso inverso di come lo abbiamo fatto noi), l'importante ´non attraversare il fosso (come invece abbiamo fatto noi) ma continuare dritti in direzione sud, ritroverai il sentiero, non è molto sporco, si cammina abbastanza bene, seguendo la mia traccia...

  • Foto di giuseppe.mari

    giuseppe.mari 16-dic-2015

    Non attraversare il fosso significa non attraversare il fiume ? E' il pezzo che siente andati a "Pareti Rocciose" ?

  • Foto di jiva

    jiva 16-dic-2015

    si, noi avevamo attraversato il fosso/fiume per andare a vedere quelle rocce verticali "pareti rocciose".
    Però quel tratto è pieno di rovi e ramaglie, quindi per chi non ama il sentiero infrascato è meglio evitare.
    Tra l'altro, il guado non è così facilmente individuabile...

  • Foto di Luchinobr

    Luchinobr 16-dic-2015

    Guardando la mappa vedo che da Bomarzo si arriva facilmente alla piramide allora penso durante l'andata di fare un salto! Così poi il primo faccio il monte venere!

  • Foto di jiva

    jiva 16-dic-2015

    Si è vero, se si parte dal paese di Bomarzo, la Piramide resta molto vicina.
    Tuttavia rimane comunque valida l'idea di fare il giro completo, se si ha tempo, per ammirare i vari insediamenti rupestri, il fiume, nei pressi dei vecchi mulini, in cui sono state girate le scene del Vangelo, etc.
    Per quanto riguarda la tua domanda iniziale (Luchinobr), sia il Monte Venere che il Cimino sono alture e percorsi modesti, interessanti più per andare a funghi o a castagne nei periodi giusti che per una vera e propria escursione...

  • Foto di jiva

    jiva 16-dic-2015

    aggiungo che andare alle Grotte di San Leonardo, è fare un percorso nel Cimino con visita finale in un luogo molto suggestivo come le Grotte...

  • Foto di Luchinobr

    Luchinobr 16-dic-2015

    Grazie! Si l'escursione del primo la devo guardare. .

  • jack_the_beast 25-lug-2016

    I have followed this trail  View more

    il percorso è carino ma come quasi tutti i percorsi del lazio non è ne segnato ne manutenuto. addirittura partendo dalla sezione sud non è più possibile raggiungere la piramide perchè il sentiero è franato e non c'è via alternativa. non siamo inoltre riusciti a trovare la traccia per salire alla torre di chia. un beccato perchè il bosco e i vari ruderi etruschi rendono il tutto molto suggestivo

  • Foto di ytsejam

    ytsejam 17-ott-2016

    I have followed this trail  View more

    Camminare per questi luoghi è come viaggiare nel tempo: vestigia di un passato perduto si mostrano agli arditi che si addentrano in questi boschi magici. Ho seguito la traccia in senso orario, per un buon 70% ( fino alla necropoli di santa cecilia ) il percorso è segnalato e facilmente individuabile. Da lì in poi si procede nella boscaglia gps alla mano: diventa veramente complicato capire dove andare, la via bisogna aprirsela tra rami, rovi, alberi caduti, ragnatele, c'è pure una rete metallica da scavalcare vicino ad un piccola struttura col tetto a tegole. L'ultima parte del percorso te la devi proprio sudare.

You can or this trail