Tempo  4 ore 2 minuti

Coordinate 1409

Uploaded 20 marzo 2019

Recorded settembre 2018

-
-
573 m
141 m
0
4,0
7,9
15,8 km

Visto 54 volte, scaricato 5 volte

vicino Dicomano, Toscana (Italia)

Escursione nelle colline sovrastanti Dicomano percorrendo vecchie strade interpoderali, sentieri abbandonati, sentieri segnati dal CAI, strade bianche. Durante l’escursione incontreremo coloniche, chiese, tombe Etrusche e naturalmente scorci panoramici. Si consiglia di seguire la traccia GPX.
Partiamo da Via Garibaldi, nel centro storico del paese di Dicomano, (ove si possono notare i vecchi "porticati" del paese) qui inizia il sentiero CAI n° 1/a che segue anche il locale sentiero degli Etruschi. Il sentiero, chiamato dai dicomanesi “l’Erta”, mantiene fede al suo nome facendoci raggiungere la sovrastante strada comunale per Frascole. Fra coloniche immerse nel verde della campagna e panorami sulla Valdisieve arriviamo a Frascole (mt.352) ove vi è la chiesa di S. Jacopo, pieve dal 1719, ristrutturata nel 1923 che conserva un bel campanile neo medioevale. Percorriamo un breve tratto di strada asfaltata in direzione della zona archeologica (sentiero CAI n° 1/a), oltrepassato il cimitero lasciamo il sentiero e svoltiamo a sinistra; per strada bianca iniziamo a salire giungendo brevemente alle case di Venia di Sotto. Da qui si può osservare il panorama verso le colline della Valdisieve e del Mugello. Proseguiamo su strada bianca fino a Casa Bolla (mt.363) dove, in corrispondenza di una sbarra che delimita l’accesso alla casa colonica, svoltiamo a destra. La vecchia strada interpoderale scende lungo il sottobosco fino a Casa Cavaliere (mt.255), bella colonica ristrutturata, seguendo la strada bianca che si snoda a mezzacosta giungiamo a Poggio Marino (antica casa colonica finemente ristrutturata ed adibita a casa vacanze). Iniziamo la nostra salita lungo la strada bianca che attraverso la campagna, con vedute sulle colline di Dicomano, ci conduce in località La Sala. Continuiamo lungo la strada sulla nostra destra (delimitata da una catena), percorrendo la ripida salita giungiamo alla Colla di Giovi (mt.615) dove riprendiamo il sentiero CAI 1/a che si inoltra nel bosco. Giunti in località Passatoio (mt.518) posto a cavallo fra due valli, possiamo ammirare da un lato il bel panorama sul Mugello ed il Corno alle Scale, sull’altro versante la vista sulla Valdisieve e più in lontananza le pale eoliche del Monte Secchieta nel comprensorio del Monte Pratomagno. Adesso camminiamo di nuovo su strada bianca, troviamo Casa Pozzo e proseguendo il sito archeologico di Frascole con gli scavi etruschi; i ruderi della struttura etrusca, usata intorno al III secolo a.C., inizialmente riferiti ad un santuario sono ormai attribuiti ad un'antica residenza fortificata, compreso tra fine IV e inizi II secolo a.C. La costruzione rivela un imponente impianto rettangolare suddiviso all'interno in tre ambienti quadrangolari tramite due muraglioni trasversali. Le murature sono costituite da blocchi e lastre di arenaria locale di grandi dimensioni murate a secco, e sono da ricondurre all'insigne famiglia dei Veslana, presente nel Valdarno aretino e romanizzatasi poi in Volasenna, tale famiglia si diffuse a Firenze, Volterra e, forse, ad Arezzo. All’inizio del percorso pedonale che conduce agli scavi archeologici si trova una strada che conduce alla Sorgente dei Veslana, recentemente riscoperta. Ritorniamo sui nostri passi e superato nuovamente Casa Pozzo svoltiamo a sinistra su una vecchia strada poderale e successivamente sentiero, rientrati in ambiente boschivo giungiamo in località La Cella dove troviamo i resti due tombe a camera presumibilmente etrusco – ellenistiche. Si ritiene che il luogo fosse una necropoli. L’escursione ci porta adesso a Casa Venia di Sopra (mt.485) da dove si può osservare nuovamente il paesaggio a 180°, ritorniamo sulla strada comunale e ripercorrendo la strada asfaltata passiamo nuovamente da Frascole terminando la nostra escursione nel centro storico di Dicomano.

Commenti

    You can or this trail