Tempo  3 ore 38 minuti

Coordinate 1089

Caricato 21 maggio 2019

Recorded maggio 2019

-
-
546 m
156 m
0
3,0
5,9
11,87 km

Visto 175 volte, scaricato 2 volte

vicino Santo Stefano Belbo, Piemonte (Italia)

DAI PERCORSI PAVESIANI DELLA COLLINA GAMINELLA ALLA PANCHINA GIGANTE COLOR GIALLO-MOSCATO DEI PIACENTINI.(Santo Stefano Belbo)

INTRODUZIONE

Nelle opere di Cesare Pavese(La Luna e i Falò--La bella Estate--Mestieri di Vivere..--Paesi Tuoi……)si trovano citazioni e descrizioni di luoghi ben precisi delle colline poste intorno a Santo Stefano B..
Luoghi dallo scrittore visti e conosciuti durante le lunghe camminate che faceva quasi sempre da solo.
…….”” in auto si traversa,non si conosce una terra.A piedi vai veramente in campagna..(c’è la differenza di guardare un’acqua o saltarci dentro..””.).

COLLINA GAMINELLA:
La collina Gaminella è la grande collina posta alla dex del Belbo di fronte alla collina Del Salto:
…….”””mentre parlava io mi vedevo Gaminella in faccia,che a quell’altezza sembrava più grossa ancora,una collina come un pianeta e di qui si distinguevano pianori,albereti,stradine che non avevo mai visto.
Un giorno,pensai,bisogna che saliamo lassù.Anche questo fa parte del mondo..”””(da La Luna e i Falò)

…..””.....”traversai Belbo,sulla passerella,e mentre andavo rimuginavo che non c’è niente di più bello di una vigna ben zappata,ben legata,con le foglie giuste e quell’odore della terra cotta dal sole di Agosto.Una vigna ben lavorata è come un fisico sano,un corpo che vive,che ha il respiro e il suo sudore…”””.

CANELLI:
Camminando lungo i sentieri della Gaminella si può scorgere l’abitato di Canelli.

…”””........a Canelli entrai per un lungo viale che ai miei tempi non c’era,ma sentii subito l’odore,quella punta di vinacce,di arietta del Belbo,di vermut.Le stradette erano le stesse,con quei fiori alle finestre,e le facce,i fotografi,le palazzine.Dove c’era più movimento era in piazza--un nuovo bar,una stazione di benzina,un va e vieni di motociclette nel polverone.Ma il platano era sempre là.
Si capiva che i soldi correvano sempre…”””

PERCORSO

SEGNALETICA:
:Lungo il percorso si trova la segnaletica(triangolo giallo) del Trail del Moscato e la segnaletica(molto più scarsa) dei Percorsi Pavesiani
In qualche bivio la segnaletica è assente.
Meglio avere la traccia GPS caricata sul navigatore portatile!!.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
A Santo Stefano B.,dalla piazzetta dove è posta la Fondazione C. Pavese,si imbocca via Porta Sottana(parallela alla sottostante provinciale) ,al secondo bivio a dex,si svolta in via Acquafredda che passa a lato del rio omonimo.
Percorsi 200 metri,si svolta a six su sentiero(che abbiamo trovato,questa volta,occupato dalle macerie della vicina casa in ristrutturazione.
Oltrepassate le macerie si arriva al sentiero ben delimitato che sale snodandosi lungo il versante dex della valle del rio Acquafredda.
Si raggiunge il crinale della valle,si prosegue su strada asfaltata per 200 metri.
Si svolta ,poi, a dex(per bypassare un tornante).
Ritornati sulla stradina asfaltata (strada Seirole) si percorrono 100 metri e si svolta ancora a dex su sterrata che prosegue lungo il crinale dex della valle del rio Acquafredda.
Percorsi 600 metri, si ritorna sulla strada di Seirole.
Si svolta a dex e,percorsi 500 metri,si svolta a six su sterrata(non c’è segnaletica)tra vigneti.
Siamo sulla collina Gaminella.
Percorsi 400 metri, si svolta a dex su sentierino che risale una ripida scarpata per 2 metri.
Si prosegue per 100 metri, su sterrata ,a lato di un vigneto e,poi, si svolta a six su sentierino che attraversa un avvallamento(fossato)(vedi foto).
Si raggiunge un cascinale(cascinale uno dei waypoints) dove si svolta a dex a salire.
Si raggiunge la sommità della collina Gaminella,si svolta a six su stradina asfaltata.
Percorsi 200 metri,prima di un cascinale,si svolta a dex su sterrata che risale il crinale posto tra la valle Belbo(a dex) e la valle rocchea (a six).
Si raggiunge strada Rocchea,si attraversa e si prosegue lungo il panoramico crinale.
Si raggiunge la borgata Cà dei Monti.
Qui si attraversa la strada asfaltata,si va a six e,poi,dopo 80 metri,a dex su sterrata tra vigneti.
Percorsi 300 metri,si ritorna sulla strada asfaltata.
Percorsi 200 metri,si svolta a dex su sterrata che prosegue sul crinale collinare
Si passa accanto a un pilone votivo,poi,alla cascina Soperga.
Si raggiunge nuovamente la strada asfaltata in corrispondenza del monumento ai Caduti.
Si svolta a dex su sterrata a scendere a lato del monumento.
Percorsi 300 metri, si raggiunge stradina asfaltata su cui si percorrono 150 metri per svoltare ,poi, a dex su sterrata.
Si effettua un lungo traverso “a mezzacosta” attraversando area boschiva fino a scendere su cascina Boschi dove si prosegue fino ad arrivare all’agriturismo “Ai Piacentini” .
E’ qui che c’è la panchina gigante giallo-moscato.
Dai Piacentini si scende a Santo Stefano B. in una decina di minuti.
fotografia

Valle rio Acquafredda

Valle rio Acquafredda
fotografia

località Serole

località Serole
fotografia

Strada Serole

Strada Serole
fotografia

Risalita scarpata

Risalita scarpata
fotografia

cascinale(uno)

cascinale(uno)
fotografia

cascina Voletto

cascina Voletto
fotografia

strada Rocchea

strada Rocchea
fotografia

borgata Cà dei Monti

borgata Cà dei Monti
fotografia

pilone votivo

pilone votivo
fotografia

cascina Soperga

cascina Soperga
fotografia

tratto nel bosco

tratto nel bosco
fotografia

gruppo foto(uno)

gruppo foto(uno)
fotografia

cascina Boschi

cascina Boschi
fotografia

panchina gigante gialla

panchina gigante gialla
Waypoint

cascina Penasso

Waypoint

monumento ai Caduti

Waypoint

agriturismo Piacentini

Waypoint

passaggio fosso

Waypoint

cascinale(due)

Waypoint

bivio senza segnaletica

Waypoint

fondazione C. Pavese

Commenti

    You can or this trail