Scarica

Distanza

11,92 km

Dislivello positivo

239 m

Difficoltà tecnica

Medio

Dislivello negativo

239 m

Altitudine massima

319 m

Trailrank

72 4

Altitudine minima

226 m

Tipo di percorso

Anello

Tempo in movimento

2 ore 46 minuti

Tempo

3 ore 19 minuti

Coordinate

2006

Caricato

25 marzo 2019

Registrato

marzo 2019
  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     
Condividi
-
-
319 m
226 m
11,92 km

Visualizzato 1091 volte, scaricato 21 volte

vicino a Vitorchiano, Lazio (Italia)

Il percorso parte dal borgo medievale di Vitorchiano.Da piazza Roma, proprio dietro la fontana, si passa sotto un arco e si scende con un rapido zig-zag nella vallata sottostante.il tratto iniziale del sentiero offre viste bellissime sul borgo che ci sovrasta.Si raggiunge, dopo pochi minuti,la chiesetta della Madonna dell'Arrotino e poco dopo la Valle delle Sculture.Vitorchiano e'ancora ben visibile sulla sua rupe dietro di noi.Il sentiero, che segue il corso del torrente ed e'ben segnalato,(fatta eccezione appena passato il ponte sul torrente, dove si deve svoltare a sinistra e non e'segnalato)ci porta in breve al santuario di San Michele Arcangelo.Da qui inizia un breve tratto in salita, che si congiunge con una strada asfaltata.Questo tratto, un po'monotono ,passa tra qualche abitazione prima di tornare sentiero sterrato.La segnaletica e'sempre ben evidente e intervallata da paline con i tempi di percorrenza.la sterrata ci porta ad un bivio in cui il sentiero presenta due scelte:a destra escursionisti esperti, mentre a sinistra il sentiero"normale".proseguiamo sulla destra per esperti.la dicitura per "esperti"credo si riferisca soprattutto al fatto che il sentiero costeggia praticamente fino al sito archeologico l'altissima rupe e quindi e'necessario prestare attenzione.discorso diverso va fatto per la discesa al mulino e cascata(non segnalati),che e'molto ripida(sono presenti catene per sostenersi)e va affrontata con un minimo di abitudine ed allenamento, oltre che molta attenzione.La cascata e la mola offrono uno scenario molto suggestivo.Si riprende il sentiero, che ci porta prima ai resti di una chiesa ipogea e subito dopo alle abitazioni rupestri.Le abitazioni ipogee si trovano tutte a bordo rupe e bisogna sempre prestare attenzione durante la visita del sito.ultima tappa i resti del castello di Corviano.il sentiero,che diventa ormai una comoda carrareccia, ci porta alla fine dell'anello(dove c'era la scelta tra esperti e non)e si torna a Vitorchiano sullo stesso percorso dell'andata.segnalo che al ritorno il gps ha fatto un po'di bizze, tracciando una via che si scosta da quella dell'andata e quindi non tenetene conto.merita ovviamente una visita il borgo medievale,che ci offre vicoli e scorci davvero notevoli.uscendo dalla porta principale del paese, girando a destra,si arriva in pochi minuti al Moai(unico esemplare al mondo che si trova fuori dall'isola di Pasqua).il Moai si trova su un belvedere da dove e'possibile avere una visione per intero di Vitorchiano e la sue rupe e si possono fare foto bellissime.
Foto

Entrata al borgo

Foto

Vista sulla rupe

Foto

Discesa al sentiero

Foto

Sentiero

Foto

Madonna dell'Arrotino

Foto

Valle delle sculture

Foto

Santuario San Michele Arcangelo

Foto

Paline segnaletiche

Intersezione

Scelta tra sentiero esperti o sentiero normale

Foto

Sentiero esperti

Sito archeologico

Mura etrusche

Foto

Catene fissate per aiutarsi in discesa

Foto

Altra catena

Cascata

Mola e cascata di Corviano

Sito archeologico

Chiesetta e sarcofagi

Foto

Entrata abitazione ipogea

Foto

Abitazione ipogea

Foto

Altra abitazione

Foto

Entrata altra abitazione

Foto

Scalette per abitazione ipogea

Castello

Castello di Corviano

Foto

Ritorno a Vitorchiano

Foto

Moai

Panorama

Vista sul borgo

1 commento

  • Massimo Corinti 25 mag 2020

    Ho seguito questo percorso  Vedi altro

    Attenzione al tratto asfaltato in salita dopo Madonna Della Fonte, prima di congiungersi col sentiero sempre in salita prima della strada asfaltata che passa in mezzo al centro abitato: ultimamente ho trovato la recinzione in rete di una proprietà privata rotta dalla quale esce un piccolo cane che abbaia ai passanti. Ce ne è anche uno più grande che però rimane dentro la proprietà. Non sono pericolosi ma possono spaventare a sorpresa chi passa.

Puoi o a questo percorso