Tempo  4 ore 51 minuti

Coordinate 1362

Uploaded 20 ottobre 2017

Recorded ottobre 2017

-
-
705 m
375 m
0
4,5
9,0
18,07 km

Visto 1028 volte, scaricato 21 volte

vicino Rocchetta Belbo, Piemonte (Italia)

DA SAN BOVO DI CASTINO ALLA CHIESETTA DI SANT’ELENA
(prima parte del sent. Del Partigiano Johnny)




INTRODUZIONE


Le formazioni partigiane delle Langhe avevano conquistato la città di Alba nell’Ottobre del 1944.
Nel Novembre del 44 vi furono grandi rastrellamenti da parte dei tedeschi spediti qui in gran numero per lavare l’onta della caduta di Alba.
I partigiani dovettero fuggire e cercarono la salvezza sui crinali più alti delle colline,nei boschi più fitti e nei rittani più sperduti(eventi descritti nel romanzo “Il Partigiano Johnny)

Il sentiero del Partigiano Johnny ricostruisce ,idealmente, un percorso lungo il quale i partigiani in fuga ,inseguiti dalle milizie tedesche,tentarono di scappare per cercare la salvezza.



Il sent. Del “Partigiano Johnny” inizia dalla cascina Pavaglione(il luogo dove sono ambientate le vicende dei personaggi del romanzo “La Malora”) e termina a san Donato di Mango (un percorso di 20 km.).
Per tornare da San Donato alla cascina Pavaglione:
1) o si cammina ancora per una decina di km.
2) o si lascia qualche auto a San Donato con cui poter ,poi, far ritorno alla cascina Pavaglione per ricuperare le restanti macchine..

Noi abbiamo preferito dividere il sentiero in due parti da percorrere in due diverse giornate:
1)la prima parte:
Da cascina Pavaglione si raggiunge la chiesa di Sant’Elena dopo aver attraversato il rittano del rio di Sant’Elena.Dalla chiesa di Sant’Elena si ritorna alla cascina Pavaglione con un percorso ad anello.
2)la seconda parte:
Dalla chiesetta di Sant’Elena(raggiungibile in 30 minuti circa di cammino da Rocchetta Belbo) si scende ad attraversare il rio dell’Annunziata,si risale sino a San Donato di Mango da dove si ritorna alla chiesetta di Sant’Elena e a Rocchetta Belbo con un percorso ad anello(vedi su Wikiloc: Il sentiero del Partigiano Johnny(seconda parte))



IL NOSTRO PERCORSO ODIERNO si snoda lungo i sentieri della prima parte del sentiero del Partigiano Johnny.
Da San Bovo di Castino,alla cascina Pavaglione e alla chiesetta di Sant’Elena . Qui iniziamo il percorso di ritorno risalendo il crinale collinare situato tra il vallone del rio dell’Annunziata(a dex) e il vallone del rio di Sant’Elena(a six) sino a raggiungere la chiesetta “Signora del Deserto”,il pilone del Chiarle e la cascina Langa(altro luogo fenogliano) da dove si ridiscende verso la borgata Pavaglione e verso San Bovo di Castino dove è posteggiata l’auto.




PERCORSO

Posteggiata l’auto sulla piazza di San Bovo di Castino,si imbocca il sentiero, situato dietro la chiesa, che inizia a salire per raggiungere il crinale orografico dex del vallone del rio di Sant’Elena.
Si percorre il sentiero di crinale che si snoda prevalentemente tra castagneti,arrivando alla borgata del Pavaglione.
Si passa accanto alla cascina del Pavaglione dove inizia la segnaletica regionale bianco-rossa(sent, n. 103) del sent del Partigiano Johnny.
Al primo bivio si va a dex,a un secondo bivio si va ancora a dex attraversando aree boschive.
Si raggiungono i cascinali, ormai diroccati, di borgata Baracchi.
Si prosegue e si raggiunge un bivio dove ,a dex, si sale a San Bovo di Castino.
Noi andiamo a six a scendere.
A un successivo bivio si va a dex e,poi, a six ,al bivio seguente.
Si scende fino a raggiungere l’aia di un cascinale semidiroccato(cascina Cascina).da qui il sentiero inizia ad abbassarsi verso il rittano di sant’Elena.
Il bosco diviene molto fitto e il sentiero diviene ,a tratti, ripido e,naturalmente,scivoloso in caso di presenza di fango.
La segnaletica(tacche di vernice bianco-rossa sui tronchi degli alberi) diviene,in questo tratto,molto frequente e chiara.
Si guada il rio ,iniziando,poi,a salire sul versante opposto della valle.
Si raggiunge stradina asfaltata nei pressi di borgata Signognia.
Si svolta a six e,poi, a dex sulla strada che si inoltra nella borgata.
La stradina ,inizialmente asfaltata,diviene una sterrata che raggiunge la chiesetta di Sant’Elena sul crinale collinare situato tra il vallone del rio di sant’Elena e il vallone del rio dell’Annunziata.
Dalla chiesetta si prosegue sul sentiero che si snoda sul crinale.
Si arriva sulla sommità del bric del Gioia e si raggiunge,poi, la chiesetta Madonna del Deserto.
Pochi metri oltre la chiesetta,si svolta a six,a scendere, su sentiero che raggiunge la provinciale Mango-Manera in corrispondenza del pilone del Chiarle.
Dalla provinciale si svolta a dex su stradina asfaltata e,poi, subito a six su sterrata che girando intorno a un cascinale,sale su un rilievo collinare da dove si ridiscende,poi, sulla provinciale Mango-Manera.
Si svolta a dex e,percorsi un centinaio di metri, a six su sterrata che passa accanto alla cascina Langa,arriva al bric Boscasso dove si svolta a six sul sentiero che ,snodandosi lungo il crinale orografico dex del vallone del rio di Sant’Elena ,scende alla borgata del Pavaglione e ,poi, a San Bovo dove è posteggiata l’auto.
Cascine Baracchi
bivio per san Bovo
cascina Cascina
sent. Partigiano Johnny
guado rio Sant'Elena
borgata Signognia
chiesa di Sant'Elena
bric del Gioia
chiesetta Madonna del Deserto
pilone del Chiarle
cascina Langa
borgata Pavaglione
San Bovo

Commenti

    You can or this trail