-
-
1.848 m
1.422 m
0
2,3
4,6
9,2 km

Visto 1422 volte, scaricato 33 volte

vicino Prato Selva, Abruzzo (Italia)

Ai piedi del Monte Corvo, nel cuore verde del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, si trova uno dei più bei rifugi dell'Appennino Centrale: il Rifugio del Monte, una perla rara in Abruzzo.

In montagna tutte le strutture si denominano "rifugio" anche se impropriamente: infatti non accolgono escursionisti dopo una camminata a piedi ma sono posti lungo strade asfaltate, impianti sciistici o sono solo edifici abbandonati e cadenti, dove trovano ricovero solo i pastori. Questa scarsità di veri rifugi rende preziosi i pochi che esistono, un bene da scoprire e amare.

Per raggiungere il Rifugio siamo partiti da Prato Selva, a 1430 s.l.m. e risalendo dentro il bosco che costeggia l'impianto di risalita abbiamo percorso il primo tratto del'escursione arrivando fino ad un tratturo a quota 1710 s.l.m.

In questa stagione, camminando dentro il bosco, potrete ammirare le splendide foglie dagli abbaglianti colori autunnali e dei bellissimi funghi ai piedi degli alberi.

Arrivati al tratturo si prosegue sulla strada sterrata fino a raggiungere uno stazzo posto in una radura. Si sale ancora fino a quota 1790 s.l.m. dove il sentiero costeggia un crinale.

Questo è il tratto dove bisogna fare un po' di attenzione soprattutto se le rocce sono bagnate e se il terreno diventa scivoloso (è piuttosto argilloso).

Per raggiungere il Rifugio si segue il sentiero segnato scendendo dalla Sella dei Prati San Pietro fino ad un vallone dove si trova la nostra meta. Cliccando qui troverete il percorso fatto per raggiungere in autonomia il posto.
Rifugio del Monte

La conca dove si trova il Rifugio del Monte (quota 1614 s.l.m.) è un luogo incantato. Sembra di essere in un'altra dimensione tale è la pace che si respira. Ovunque lo sguardo giri il paesaggio incanta ed emoziona. E' impossibile non rilassarsi chiudendo gli occhi mentre si assapora i raggi di sole autunnali stesi su una delle rocce presenti. I codirossi spazzacamino allietano il riposo con il loro canto.

Prenotando (i contatti si trovano sul sito ufficiale del Rifugio) è possibile sia mangiare che dormire. Noi abbiamo chiesto un pranzo vegano e abbiamo potuto così ritemprarci dalla camminata con un fumante piatto di pasta con funghi raccolti in loco dal simpatico Arnaldo, il gestore del rifugio, che troverete lì ad accogliervi con la sua simpatia. I migliori funghi che abbiamo mai mangiato. Un po' di buon vino per riscaldarci e poi di nuovo in partenza sullo stesso percorso per tornare a casa.

Con un po' di tristezza nel cuore nell'abbandonare un luogo di tale bellezza e gli occhi pieni di meraviglia per ricordare l'incantevole vista con la quale abbiamo potuto riempire i nostri ricordi. E con una sola certezza: quei luoghi li calpesteremo ancora.

View more external

Commenti

    You can or this trail