Scarica

Distanza

11,17 km

Dislivello positivo

952 m

Difficoltà tecnica

Difficile

Dislivello negativo

952 m

Altitudine massima

2.920 m

Trailrank

94 5

Altitudine minima

2.171 m

Tipo di percorso

Anello

Tempo in movimento

4 ore 29 minuti

Tempo

6 ore 50 minuti

Coordinate

2057

Caricato

25 settembre 2021

Registrato

settembre 2021
  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     
Condividi
-
-
2.920 m
2.171 m
11,17 km

Visualizzato 247 volte, scaricato 9 volte

vicino a Fonte Cerreto-(Base Funivia), Abruzzo (Italia)

Rifugio Duca degli Abruzzi - Corno Grande --da Campo Imperatore 25-09-’21--

La stagione autunnale è iniziata da qualche giorno, ma le belle giornate e le alte temperature, anche a quote elevate, ci hanno permesso di godere una escursione praticamente estiva. Sul massiccio del Gran Sasso è sempre un piacere ritornarci, poi con nuovi amici è ancora più stimolante e, comunque, le emozioni sono diverse e sempre avvincenti.
La giornata è magnifica, ideale per fare l’escursione e godersi il palcoscenico di alta montagna che si apre con l’altopiano di Campo Imperatore e prosegue, allargandosi sempre di più man mano che si sale di quota, con le cime vicine e lontane. Io con Lupo del Raparo e Cammino, abbiamo deciso di percorrere la Via Normale per raggiungere il Corno Grande 2.912 mt. S.l.m.. Seguiamo il sentiero nr. 101 che da Campo Imperatore costeggia l’orto botanico e l’osservatorio per poi intercettare il sentiero 100D per il rifugio Duca degli Abruzzi. Il panorama che si schiude è fantastico, nonostante la foschia. La parete Sud del Corno Grande si staglia imperiosa nel cielo azzurro con il sole che l’illumina, con il monte Aquila sulla destra, Campo Pericoli ricoperto dal manto erboso color ruggine, Pizzo Cefalone, Pizzo Intermesoli, la sterminata vallata di Campo Imperatore e, verso sud, il Monte Brancastello, Prena e Camicia. Percorriamo la cresta e superiamo la vetta Confalonieri (Way nr. 4) per giungere alla sella del Monte Aquila e da qui, tenendoci sulla sinistra, il sentiero nr. 103 per la sella del Brecciaio. Qest’ultimo tratto (Way: 8), da percorrere su ghiaione e in sostenuta salita è stato il primo assaggio.
Alla Sella del Brecciaio, 2.506 m, ci manteniamo a destra, comunque la direzione per seguire la via Normale è ben segnalata (waypoint: 9), mentre una targa segnala che a sinistra ha inizio la ferrata Brizio, adatta agli Escursionisti Esperti con adeguata Attrezzatura. Approdati alla “Conca degli Invalidi”, superato il percorso per le Creste, davanti ai nostri occhi si apre uno scenario incantevole con una moltitudine di escursionisti in fila a formare un lungo serpentone come se andassero in “processione” a rendere omaggio alla Croce posta in VETTA. Apprezziamo il panorama mozzafiato sul Corno Piccolo, la vista della val Maone e la ripida parete che porta prima al Calderone e in seguito al Corno Grande. Man mano l’ascesa, e in seguito la discesa, diventa sempre più impegnativa e dai 2.750 in poi il percorso diviene difficile (alpinistico) con tratti esposti e arrampicate su rocche e all’interno di canalini, per cui è necessario un adeguato allenamento e calzature idonee all’ambiente da attraversare. Arrivati al belvedere sul ghiacciaio del Calderone gli entusiasmi sono contrastanti. Da una parte le pareti a strapiombo sul ghiacciaio sono straordinarie come anche la veduta sul versante del teramano, dall’altra il Calderone (Way:15), a differenza di 3 anni addietro (in occasione della prima registrazione su Wikiloc in data 29-08-2018), è arretrato a vista d’occhio.
Arrivati in cima al TETTO degli appennini con lo sguardo che, nonostante la foschia, spazia ovunque generando la sensazione di volare in libertà, sia sulle limitrofe cime più basse sia sulla piana di Campo Imperatore, mentre la fatica è solo un lontano ricordo ampiamente ripagata dai pochi minuti che siamo riusciti a sostare nei pressi della croce, rilassarci e scrutando il mondo circostante dalla sommità.
La giornata è stata appagante per le bellezze naturali vissute e le emozioni provate, il motto da me adottato: “Raggiungere la cima è facoltativo, ritornare indietro è obbligatorio” è tassativo, per cui invito tutti a trovare il limite; poiché l’escursionismo possa essere uno sport rispettoso, sia della natura sia di se stessi.
Parcheggio

Waypoint

La partenza è da Campo Imperatore con il trio: Briganteeolo, Lupo del Raparo e Sentiero.-
Intersezione

Intersezione

Decidiamo di seguire il sentiero 100D per il rifugio Duca degli Abruzzi per una prima sosta e gustare un caffè sulla terrazza.
Rifugio custodito

Rifugio

Rifugio custodito Duca degli Abruzzi. Dalla terrazza si può ammirare la valle di Campo Imperatore, Campo Pericoli, il Gran Sasso, e le cime occidentali.
Vetta

Vetta

Picco Confalonieri mt 2.422.
Valico

valico

Sella Monte Aquila 2.335 mt., intercettiamo il sentiero (normale) nr 103 per la vetta del Corno Occidentale.
Intersezione

Intersezione

Sulla sx ha inizio la diramazione per il Rifugio Garibaldi e poi val Maone e la Portella.
Intersezione

Intersezione

Si continua sul 103, sulla sx il sentiero conduce al Rifugio Garibaldi. Da qui a poco c'è un primo assaggio di impegnativa salita
Waypoint

Waypoint

Salita sostenuta su ghiaione del Brecciaio
Valico

Valico

Sella del Brecciaio 2506 mt. Panorama sempre più grandioso.
Foto

foto

Vetta del Gran Sasso dalla dall'inizio della Conca degli Invalidi
Waypoint

Conca degli invalidi

Conca degli Invalidi, Scorcio del Corno Piccolo.
Waypoint

Waypoint

Il sentiero nr 103 della c.d. via Normale che sale ripidamente verso la vetta.
Waypoint

Waypoint

Il panorama dai 2800 mt evidenzia una impegnativa salita/discesa con arrampicata
Waypoint

Canalino

IL Canalino che conduce al belvedere sul ghiacciaio del Calderone
Waypoint

Ghiacciaio del Calderone

Il Calderone, Il ghiacciaio ( o meglio quel che una volta era un ghiacciaio) più a Sud d'Europa.
Panorama

Waypoint

Calderone
Vetta

Corno Grande m 2.912

IL Corno Grande o vetta Occidentale è la cima più alta del massiccio montuoso del Gran Sasso monti della Laga, viene denominato tetto degli Appennini.
Intersezione

intersezione

Alla sella del Monte Aquila intercettiamo il sentiero sulla nostra sx per CAmpo Imperatore.
Waypoint

rientro

panoramica sulla piana di Campo Imperatore, sul Corno Occidentale
Approvvigionamento

Waypoint

Rientro a Campo Imperatore con musica e non solo...

5 commenti

  • Foto di Briganteeolo 'LIMA 87'

    Briganteeolo 'LIMA 87' 26 set 2021

    Ritornare sulla "CIMA" è sempre un piacere che genera nuove emozioni.

  • Foto di squirrell

    squirrell 4 ott 2021

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    Entusiasmante percorso!

  • Foto di likys

    likys 8 ott 2021

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    OTTIMO PERCORSO.

  • Foto di falcoDomy

    falcoDomy 15 ott 2021

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    Veramente un piccolo Tibet. Fantastico!

  • Foto di Briganteeolo 'LIMA 87'

    Briganteeolo 'LIMA 87' 4 nov 2021

    Buona montagna a tutti!

Puoi o a questo percorso