Tempo in movimento  4 ore 46 minuti

Tempo  5 ore 29 minuti

Coordinate 4445

Caricato 16 marzo 2020

Registrato marzo 2020

-
-
95 m
60 m
0
6,5
13
25,88 km

Visualizzato 2 volte, scaricato 0 volte

vicino a Baggiovara, Emilia-Romagna (Italia)

Partendo da Baggiovara, scendiamo verso Sud su Via Landucci che poi diventa Via Adriano Fiori fino ad arrivare davanti alla Chiesa di Casinalbo.
Oltrepassata la Chiesa svoltiamo a destra su Via Sant'Ambrogio, e la percorriamo per circa due chilometri e mezzo, per poi girare alla nostra sinistra su Via Corletto.

Percorsi altri due chilometri ci ritroviamo davanti alla Chiesa di Corlo, dove proseguiamo svoltando alla nostra destra verso Ovest in direzione Magreta. La prima Via a Sinistra è quella dove dobbiamo svoltare: Via Rodello, e seguendo sempre la strada principale arriviamo su Via Fossa che imboccheremo alla nostra destra. Da qui percorrendo un chilometro raggiungiamo il piccolo agglomerato di San Gaetano, dove proprio sotto al semaforo che gestisce il traffico dell'unico incrocio della frazione, svoltiamo a sinistra in mezzo alle case. La piccola stradina costeggia giardini e cortili interni delle case, e ci conduce sul ponte che attraversa il torrente Fossa. Appena sull'altra sponda giriamo a destra uscendo dal cortile del caseggiato su una strada bianca che dopo duecento metri gira con una curva a quarantacinque gradi a sinistra. Ora stiamo costeggiando un muro di recinzione alla nostra sinistra mentre alla destra si apre la campagna. È possibile raggiungere la fine della strada su Via Ancora dove è posizionato un cancello, svoltando a destra su di una stradina asfaltata che costeggiando il distributore di Gpl evitando cosi di passare dalle campagne come da traccia gps.

Svoltiamo quindi a destra sulla SP15 o Via Ancora costeggiando il bordo strada per circa cinquecento metri, dove poi svoltiamo di nuovo a sinistra davanti ad una casa colonica sempre in direzione Ovest e verso il fiume.
Oltrepassata una casa sulla sinistra proseguiamo su di una strada bianca che scende prima in un ampio avvallamento e poi lo risale prima di scendere verso il percorso natura del fiume Secchia.

Dopo aver fatto alcune foto al panorama del fiume, cominciamo a risalire la sponda verso Nord. L'ambiente particolarmente naturalistico ci regala splendidi paesaggi, dove flora e fauna sono in assoluto i protagonisti.
Dopo aver costeggiato il fiume seguendo una traccia di sentiero che presto si andrà a ricongiungere con la strada forestale del percorso Natura. Percorriamo circa tre chilometri prima di arrivare all'Oasi naturalistica di Colombarone.

Il sito, importante zona umida di 50 ettari nel comune di Formigine, comprende un tratto lungo circa 1,5 km del fiume Secchia. Oltre ad un vasto greto ghiaioso, sono presenti stagni e siepi ai margini del fiume. Sito di Importanza Comunitaria, essa è inserita nella Rete Natura 2000, principale strumento della politica dell’Unione Europea per la conservazione della biodiversità. L’Oasi è anche punto d’accesso del Percorso Natura Secchia, itinerario ciclo-pedonale da Modena a Sassuolo.

Lasciamo l'Oasi di Colombarone proseguendo sempre su percorso natura e sempre in direzione Nord, e percorsi circa tre chilometri raggiungiamo un crocevia del sentiero che ci propone un uscita dal percorso natura in direzione verso Est. Quindi svoltando a destra raggiungiamo nuovamente la SP15, appena sopra la località della Rana. Attraversiamo la provinciale prendendo Via dell'Aeroporto, e dopo circa un chilometro saltiamo il fosso alla nostra sinistra per prendere Stradello Boschi che costeggia la strada.
Percorsi circa ottocento metri la nostra strada fa una curva di quarantacinque gradi a destra, ma possiamo proseguire su margine del campo fino ad arrivare sulla Strada Viazza di Cittanova Sud. Qui è necessario attraversare un canale che essendo vuoto in questo periodo non ha reso troppo difficile la cosa, diversamente si segue Stradello Boschi fino al ricongiungimento sulla Strada Pederzona.

Tornando sulla Strada Viazza di Cittanova Sud che imbocchiamo alla nostra sinistra e percorriamo fino in fondo. Siamo sulla Strada Pederzona e di fronte a noi riparte lo Stradello Boschi per chi volesse stare fuori dal traffico in caso di una giornata caotica. Diversamente svoltando a sinistra Sulla Strada Pederzona proseguiamo verso Est a bordo strada. Questa è una strada molto larga dove le macchine e i camion girano ad una notevole distanza di sicurezza, l'unico motivo di disapprovazione è il fatto che essendo dritta qualcuno si lascia prendere schiacciano sull'acceleratore. Dovremo percorrere comunque solo un chilometro e mezzo prima di incrociare Strada Corletto Sud che imboccheremo alla nostra destra in direzione Sud.

Ora siamo lontani dal traffico e di nuovo immersi nelle campagne dove i fragore più grosso è dovuto dal cinguettio degli uccellini.
Percorriamo circa un chilometro e tre cento metri prima di svoltare a sinistra su Via Tampellini. Questa strada è una tipica strada di campagna ad uso agricolo con fondo misto sterrato ghiaiato. La campagna tutta intorno a perdita d'occhio ci trasmette un gran senso di tranquillità.
Percorso circa un chilometro e mezzo anche questa bellissima strada finisce su Strada Cavezzo che comunque rimane una strada molto tranquilla per quanto riguarda il traffico automobilistico.
percorso ancora poco più di un chilometro siamo prossimi all'arrivo, e svoltando a sinistra su Stradello Bastogi percorriamo gli ultimi cinquecento metri prima di raggiungere il punto di partenza.
fotografia

Villa Gandini

fotografia

Strada

fotografia

Chiesa di Corlo

fotografia

Via Rodello

fotografia

Torrente Fossa

fotografia

Carraia

fotografia

Fiume Secchia

fotografia

Percorso Natura

fotografia

Ponticello

fotografia

Oasi Colombarone

fotografia

Sentiero Botanico

fotografia

Percorso

fotografia

Incrocio per la Rana

fotografia

Stradello

fotografia

Aereo Club Modena

fotografia

Panorama

fotografia

Strada Cucchiara

fotografia

Caseggiato

fotografia

Via Tampellini

Commenti

    Puoi o a questo percorso