Tempo in movimento  2 ore 36 minuti

Tempo  5 ore 12 minuti

Coordinate 2007

Caricato 20 aprile 2019

Recorded aprile 2019

-
-
2.204 m
1.362 m
0
3,0
6,0
12,06 km

Visto 120 volte, scaricato 10 volte

vicino Case Isaia, Abruzzo (Italia)

Escursione primaverile sui Monti della Laga. Partenza alle 8:00 dal Lago di Campotosto all'altezza della Diga del Rio Fucino dal sentiero CAI S.I.300. Si sale velocemente su una carrareccia sino alle Pianocchie dove inizia il sentiero che conduce su un bellissimo altipiano detto Il Coppo dove si ha una vista incredibile su tutta la catena del Gran Sasso.
Dall'altipiano erboso abbiamo continuato a seguire i paletti del sentiero del CAI che si trova sulla sinistra. L'obbiettivo è raggiungere il primo 2000 della giornata, Il Colle del Vento 2010mt. Il nome della montagna dice tutto, un vento molto forte proveniente da est ci obbliga a coprirci di tutto punto. La neve rimasta sul sentiero è residua, copre ormai solo il versante est che da sul Lago di Campotosto, utilizzando dei binocoli è anche possibile scorgere Amatrice, il resto della cresta è tutto sgombro dalla neve.
Dal Colle del Vento si continua a salire seguendo la cresta per raggiungere la croce del Monte di Mezzo 2155mt. Dalla cima del Monte si inizia a scendere per raggiungere l'ultima cima che si trova a circa 1km di distanza. La Montagnola misura 2014mt. La discesa è stata libera, ci siamo fermati su un laghetto ghiacciato, poi abbiamo proseguito lungo il corso di un ruscello e infine fuori sentiero in direzione del Coppo. Da li ci siamo reinmessi nel sentiero del CAI e alle 13:30 siamo giunti alla macchina.
Considerato l'orario abbiamo approfittato per fare un giro a Campotosto e fare un terzo tempo di qualità grazie ai prodotti fantastici della norcineria che si trova sulla piazzetta del paesino. Si stringe il cuore nel vedere le condizioni del paese dopo il terremoto del 2016/2017, ma è anche un piacere apprezzare i prodotti locali di chi ancora combatte per tener viva la propia attività.

Commenti

    You can or this trail