Tempo  2 ore 33 minuti

Coordinate 219

Caricato 29 agosto 2020

Registrato agosto 2020

-
-
1.258 m
1.110 m
0
1,4
2,8
5,51 km

Visualizzato 48 volte, scaricato 4 volte

vicino a Civitella Alfedena, Abruzzo (Italia)

Breve camminata nel parco Nazionale d’Abruzzo alla Sorgente Jannanghera, ubicata all’ingresso dell’omonima valle che porta l’antico nome dialettale con cui veniva chiamata la strega. La vallata quindi, da sempre è stata considerata regno della magia, del mistero e dell’ignoto, nelle credenze popolari che hanno animato l’antico mondo pastorale civitellese. Dal centro storico di Civitella Alfedena (mt. 1110) seguo le indicazioni per il sentiero “ I 4 “ che inizia in Via Roma, attraverso Via Nazionale e proseguo su una larga mulattiera sassosa costeggiata sulla destra da un grosso muro a secco. Superato sulla destra il campo da tennis, il tracciato piega a sinistra attraversando prima dei piccoli rivoli di acqua e poi salendo un tratto con campi incolti tra cespugli di macchia. Seguendo sempre il segnavia “bianco - rosso” continuo a mezza costa con l’ampia mulattiera che, attraversa prima un tratto di bosco di faggio per poi uscire nuovamente allo scoperto nelle macchie di ginepro. Bello il panorama che si apre davanti a me, in basso il Lago di Barrea con le soprastanti cime del Monte Rotondo, Monte Chiarano, Monte Greco e Rocca Chiarano. Ad Ovest il borgo di Civitella Alfedena, ad Est all’estremità dell’invaso il borgo arroccato di Barrea. Una breve discesa e il sentiero entra di nuovo in un tunnel di bosco misto, sempre a mezza costa. Traversato un costone erboso si entra nuovamente nel bosco di faggio per arrivare, dopo una brevissima discesa, in una piccola radura dove c’è la sorgente Jannanghera (mt.1258). Un segnavia indica il sentiero “ K 6 “, a destra per Forca Resuni, a sinistra per le sorgenti delle Donne e del Sambuco, e il sentiero “ J 2 “ per il convento dei monaci. Decido di tornare sui miei passi, percorrendo il sentiero fatto all’andata ritorno a Civitella Alfedena dove visito il bel centro storico, il centro visite del parco dove si trova l’interessante Museo del Lupo Appenninico con un percorso dedicato alla biologia, etologia, storia e leggende legate a questo elusivo predatore e ai suoi rapporti con l'uomo. All’interno vi è anche allestito un angolo dedicato all'interpretazione ambientale ed una mostra fotografica sul Parco. Nei pressi del centro vi è inoltre un’Area faunistica del Lupo Appenninico, recintata per una superfice di circa quattro ettari, vi sono vari punti di avvistamento da dove riesco ad osservare questo importante predatore in stato di semilibertà.
Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Foto

.

Fiume

SORGENTE VALLE JANNAGHERA

Commenti

    Puoi o a questo percorso